Home > Mondo

Portogallo, il bilancio sale a 63 morti

19.06.2017 - aggiornato: 19.06.2017 - 20:17

Il presidente della Lega dei Pompieri portoghesi ha annunciato la morte di un vigile del fuoco che ieri era stato ricoverato in condizioni gravi.

© Foto Keystone

Sale a 63 morti il bilancio del violento incendio che ha colpito il Portogallo centrale.
Il presidente della Lega dei Pompieri portoghesi ha annunciato la morte di un vigile del fuoco che ieri era stato ricoverato in condizioni gravi. E' aumentato anche il numero dei feriti, che ora sono 135.
Si poteva evitare l'inferno di Pedrogao Grande?
È l'interrogativo che si pone il Portogallo, all'indomani della tragedia che ha colpito la tranquilla e boschiva zona rurale a est di Leiria, vittima del più grave disastro della storia recente del paese.
Le fiamme intanto continuano ad avanzare, spinte dai venti violenti, dalle alte temperature e dalla vegetazione secca dopo settimane senza pioggia. Il cocktail micidiale che ha causato la notte da apocalisse vissuta dalla gente di Pedrogao. 
La situazione è stata definita "preoccupante" dal comandante della protezione civile Elisio Oliveira. L'incendio si è esteso alle province di Castelo Branco e Coimbra. Altri quattro grandi fuochi si sono accesi nel Portogallo centrale. Sono state chiuse due autostrade e tre strade statali e 2.200 pompieri lottano contro i 6 incendi con 685 mezzi a terra e 10 aerei. I Canadair hanno difficoltà però a operare per la immensa nuvola di fumo che sovrasta Pedrogao.

Il Portogallo è in lutto per tre giorni. Le bandiere ovunque sono a mezz'asta. Il presidente Marcelo Rebelo de Sousa in un messaggio alla nazione ha ammesso che il disastro di Pedrogao solleva "interrogativi che ci angustiano", ma ha invitato a lasciarli da parte per concentrarsi per ora sulla lotta contro le fiamme e l'aiuto alle vittime.
Dopo il trauma iniziale, il paese si interroga. Il quotidiano Publico citando diversi specialisti scrive che era possibile evitare una tragedia di tali dimensioni, con più prevenzione e una più attenta gestione del disastro. C'è stata la mancata chiusura tempestiva delle strade minacciate dall'incendio che progrediva a velocità prodigiosa, l'assenza di 'zone sicure' per accogliere i civili in fuga: 47 persone sono morte carbonizzate sulle strade della zona mentre fuggivano, 30 solo sulla 'strada della morte', la Statale 236. Una sopravvissuta ha raccontato che era stato un gendarme a farle prendere la 236. "E' sicura". Invece era quasi una condanna a morte. La donna si è salvata per miracolo lasciando l'auto in fiamme e saltando su quella di una sconosciuta.
L'associazione ambientalista Quercus, la prima del paese, ha denunciato "gli errori nella gestione delle foreste e nelle decisioni politiche" del governo attuale e di quelli precedenti, criticando le piantagioni su larga scala degli eucalipti, più vulnerabili al fuoco, le lacune nella prevenzione dei grandi incendi che ogni anno devastano il paese, coperto di fitte foreste e esposto ai forti venti dell'Oceano. Il piano di prevenzione approvato in marzo è tuttora lettera morta. Ma è vero che il Portogallo esce da anni di durissima crisi e di misure 'lacrime e sangue' che hanno ridotto all'osso tutti le spese pubbliche, anche quelle per la prevenzione degli incendi.

(Red/Ats)

Mondo

Un meteorite nei cieli del nord Italia

Il frammento di roccia, raggiungendo l'atmosfera terrestre, ha illuminato la notte, lasciando dietro di sé una scia verdastra e, secondo alcuni, anche dei …

Mondo

In 600mila alla Parata degli immortali

(LE FOTO) Record di presenze alla marcia di Mosca in cui cittadini sfilano con i ritratti dei parenti che hanno combattuto la seconda guerra mondiale. Presente anche Putin.

Mondo

Autostrade italiane: sciopero dei casellanti

Da lunedì sera alle 22.00 fino a martedì alle 22.00, possibili disagi.

Mondo

È morto Cino Tortorella

L'ex mago Zurlì, che per tanti anni ha legato il proprio volto e la propria attività allo Zecchino d'oro, a giugno avrebbe compiuto 90 anni. 

Mondo

Gli scozzesi legati al Regno Unito

Brutto colpo per la Sturgeon e il suo referendum. Il 57% degli scozzesi non vorrebbe infatti l'indipendenza e intanto cresce anche il loro '"euroscetticismo …

Mondo

Il Cairo, rinvenute due statue egizie

La prima raffigura il Faraone Ramses. La seconda Seti II. Entrambi i manufatti sono stati ritrovati in un quartiere popolare della capitale egiziana. 

Mondo

Orrore allo zoo di Parigi

Un rinoceronte è stato ucciso e il suo corno tagliato con una motosega nella notte nello zoo di Thoiry. È la prima volta che capita una cosa del genere in una …

Mondo

Cooperazione tra Salvini e Putin

La Lega Nord italiana e il partito del presidente russo, Russia Unita, hanno siglato a Mosca un accordo di collaborazione a vari livelli.

Mondo

Estratto il diamante più grande d'Europa

È di 181,68 carati ed è stato trovato in una miniera di Arkhanghelsk, in Russia nord-occidentale.

Mondo

Francesco Gabbani trionfa a Sanremo

La sua "Occidentali's Karma" si impone sul palco dell'Ariston. Seconda la favorita Fiorella Mannoia con "Che sia Benedetta", terzo classificato …

Mondo

Il carnevale di Rio sarà "censurato"

Gli organizzatori hanno deciso di bandire battutacce e frasi a doppio senso per evitare che qualcuno si senta offeso o, peggio, discriminato.

Mondo

Inaugurato il volo più lungo al mondo

A partire da oggi, lunedì, la Qatar Airways offre il collegamneto da Doha a Auckland, per una distanza di oltre 14.500 chilometri, in più di 16 ore. 

Mondo

Danimarca verso un ambasciatore digitale

Per il Paese scandinavo serve una figura istituzionale per dialogare al meglio con aziende come Apple, Google o Microsoft, più ricche di molte Nazioni.

Mondo

"Per favore puoi salvare i bambini della Siria?"

La commovente lettera aperta di Bana Alabed, la bambina siriana di 7 anni nota in tutto il mondo per i suoi tweet da Aleppo, al neo-presidente americano Trump.

Mondo

Un centro per le tartarughe marine del Mediterraneo

Aprirà domani ed è il più grande del Mediterraneo. Si trova a Portici in provincia di Napoli e potrà ospitare fino a 100 tartarughe all'anno. …

Mondo

Si è spento Roman Herzog

L'ex presidente della Germania dal 1994 al 1999 è morto a Berlino all'età di 82 anni.