Home > Mondo

Mardin, sollevata la co-sindaca cristiana

17.11.2016 - aggiornato: 22.11.2016 - 13:17

Februniye Akyol, prima donna cristiana e aramea a ricoprire una carica di Stato in Turchia, è stata allontanata dal Municipio di Mardin in seguito ad accuse infondate.

© Foto da Twitter

Februniye Akyol, co-sindaca della città turca di Mardin è stata sollevata dalla propria carica su ordine dell’Ministro dell’Interno turco e rimpiazzata dal governatore della città. La politica è stata allontanata dal Municipio insieme all’altro co-sindaco di Mardin, Ahmet Turk.

Februnyie Akyol era conosciuta in patria e in Occidente per il fatto di essere la prima donna aramea e cristiana della storia turca ad essere eletta per ricoprire una funzione di Stato nonostante la propria etnia e religione.

Nel 2014 è stata selezionata fra i 10 candidati a livello internazionale dall’organizzazione Sermig ed invitata a Napoli come ospite singolare. Sempre nello stesso periodo è stata invitata a Roma per incontrare diversi giornalisti, così come la comunità di Sant’Egidio.

Akyol avrebbe dovuto partecipare domani, nel quadro della rassegna di Bergamo “Molte fedi, sotto lo stesso cielo” - Tur Abdin: la montagna dei “servi di Dio””, a una serata in cui avrebbe esposto la situazione delle comunità aramaiche, dei cristiani in Medio Oriente, delle donne e del loro ruolo.

Il sollevamento dei funzionari comunali di Mardin è stato deciso poiché il governo di Erdogan ha accusato questi ultimi di aver soccorso tramite le ambulanze i feriti durante attentato commesso a un funerale e di aver aver trattenuto parte dei salari dei lavoratori, nonostante non ci siano delle prove ufficiali.

Una volta espulsi i co-sindaci in carica e sostituiti da Mustafa Yaman, tutti i funzionari hanno lasciato gli uffici e sono rimasti in cortile in segno di protesta.

“Questa strategia mira a prendere il potere con la forza e non secondo le leggi democratiche, siccome la stragrande maggioranza ha chiaramente votato i rispettivi co-sindaci appartenenti al partito HDP”, ha dichiarato Februniye.

La rimozione della co-sindaca appare come una mossa del governo di Ankara che non vede di buon occhio i siriaci cristiani. Questo provvedimento si inserisce infatti in una più ampia serie di soprusi da parte dello Stato nei confronti di questa minoranza.

Pochi giorni fa, la sede della ex vescovile, Chiesa di San Pietro e Paolo ed altre Chiese che si trovano ad Urfa sono infatti state confiscate dallo stato turco. Allo stesso modo il monastero di Mor Gabriele, conosciuto in tutto il mondo e centro spirituale per la comunità siriaca, potrebbe presto essere preso di mira da Ankara.

Per i membri della stessa comunità le intenzioni dello Stato turco sono ben evidenti e mirano alla scristianizzazione di una regione – quella di Tur Abdin nel sud-est del Paese della quale Madrin è la capitale – dall’antica tradizione cristiana. Se oggi vi vivono solamente 3'000 siriaco aramaici, sino al 1915 (quando si verificò il genocidio) ve ne erano circa 1 milione.

(Ats)

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg