Home > Mondo

Trump si scaglia contro l'Obamacare

12.10.2017 - aggiornato: 12.10.2017 - 21:55

Il presidente USA inizia lo smantellamento della riforma sanitaria di Obama. Una misura che agevolerà, secondo il Tycoon, milioni di persone.

Frustrato dall'imbarazzante incapacità del Grand Old Party di smantellare e sostituire l'Obamacare al Congresso, dove i repubblicani controllano entrambe le Camere, il presidente Usa Donald Trump ha deciso di agire da solo usando sino in fondo tutti i suoi poteri per picconare la riforma sanitaria del suo predecessore.
Così oggi, per tentare di mantenere una delle sue prime promesse elettorali, ha firmato alla Casa Bianca un ordine esecutivo che a suo avviso agevolerà "milioni e milioni di persone" e che aumenterà competizione, opzioni e accesso, diminuendo i costi delle polizze, senza oneri per il governo federale. Tra le misure la possibilità di acquistare una assicurazione medica al di fuori degli Stati di residenza. Migliaia di piccole aziende potranno inoltre formare associazioni per avere lo stesso potere contrattuale delle grandi aziende. L'amministrazione, ha proseguito, esplorerà anche la possibilità di piani assicurativi a breve termine, di durata limitata.
Si tratta di "primi passi", con effetti che probabilmente si vedranno non prima di un anno, senza grosse conseguenze quindi sui rinnovi delle polizze dell'Obamacare previsti all'inizio di novembre. La Casa Bianca, del resto, ha spiegato il tycoon, intende continuare a fare pressioni sul Congresso per concludere la cancellazione e la sostituzione dell'Obamacare "una volta per tutte".
L'amministrazione Trump continua intanto a viaggiare sulle montagne russe, tra crescenti contrasti interni, un partito che gli volta le spalle sempre più spesso, le incognite delle sue decisioni sull'Iran e sulla Corea del nord, nonché sull'accordo commerciale Nafta con Canada e Messico. Lo stesso ex chief strategist Steve Bannon ritiene che Trump abbia solo il 30% di chance di restare alla Casa Bianca sino alla fine del mandato.
Ad aumentare le tensioni oggi l'annuncio della clamorosa uscita dall'Unesco per il suo "pregiudizio anti Israele" e la minaccia di abbandonare Porto Rico a sé stessa nel mezzo della grave crisi umanitaria provocata dal passaggio dell'uragano Maria. "La rete elettrica era un disastro prima dell'uragano", ha twittato il presidente americano, "e noi non possiamo tenere lì l'esercito, la protezione civile e i soccorritori per sempre". "Sarà il Congresso a decidere quanti soldi stanziare per la ripresa", ha aggiunto, nel giorno in cui la Camera è chiamata a votare un pacchetto di aiuti per 36,5 miliardi di dollari per Stati e territori americani colpiti recentemente dagli uragani, dal Texas alla Florida, dalle isole Vergini a Porto Rico.
E proprio Porto Rico, dove il numero dei morti è arrivato a 45, rischia di essere il primo grande fallimento dell'amministrazione Trump: a tre settimane dall'uragano, l'isola è ancora in piena emergenza, sanitaria e logistica (89% della popolazione senza elettricità, la metà senza acqua potabile e servizio telefonico).
Nella sua visita il tycoon è stato tutto tranne che empatico, lanciando addirittura pacchi di carta assorbente come un Babbo Natale. Il presidente conta forse sul fatto che i portoricani, pur essendo americani, non votano per la Casa Bianca. Ma dimentica che in decine di migliaia, tra crisi economica e uragani, potrebbero decidere di trasferirsi in Usa, probabilmente nella vicina Florida, votando a tutti gli effetti nello Stato più in bilico da 20 anni, con scarti tra repubblicani e democratici intorno all'1%.

Ats
 

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg