Home > Mondo

Obama minaccia la Corea del Nord

20.12.2014 - aggiornato: 20.12.2014 - 19:05

Il Presidente americano pensa ad una serie di sanzioni economiche contro il paese asiatico. La Sony Pictures non si arrende dopo le minacce degli hacker nord coreani e vuole far uscire il film 'The Interview' nelle sale. Pyongyang smentisce.

(AP Photo/Eugene Hoshiko)

La locandina del film a Hollywood (AP Photo/Damian Dovarganes, File)

La Sony Pictures "non si è arresa" dopo le minacce degli hacker e si augura di poter far uscire il film 'The Interview' nelle sale. Lo ha detto l'amministratore delegato (ad) della Sony Michael Lynton, dopo che il presidente Usa Obama ha detto che lo studio "ha sbagliato" ad annullare l'uscita del film, previsto a Natale.

"Vogliamo ancora che il pubblico americano veda il film. Assolutamente. E dopo la cancellazione della data d'uscita abbiamo subito iniziato a cercare modi alternativi per proiettare il film su diverse piattaforme", ha aggiunto l'ad.

Diverse opzioni sono state presentate al presidente degli Usa, Barack Obama, in risposta al cyberattacco nordcoreano. Lo riferisco i media americani.

Obama dovrà ora valutare quali azioni intraprendere dopo che hacker nordcoreani hanno minacciato le sale che dovevano proiettare 'The Interview', costringendo la Sony Pictures a ritirare il film.

La serie di opzioni comprende sanzioni economiche e bancarie ma, secondo funzionari alla Casa Bianca, non include quella di inserire la Corea del Nord nella lista dei paesi sponsor del terrorismo, come indicato in un primo momento. Nella conferenza stampa di fine anno, il presidente Obama ha detto che gli Usa risponderanno al cyberattacco contro Sony "in modo proporzionato, nelle modalità e nei tempi che decideremo".

Obama ha, inoltre, sottolineato che gli Stati Uniti hanno rinforzato l'infrastruttura della sicurezza informatica, ma che "di tanto in tanto possono esserci violazioni di questo tipo".

La Corea del Nord afferma di poter provare di non essere dietro agli attacchi informatici contro la Sony e alle minacce contro il film The Interview. Secondo l'agenzia nazionale Kcna, riportata dalla Foxnews, Pyongyang ha anche proposto agli Stati Uniti un'inchiesta congiunta.

Se gli Usa respingeranno la proposta della commissione d'inchiesta mista, Pyongyang, per bocca di un responsabile del ministero degli esteri, minaccia "gravi conseguenze".

Ieri l'Fbi aveva accusato esplicitamente la Corea del nord di essere all'origine degli attacchi informatici contro la Sony, che hanno portato alla rivelazione di molte mail, e delle minacce contro chi avesse proiettato il film satirico sulla Corea del Nord.

Oggi la Corea del nord ha definito "una calunnia" l'accusa di essere responsabile. In precedenza Pyongyang aveva negato di aver organizzato l'attacco informatico ma l'aveva definito "un'azione giusta".

 

(ats)

 

Articoli correlati

Dietro l'attacco hacker a Sony la Corea del Nord

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg