Home > Ticino e Regioni > Luganese

Cure a domicilio: operatori contro il CCL

19.09.2014 - aggiornato: 19.09.2014 - 18:42

Anche i collaboratori SCuDo si sono espressi in un sondaggio partecipato al 75% contro il Contratto collettivo di lavoro. Preferito, anche se con uno scarto minimo, il nuovo regolamento aziendale.

(foto Crinari)

Il Comitato del Servizio cure a Domicilio del Luganese (SCuDo), comunica di aver tenuto fede alla promessa, seguita alle polemiche sorte a causa della decisione del gennaio 2014 di rescindere il Contratto collettivo di lavoro cantonale per il personale occupato presso i Servizi di assistenza e cure a domicilio (COSACD), di interrogare direttamente i propri dipendenti in merito a tale risoluzione.

Infatti, mediante una votazione a scrutinio segreto, avvenuta in data 15 settembre 2014, è stato chiesto ai dipendenti del Servizio cure a Domicilio del Luganese se volessero tornare al COSACD oppure confermare il nuovo regolamento aziendale.

Lo spoglio delle schede, effettuato da parte del Notaio Renato Cabrini, ha rivelato la partecipazione di 167 dipendenti su un totale di 223 dipendenti attivi (quindi aventi diritto di voto), pari al 74,89%.

Di questi, 89 (pari al 53,29% del totale) hanno votato a favore del nuovo regolamento aziendale e 78 (pari al 46,71%) contro. Dunque, la maggioranza dei dipendenti ha rifiutato il ritorno al COSACD, decidendo di confermare il nuovo regolamento aziendale. Esso, che era già stato inoltre firmato da tutti i dipendenti, entrerà in vigore il 1° gennaio 2015.

Si ricorda che, a gennaio 2014, il Comitato SCuDo aveva presentato la disdetta del COSACD (con effetto dal 31 dicembre 2014) con i tre sindacati OCST, SIT e VPOD in seguito a forti contrasti con uno di essi.

I sindacati avevano reagito a tale risoluzione con una decisa opposizione, mettendo in atto una serie di misure che non hanno condotto a nessuna soluzione. Fra queste, si ricordano manifestazioni di piazza, lettere ai comuni del comprensorio, prese di posizione sui mezzi di comunicazione e altro ancora.

Inoltre, alcuni Delegati dell’assemblea SCuDo, legati ai sindacati, avevano raccolto le firme per indire due assemblee straordinarie, una nel mese di maggio 2014 e l’altra nel mese di giugno 2014, con lo scopo di esautorare il presidente del Comitato, Dr. Med. Sergio Macchi, e di costringere il Comitato stesso ad annullare la disdetta del COSACD. In entrambe le sedute, i delegati avevano confermato a maggioranza la decisione del Comitato di abbandonare il Contratto collettivo e respinto la proposta di esautorare il presidente Dr. Med. Sergio Macchi.

Recentemente, ancora insoddisfatti, i sindacati hanno inoltrato un’istanza all’Ufficio cantonale di conciliazione con lo scopo di convincere il Comitato a rivedere la propria decisione. La seduta davanti all’Ufficio di conciliazione ha avuto luogo il 18 settembre 2014.

Come scritto in un comunicato stampa del Comitato SCuDO, prendendo atto del risultato della votazione del 15 settembre, "il Comitato auspica che s’instauri finalmente un clima disteso intorno alla decisione di rescissione del COSACD e che anche i sindacati tengano conto della volontà espressa dalla maggioranza dei collaboratori, considerato inoltre che solo il 40% dei dipendenti SCuDo è affiliato a un sindacato".

Luganese

Divertimento per tutti i gusti a MelideICE

La Piazza di Melide torna ad animare le festività. Ghiaccio, eventi e molte novità dal 24 novembre al 7 gennaio, con la possibilità di pattinare dal …

Luganese

S. Abbondio in... Eurovisione

La RSI trasmetterà in diretta nel Continente la Messa della mattina di Natale. Il presidente del Consiglio parrocchiale, Americo Bottani: «Una vetrina …

Luganese

La Cattedrale in mano ai bambini

(LE FOTO) Quasi 600 bambini hanno riempito l'edificio inaugurato a metà ottobre dopo i restauri in occasione del pomeriggio organizzato dall'Oratorio di Lugano …

Luganese

La maglia nro 8 dell'AS Sessa a Cassis

Il neoconsigliere federale, l'ottavo ministro ticinese (da qui il numero sulla maglia), è stato omaggiato dal presidente del Club malcantonese Ferruccio Beti. …

Luganese

"L'orgoglio di essere sempre se stessi"

(LE FOTO) Parola di Ferruccio Piffaretti, direttore del Cinema Iride che, al traguardo dei 30 anni, ha conservato la sua coerenza storica senza voltar le spalle al progresso. …

Luganese

In Municipio, un assaggio del "cibo del futuro"

Dal 1. maggio in Svizzera è possibile la vendita di insetti a scopo alimentare. Tanti gli scettici, ma i municipali di Lugano hanno dato un assaggio a questo "fanta …

Luganese

Per il CSCS 5 anni con lustro

Era il 31 agosto del 2012 quando Alain Berset tagliò il nastro della nuova sede a Cornaredo, che con il trasloco in Città ha compiuto un ulteriore salto di qualit …

Luganese

Auto della Posta prende fuoco

(LE FOTO) È successo sulla strada cantonale a Mezzovico. Il conducente, accortosi di quanto stava accadendo, è riuscito a mettersi in salvo per tempo.

Luganese

A Lugano con il camper: ora si può

(LE FOTO) Inaugurata oggi, lunedì, l'area di sosta da otto posti nell'ex parcheggio del Parco Tassino.

Luganese

Un'altra centenaria a Paradiso

Con la signora Pierina Tomasini ad oggi sono 4 i centenari presenti alla CpA di Paradiso.

Luganese

Cucciolata ticinese di cani guida

Si tratta dei primi cuccioli della fondazione romanda nati in Ticino. I 9 cuccioli di Golden retriever sono nati a luglio e sono destinati a diventare cani guida per ciechi.

Luganese

La fattoria Alma diventa cosmopolita

Dal 23 luglio al 5 agosto l’azienda di Breno ospita 6 giovani volontari provenienti da diversi Paesi. Si tratta di un progetto sociale promosso dal Servizio civile …

Luganese

Asilo a Molino Nuovo: si parte

(LE FOTO) Pubblicata la domanda di costruzione della scuola dell'infanzia. Stimato un costo di 13,7 milioni. Previsto anche il riordino dei campi rionali e dello …

Luganese

Lugano, smaltimento acque sussidiato

In arrivo un credito di 884mila franchi dal Cantone. "Lo smaltimento delle acque - si rileva - deve essere periodicamente aggiornato". La parola al Gran …

Luganese

A Lugano emerge una... cannuccia!

È finalmente apparsa la grande mascotte del LongLake festival, alta ben 7 metri.

Luganese

Una vita dedicata alla scuola

INTERVISTA - La docente di Savosa Sandra Piccioli andrà in pensione dopo ben 41 anni di attività: "Ho iniziato all’età di 19 anni e ho concluso …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg