Home > Mondo

"Una vittoria importante, ma non perdono"

19.05.2017 - aggiornato: 19.05.2017 - 19:07

(LE FOTO) Così Julian Assange, affacciandosi al balcone dell'ambasciata dell'Ecuador a Londra, dopo la notizia del ritiro delle accuse di stupro contro di lui.

© AP Photo/Frank Augstein
© AP Photo/Frank Augstein
© AP Photo/Frank Augstein

"È una vittoria importante per me": così Julian Assange affacciandosi al balcone dell'ambasciata dell'Ecuador a Londra. "Una vittoria per me e per i diritti umani" nel mondo, ha aggiunto il fondatore di Wikileaks, dopo il ritiro delle accuse contro di lui da parte della procura svedese. Assange ha quindi ricordato i suoi sette anni da recluso "senza incriminazione" formale come un caso di ingiustizia e ha insistito nel bollare l'inchiesta contro di lui come "politicamente motivata".

Assange ritiene che "la battaglia" per ottenere giustizia sia appena "cominciata" con l'archiviazione delle accuse da parte della magistratura svedese e critica la Gran Bretagna, per aver fatto sapere di essere pronta ad arrestarlo comunque, e gli USA, per le accuse rivolte dal capo della CIA, Mike Pompeo, a Wikileaks di essere una organizzazione di intelligence ostile. Accuse definite da lui "inaccettabili".

"Non perdono né dimentico"

"Sono stato detenuto per 7 anni senza un'accusa mentre i mie figli crescevano e il mio nome veniva diffamato. Non perdono né dimentico". È quanto ha poi scritto Assange su Twitter.

Intanto si è appreso che è costata milioni ai contribuenti britannici la sorveglianza del fondatore di Wikileaks, rifugiatosi dal 2012 nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra.  Secondo alcune stime, Scotland Yard avrebbe speso oltre 15 milioni di euro per mantenere fino al dicembre 2015 una presenza 24 ore sue 24 vicino alla sede diplomatica nel cuore della capitale e poi in seguito, quando questa era stata interrotta per i costi troppo alti, garantire comunque che le forze dell'ordine fossero pronte a intervenire nel caso in cui il fondatore di Wikileaks uscisse dall'ambasciata. 

Richiesta d'asilo alla Francia

Assange sarebbe ora intenzionato a chiedere asilo politico alla Francia anche se non è chiaro come possa uscire dal Regno Unito, dove è ancora soggetto a un mandato di cattura. Lo ha dichiarato uno dei suoi legali, Juan Branco, secondo il sito del Daily Telegraph.

A France-Info, si legge sul sito della radio pubblica all-news, Branco ha oggi detto: "Sarebbe responsabilità della Francia offrirgli l'asilo politico. Assange tenterà ora di uscire dall'ambasciata dell'Ecuador a Londra e di chiedere in particolare alla Francia di fare un gesto, per accoglierlo e dargli asilo, per proteggerlo dalle azioni legali contro di lui negli Stati Uniti".

L'avvocato sostiene che Assange possa essere estradato negli Usa. "Ci sono minacce profferite dallo stesso Donald Trump qualche settimana fa con l'obiettivo di condannarlo al carcere a vita per le sue attività in quanto giornalista e le sue rivelazioni di scandali di corruzione e di crimini contro l'umanità", ha detto Branco.

 

(Red/Ats)

Mondo

Messico: i morti sono oltre 90

Ancora provvisorio il bilancio delle vittime del sisma

Mondo

È morto Gastone Moschin

L'attore italiano ha partecipato a molti film tra cui Amici Miei, il secondo capitolo de Il Padrino e Milano Calibro 9. 

Mondo

Treno deraglia in India, 4 morti

Sei carrozze sono uscite dai binari nello Stato settentrionale di Uttar Pradesh. Il bilancio delle vittime potrebbe peggiorare dato che ci sono anche 50 feriti.

Mondo

Malala ammessa a Oxford

L'attivista pakistana, premio Nobel per la Pace 2014, ha annunciato che studierà politica, filosofia ed economia.

Mondo

Melbourne è la città più vivibile al mondo

La seconda città più popolosa dell'Australia riceve il prestigioso riconosciemnto per il settimo anno consecitivo. Vienna al secondo posto.

Mondo

Addio al padre della nouvelle cuisine

È morto a 88 anni Christian Millau, fondatore in Francia delle guide ai ristoranti Gault & Millau.

Mondo

Brasile, si vota l'impeachment

Mercoledì il Parlamento del Brasile voterà sull'incriminazione del presidente Michel Temer.
Mondo

È morta Jeanne Moreau

Icona della Nouvelle Vague, l'attrice francese è stata ritrovata questa mattina senza vita nella sua casa di Parigi. Aveva 89 anni.

Mondo

Un iceberg gigante è partito dall'Antartide

È grande quanto la Liguria e il suo peso si aggirerebbe attorno ai 1000 miliardi di tonnellate. 

Mondo

Nuove sanzioni a Pyongyang

Ma la Corea del Nord continua i lavori per il suo arsenale nucleare.

Mondo

Un meteorite nei cieli del nord Italia

Il frammento di roccia, raggiungendo l'atmosfera terrestre, ha illuminato la notte, lasciando dietro di sé una scia verdastra e, secondo alcuni, anche dei …

Mondo

In 600mila alla Parata degli immortali

(LE FOTO) Record di presenze alla marcia di Mosca in cui cittadini sfilano con i ritratti dei parenti che hanno combattuto la seconda guerra mondiale. Presente anche Putin.

Mondo

Autostrade italiane: sciopero dei casellanti

Da lunedì sera alle 22.00 fino a martedì alle 22.00, possibili disagi.

Mondo

È morto Cino Tortorella

L'ex mago Zurlì, che per tanti anni ha legato il proprio volto e la propria attività allo Zecchino d'oro, a giugno avrebbe compiuto 90 anni. 

Mondo

Gli scozzesi legati al Regno Unito

Brutto colpo per la Sturgeon e il suo referendum. Il 57% degli scozzesi non vorrebbe infatti l'indipendenza e intanto cresce anche il loro '"euroscetticismo …

Mondo

Il Cairo, rinvenute due statue egizie

La prima raffigura il Faraone Ramses. La seconda Seti II. Entrambi i manufatti sono stati ritrovati in un quartiere popolare della capitale egiziana. 

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg