Home > Mondo

Il killer di Las Vegas aveva dei complici?

05.10.2017 - aggiornato: 05.10.2017 - 13:31

È quanto ritiene lo sceriffo, che ha comunicato le novità dell'inchiesta: l'uomo ha sparato per 10 minuti, in auto aveva armi ed esplosivo e voleva proprio quella stanza.

© Steve Marcus/Las Vegas Sun via AP
© AP Photo/John Locher

Emergono diverse novità in merito al killer di Las Vegas, che nella notte tra domenica e lunedì ha aperto il fuoco sulle persone accorse a un concerto di musica country uccidendone una sessantina e ferendone diverse centinaia.

Innanzitutto, stando a quanto ha comunicato in conferenza stampa lo sceriffo locale Joseph Lombardo, Stephen Paddock, ossia l'autore della strage, potrebbe aver avuto dei complici e non ha lasciato alcuna lettera di suicidio. Inoltre, nella sua auto sono stati trovati 1.600 caricatori di munizioni e diversi contenitori di un esplosivo usato comunemente al tiro al bersaglio per un totale di oltre 22 kg. E lo sceriffo, proprio su questo aspetto, ha espresso la sua perplessità: possibile che nessuno avesse mai notato tutte quelle armi, né a casa né quando sono state trasportate nell'hotel?

 

1507157228354.jpg

 

"La sua compagna non sapeva nulla" 

La compagna del killer di Las Vegas non sapeva nulla circa i piani di Stephen Paddock di compiere un massacro. Lo ha affermato l'avvocato della donna che in queste ore è sotto interrogatorio dell'Fbi come indica l'Associated Press. "Conoscevo Stephen Paddock come un uomo gentile e tranquillo. Lo amavo e speravo per un futuro tranquillo con lui. Non mi ha mai detto nulla o fatto qualcosa che mi facesse capire in alcun modo che qualcosa di orribile come questa sarebbe accaduta", ha dichiarato Marilou Danley al suo avvocato. 

 

1507160967733.jpg

 

Chiese una stanza vista concerto

Emergono altre inquietanti notizie utili alle indagini. Stando ad alcuni documenti consegnati agli inquirenti, di cui una fonte della Associated Press ha preso visione, Stephen Paddock chiese proprio una stanza a un piano alto del Mandalay Bay Hotel e con vista sul concerto. Ma la suite con due stanze al 32mo piano quando arrivò, giovedì, non era disponibile. L'uomo vi si trasferì quindi sabato, gratuitamente, in quanto era considerato un buon cliente che puntava decine di migliaia di dollari al casinò.

 

1507082487650.jpg

 

Ha sparato per 10 minuti

Ma veniamo al momento della strage: stando alla ricostruzione fornita dallo sceriffo, il killer ha sparato per 10 minuti, dalle 22.05 alle 22.15, mentre due minuti dopo i primi due agenti sono arrivati al piano dell'hotel da cui stava sparando sulla folla del concerto. Prima di entrare nella stanza, però, sono passati complessivamente 75 minuti, tempo necessario per far evacuare tutte le altre stanze e procedere con tutte le cautele del caso, dato che non si udivano più spari.

(Red/Ats)

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg