Home > Mondo

Ferguson, riprendono gli scontri violenti

25.11.2014 - aggiornato: 25.11.2014 - 15:59

Il Gran Giurì non incrimina il poliziotto che lo scorso agosto uccise un 18enne afroamericano. Scoppiano violente proteste in tutto il Paese. Obama lancia un appello in tv. A Ferguson "no fly zone" e l'arrivo della Guardia Nazionale.

Warren Wilson non sarà incriminato. Il Gran giurì ha deciso che nel caso del poliziotto che il 9 agosto scorso sparò e uccise il diciottenne nero disarmato Mike Brown a Ferguson, nel Missouri, non ci sono prove sufficienti per il rinvio a giudizio.

Una decisione che si rincorreva da giorni, soprattutto dopo che il governatore dello Stato, Jay Nixon, aveva dichiarato lo stato di emergenza e allertato la Guardia nazionale, ma che ha comunque colto di sorpresa la comunità di 21mila abitanti, di cui i due terzi afroamericana. "È stata fatta un'indagine completa", ha detto il pubblico ministero Robert McCulloch nell'annunciare la scelta fatta dai 12 giurati.

"Il nostro Paese è bastato sullo Stato di diritto e dobbiamo accettare il fatto che questa è stata una decisione del Gran giurì", ha detto il presidente americano Barack Obama, intervenuto a sorpresa in diretta tv, esortando ancora una volta i manifestanti a protestare pacificamente e invitando la polizia a "mostrare moderazione". 

"Non ci sono scuse per la violenza. I progressi non si fanno lanciando bottiglie", ha proseguito il presidente. Obama ha però sottolineato come quella di Ferguson sia "una questione che riguarda tutta l'America, una questione reale". "C'è una profonda sfiducia tra la polizia e la comunità afroamericana". "E questa - ha spiegato il presidente americano - è l'eredità di una lunga storia di discriminazione nel nostro Paese. È necessario riconoscere come la situazione di Ferguson parla all'intero Paese e mostra le più ampie sfide che noi ancora affrontiamo come nazione". 

Intanto il ministro della Giustizia, Eric Holder, ha annunciato che "il dipartimento va avanti con la propria inchiesta sull'uccisione di Brown e sulle accuse alla polizia di ricorrere a presunte politiche e pratiche incostituzionali". 
All'annuncio del procuratore, la famiglia Brown si è detta "profondamente delusa per il fatto che l'assassino di nostro figlio non dovrà rispondere delle sue azioni". Poco dopo, le dichiarazioni dello stesso agente Wilson, il quale nel ringraziare coloro che gli sono stati vicini, si è scagliato contro i media dicendo che quello che avrà da dire lo dirà al momento opportuno.

La decisione del Gran giurì ha subito provocato le proteste non solo a Ferguson, ma nella principali città americane. Da New York, a Seattle, Los Angeles, Chicago, Cleveland, Oklahoma City, Oakland e Pittsburg, l'America sta rivivendo lo stesso scenario di rabbia scoppiato dopo l'uccisione di Trayvon Martin, 17enne nero freddato da una guardia volontaria il 26 febbraio di due anni fa, a Sanford, un sobborgo di Orlando, in Florida.

Nonostante i ripetuti appelli alla calma, a Ferguson sono stati segnalati diversi tafferugli tra le forze dell'ordine e un gruppo di manifestanti che ha assalito un'auto vuota della polizia spaccando vetri e parabrezza. Subito sono intervenuti gli agenti in tenuta antisommossa che hanno lanciato lacrimogeni per disperdere la folla. Uno dei giornalisti della Cnn è rimasto ferito dai gas. 

La situazione a Ferguson

 

Almeno una decina di edifici sono in fiamme a Ferguson, in Missouri, lo ha detto il capo della polizia della contea di St.Louis, Jon Belmar, che afferma di avere udito almeno 150 colpi di arma da fuoco. È probabilmente peggio rispetto agli incidenti di agosto, ha precisato Belmar.

"Quanto ho visto questa notte - ha detto il capo della polizia - è probabilmente molto peggio della peggior notte dell'agosto scorso", quando erano scoppiati incidenti dopo l'uccisione del giovane nero. 

I manifestanti hanno dato alle fiamme diverse auto della polizia e appiccato il fuoco ad alcuni edifici, distruggendo una pizzeria. Le autorità hanno intanto introdotto anche una no-fly zone sulla contea del Missouri. 

l governatore del Missouri, Jay Nixon, ha deciso di inviare rinforzi della Guardia Nazionale a Ferguson, per appoggiare la polizia locale, che ha annunciato una conferenza stampa per le 08:30 ora svizzera. Diverse auto sono in fiamme nella cittadina nei pressi di St. Louis e un negozio di alcolici è stato devastato e saccheggiato.

Oggi, si stanno verificando di nuovo scontri ed incidenti oltre che Ferguson in diverse altre città Usa dopo la decisione di un Gran Giurì. Secondo un responsabile della Missouri Highway Patrol che coordina le forze dell'ordine, il capitano Ron Johnson, "Sono fatti che avranno un impatto sulla nostra comunità per lungo tempo".

 

 

(ats/red)

 

Mondo

Morta la cantante dei "The Cranberries"

La 46enne Dolores O'Riordan è scomparsa "improvvisamente" a Londra, ha fatto sapere il suo agente, senza tuttavia indicare le cause del decesso.

Mondo

Il castello con 6'500 proprietari

L'operazione di crowdfounding per salvare la struttura ha raccolto 500mila euro. Ogni donatore è diventato in questo modo non solo azionista, ma anche co- …

Mondo

È morto Johnny Hallyday

Il più popolare musicista di Francia combatteva da tempo contro un tumore ai polmoni. Nonostante la malattia mantenne l'impegno di cantare in tournée l' …

Mondo

Germania: si torna al passato?

Il presidente Steinmeier convoca i capi dei partiti giovedì prossimo e spinge perché torni la Grosse Koalition tra CDU e SPD.

Mondo

Sopravvive all'Olocausto, a 102 anni incontra il nipote

Il resto della famiglia era stato deportato dal ghetto. Per decenni è stato convinto che fossero morti tutti, invece suo fratello si era salvato e aveva avuto un …

Mondo

A 280 km/h invece di 120

È successo a Neuenburg, in Germania, a 30 km dal confine svizzero, e il pirata della strada è un 18enne domicilato a Basilea Città. 

Mondo

È morto Malcom Young

È stato il chitarrista e fondatore, assieme ad Angus, degli AC/DC, noto gruppo musicale  …

Mondo

In beneficenza la Lamborghini del Papa

L'auto consegnata a Francesco dai vertici della casa automobilistica verrà battuta all'asta e il ricavato andrà a favore della realizzazione di tre …

Mondo

Da sogno a realtà: i veri supereroi

(FOTO E VIDEO) Il fotografo Josh Rossi ha donato superpoteri a sei bambini con gravi malattie e disabilità: "Sono le nostre debolezze che ci rendono forti".

Mondo

Bill Gates e la città smart nel deserto

Il "papà" di Microsoft avrebbe investito quasi 80 milioni di dollari per un'area in Arizona con l'obiettivo di costruire una cittadina, Belmont, basata …

Mondo

Il terzo "royal baby" atteso per aprile

Lo ha annunciato Kensington Palace, sottolineando che i duchi di Cambridge sono molto felici per la nuova maternità. Kate intanto continua a soffrire per le nausee.

Mondo

Addio ad Aldo Biscardi

Il noto giornalista sportivo italiano, che aveva creato la trasmissione "Il processo del lunedì", è scomparso a quasi 87 anni. Era ricoverato da qualche …

Mondo

Frida, il labrador simbolo di speranza

In Messico è una celebrità: ha 7 anni e lavora accanto ai soccorritori per ritrovare persone rimaste intrappolate sotto le macerie. Ha salvato finora 52 vite.

Mondo

È morto Gastone Moschin

L'attore italiano ha partecipato a molti film tra cui Amici Miei, il secondo capitolo de Il Padrino e Milano Calibro 9. 

Mondo

Treno deraglia in India, 4 morti

Sei carrozze sono uscite dai binari nello Stato settentrionale di Uttar Pradesh. Il bilancio delle vittime potrebbe peggiorare dato che ci sono anche 50 feriti.

Mondo

Malala ammessa a Oxford

L'attivista pakistana, premio Nobel per la Pace 2014, ha annunciato che studierà politica, filosofia ed economia.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg