Home > Mondo

La Cuba di oggi: capolavoro vaticano

22.03.2016 - aggiornato: 23.03.2016 - 11:17

Ieri lo storico incontro tra Raúl Castro e Barack Obama: merito della diplomazia dei Papi. Sbarcando sull’isola, il presidente USA ha incontrato per primo il card. Ortega, artefice del disgelo. 

(Ap photo)

di Paolo Manzo

 

 

Per fare la storia bisogna aver il coraggio di «costruire ponti ed abbattere muri». Il binomio virgolettato è uno dei preferiti del pontificato di papa Francesco e, non è un caso, se l’unico presidente statunitense a compiere una visita ufficiale ad hoc in quel di Cuba - Barack Obama e non il repubblicano Calvin Coolidge che nel lontano 1928 venne qui solo per partecipare ad un vertice multilaterale – nel suo primo atto pubblico, domenica sera, è entrato nella Cattedrale dell’Avana per incontrare il cardinale Jaime Ortega, arcivescovo della capitale.

Subito dopo l’inquilino della Casa Bianca, insieme alla moglie Michelle ed alle sue due figlie Sasha e Malia, ha visitato il centro culturale dedicato a padre Félix Varela, il prelato che per primo esportò a Cuba il pensiero moderno – nel secondo decennio dell’800 - e per questo fu costretto dalla Spagna colonialista all’esilio, proprio negli Stati Uniti di Obama. Accompagnato dallo stesso Ortega e, nel ruolo di cicerone, da padre Yosvany Carvajal, direttore del centro. 

 

A parte Palabra Nueva, la rivista dell’arcidiocesi dell’Avana, pochi media hanno sottolineato come Obama il “musulmano” – così lo definiscono alcuni suoi detrattori – abbia scelto d’incontrare, ben prima di Raúl Castro, proprio il massimo esponente sull’isola della Chiesa cattolica. Il motivo è semplice: se tra Cuba e Stati Uniti oggi si sta riscrivendo la storia, il principale merito è proprio della diplomazia vaticana. Lo sa Raúl, che per non mettere in ombra i meriti della Santa Sede domenica pomeriggio non è andato ad accogliere all’aeroporto l’illustre ospite, ma lo sa bene anche Obama che, per questo, non si è affatto “offeso” d’essere stato ricevuto “appena” dal ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez. Quanto detto da Donald Trump e ripreso da certa stampa come uno smacco per il presidente degli Stati Uniti, insomma, altro non è che un’interpretazione miope di una visita ufficiale destinata a rimanere nella storia. 

 

Per capire dove sta andando la Cuba di oggi, infatti, è imprescindibile guardare al Vaticano piuttosto che - come molti erano portati a credere sino a qualche anno fa - agli Stati Uniti o, peggio, al Venezuela, sostituitosi all’ex URSS  nella parte di finanziatore del castrismo ma, oggi, alle prese con una gravissima crisi economica ed istituzionale. Già ad inizio 2008, quando Fidel lasciò il potere nelle mani del fratello Raúl - anche quello uno “storico annuncio” – lo fece poche ore prima che sull’isola arrivasse in visita a L’Avana l’allora Segretario di Stato, Tarcisio Bertone. A Washington c’era ancora Bush jr e le distanze con l’Avana erano abissali, nonostante gli appena 166 Km che separano Key West da Varadero. 

Il segnale più importante della centralità vaticana nell’odierno “appeasement” tra Stati Uniti e Cuba, tuttavia, sarebbe arrivato due anni dopo, nell’aprile del 2010, con Obama da oltre un anno alla Casa Bianca, quando lo stesso Ortega - interlocutore decisivo perché ieri risuonasse l’inno degli Stati Uniti nel Palacio de la Revolución –concesse un’intervista a Palabra Nueva per “sbertucciare” pubblicamente sia Raúl che Obama per le mancate riforme e i cambiamenti promessi da entrambi all’inizio dei loro rispettivi mandati. «Barack aveva assicurato che avrebbe cambiato lo stile della gestione dei rapporti con Cuba ma il presidente statunitense ha ripetuto il vecchio schema dei Governi precedenti. Raúl aveva assicurato riforme economiche che però oggi a dir poco languono. Il rischio è che l’isola imploda, con un prezzo alto da pagare in vite umane» tuonò Ortega. 

 

 

Continua a leggere sul GdP di oggi

 

Articoli correlati:

"Oggi è un nuovo giorno"

Storica stretta di mano tra Obama e Castro

Obama mette piede a Cuba

 

 

 

Mondo

L'estremismo islamico viaggia in rete

Durante un'operazione durata 2 giorni e coordinata dall'Europol, sono stati rimossi dalla rete oltre 1'800 messaggi propagandistici collegati all'Isis.

Mondo - Spagna

"Spiderman" francese scala torre di 144 metri

L'arrampicatore Alain Robert, noto come lo 'Spiderman francese', ha portato a termine una nuova impresa questa mattina, scalando la  Torre Agbar di Barcellona …

Mondo

Obama vieta le trivellazioni nell'Artico

Con questa decisione, il presidente uscente ha tenuto conto delle sfide per l'ambiente e del minor interesse dei petrolieri per quell'area. Il divieto dura 5 anni.

Mondo

Accordo da 25 milioni per la Trump University

Si sono così chiuse le cause legali contro il nuovo presidente USA, accusato di frode in merito all'ateneo privato che doveva rivelare agli studenti il segreto del …

Mondo - Turchia

Mardin, sollevata la co-sindaca cristiana

Februniye Akyol, prima donna cristiana e aramea a ricoprire una carica di Stato in Turchia, è stata allontanata dal Municipio di Mardin in seguito ad accuse infondate. …

Mondo

Censurato il video con persone Down

Confermato in Francia il parziale divieto di diffusione del video "Dear Future Mom", in cui alcuni ragazzi con sindrome di Down si raccontano.

Mondo - Polonia

Bonus a chi partorisce bimbi con handicap

Le donne polacche che decideranno di partorire bambini gravemente malati o con malformazioni riceveranno dallo stato un bonus di 4000 zl (circa 900 franchi).

Mondo

Ebola: scoperta mutazione virus

La scoperta spiegherebbe la devastante epidemia di Ebola occorsa soprattutto in Africa nel periodo 2013-2016, responsabile della morte di 11mila persone.

Mondo - Giappone

Muore a 100 anni il principe Mikasa

Si tratta del membro più anziano della casa reale giapponese e zio dell'attuale imperatore Akihito. Ricoverato a maggio per problemi cardiaci, era in terapia …

Mondo

Cade un piccolo aereo a Malta, 5 morti

Il velivolo si è schiantato al suolo poco dopo il decollo dall'aeroporto dell'isola. Le vittime sono cittadini francesi: 3 funzionari di dogana e 2 membri dell …

Mondo - Lombardia

Il pitone a guardia della cocaina

Arrestato in Brianza uno spacciatore che nascondeva la droga all'interno di una teca nella quale viveva un pitone di oltre un metro di lunghezza.

Mondo - Social Network

Facebook bloccato in Brasile

Per ordine di un giudice di Santa Catarina, il social network non sara accessibile in tutto il Paese per le prossime 24 ore.

Mondo - Siria

"Una nuova colletta per sperare"

Il GdP lancia una seconda raccolta fondi a favore della popolazione colpita di Aleppo, in Siria. Padre Ibrahim: "Con il vostro aiuto abbiamo già fatto molto …

Mondo - Incidente

Cade un Piper, muoiono 6 italiani

L'incidente si è verificato nel  pomeriggio di ieri nella Macedonia centrale. Ancora da chiarire le dinamiche dell'incidente. Il volo partito da Treviso …

Mondo

Amatrice, salvato un cane dopo 9 giorni

L'animale è stato estratto dai vigili del fuoco dalle rovine di un'abitazione completamente distrutta del centro del paese. (GUARDA IL VIDEO)

Mondo

"Giulia, scusa se siamo arrivati tardi"

La commuovente lettera di un soccorritore sulla bara della bimba estratta senza vita dalle macerie di Pescara del Tronto. "Non mi hai conosciuto ma ti voglio bene". …

Accesso e-GdP

banner_concorso_presepi_2016.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

banner_pinacoteca_zuest_primavera_2016.png 

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg