Home > Svizzera

«Sosteniamo la famiglia, però il matrimonio…»

12.11.2014 - aggiornato: 12.11.2014 - 08:08

La Commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio nazionale propone un controprogetto diretto all’iniziativa “Per il matrimonio e la famiglia". Marco Romano (PPD): «Credo che questi passi siano da dipingere come delle derive».

Con un solo voto di scarto (13 a 12), la Commissione dell’economia e dei tributi del consiglio nazionale (CET-N) propone un controprogetto diretto all’iniziativa popolare del PPD “Per il matrimonio e la famiglia - No agli svantaggi per le coppie sposate”. Rispetto alla proposta dei democristiani, il controprogetto non contiene alcuna definizione di matrimonio. La CET-N raccomanderà al plenum, che tratterà questo dossier in dicembre, di respingere l’iniziativa popolare.

 

La consultazione

La CET-N si era già espressa, in una seduta anteriore, a favore di un controprogetto diretto. Tuttavia, prima di decidere definitivamente sul suo contenuto aveva preferito svolgere una consultazione tra i Cantoni, i partiti politici rappresentanti alle Camere federali e le organizzazioni nazionali di difesa degli omosessuali (Pink Cross e LOS).

Secondo una note diramata ieri dai Servizi del Parlamento, il testo adottato definitivamente corrisponde a quello posto in consultazione. La maggioranza della CET-N vuole quindi la soppressione della disparità di trattamento dal profilo fiscale tra coppie sposate e coppie non sposate, lasciando la possibilità alle persone sposate di passare all’imposizione individuale.

 

Quest’ultimo aspetto, assieme all’assenza di qualsiasi definizione di “matrimonio” nel controprogetto diretto, si scosta dal testo dell’iniziativa popolare del PPD.
Alcune cerchie hanno giudicato discriminatoria la nozione di matrimonio quale «durevole convivenza, disciplinata dalla legge, di un uomo e di una donna» contenuta nel testo democristiano. Da qui la decisione della CET-N di consultare organizzazioni come Pink Cross e LOS che rappresentano gli interessi degli omosessuali.

In merito alla definizione di matrimonio inclusa nell’iniziativa, in una riposta del 20 febbraio scorso a un’interpellanza di Adèle Thorens (Verdi/VD), il Consiglio federale sosteneva che la definizione sotto accusa non fosse discriminatoria nei confronti delle coppie omosessuali che vivono in unione domestica registrata.

Per comprendere meglio il motivo per il quale proporre un controprogetto, abbiamo contattato il consigliere nazionale Marco Romano (PPD/TI). Romano ci ha spiegato che la decisione della Commissione del Nazionale «è un bruttissimo segnale per la famiglia. Io credo che nella società di oggi questi passi siano da dipingere come delle derive». Come detto, alcune critiche si riferivano alla definizione del termine matrimonio all’interno del testo. L’iniziativa, infatti, definisce il matrimonio come «l’unione tra un uomo e una donna». «Ma questo è già riconosciuto nel codice civile», risponde Romano. «Si coglie semplicemente per l’ennesima volta l’occasione per riaprire la discussione sulla famiglia in Svizzera, che nella Confederazione è già riconosciuta come l’unione tra un uomo e una donna. Poi ci sono altre unioni riconosciute. Questo attacco, quindi, è strumentale».

Secondo il consigliere nazionale, questo «attacco alla famiglia» mostra «che l’approccio fiscale è sempre più individuale e non riconosce più l’unità della famiglia. Marito e moglie vengono tassati separatamente, il che rende la situazione difficile. Di chi è la casa? In quale percentuale uno è proprietario della casa? È l’ennesima relativizzazione della famiglia».

Marco Romano sottolinea che il testo del PPD intendeva risolvere un’ingiustizia che esiste da sempre, confermata tra l’altro anche da una sentenza del tribunale federale del 1984. «Il testo del PPD dice che è ora che una coppia sposata paghi pari a una coppia convivente. la risposta deve essere sì o no, non un controprogetto», afferma il consigliere nazionale.

(ATS/RED)

Svizzera

Scene altamente realistiche a Kloten

(LE FOTO) Circa 400 persone dei servizi di pronto intervento e 300 comparse hanno simulato un attentato con una bomba tubo su un bus all'aeroporto zurighese.

Svizzera

Un'App per scoprire le banconote

Con la realtà aumentata dell'applicazione della BNS "Swiss Banknotes" si possono scoprire in modo divertente tutte le caratteristiche della nona serie di …

Svizzera

Camion contro tram, diversi feriti

L'incidente, che ha causato l'uscita dai binari del mezzo pubblico, è avvenuto in un incrocio di Muttenz (BL) in un momento in cui il traffico non era fluido.

Svizzera

L'oro perso va al Comune!

Due lingotti d'oro del valore di 100mili franchi, trovati in un prato da due operai comunali, a 5 anni dal ritrovamento sono diventati di proprietà del Comune di …

Svizzera

Pirata della strada pizzicato a Bienne

L'automobilista andava a 120km/h dove il limite è di 50. Nella settimana successiva i controlli hanno evidenziato un eccesso di velocità nello 0,25% dei casi …

Svizzera

"Di chi è il Buddha piovuto dal cielo?"

Questa la domanda che si pongono le autorità di Winterthur, dopo che i giardinieri comunali hanno trovato la statua di circa 3 metri in un parco cittadino.

Svizzera

Una tradizione reinventata

Dal Vallese arriva un nuovo tipo di formaggio da raclette a base di latte di mucca, capra e pecora. Sarà possibile degustarlo per la prima volta il 3 ottobre a Martigny …

Svizzera

Con l'auto quasi sui binari

È successo a un automobilista di 42 anni che stava percorrendo una rotonda a Samedan, in Alta Engadina. Nessuno è rimasto ferito.

Svizzera

1600 posti bici sotto la stazione di Zurigo

(LE FOTO) Il parcheggio sotterraneo, costato 13,5 milioni di franchi, è stato inaugurato sotto la Europaplatz, la nuova piazza che collega la stazione alla Europaallee …

Svizzera

Emoji sui francobolli, ma non solo

La Posta ha deciso in questa terza emissione filatelica di avvicinare ancora di più la realtà fisica e quella digitale, invertendo anche la rotta. 

Svizzera

Beccato a 106 km/h in Paese

A essere incappato in un controllo radar è stato un motociclista 18enne a Alterswilen (TG) dove il limite è di 50 km/h. Il giovane era sprovvisto della licenza di …

Svizzera

Una raccolta fondi per Bondo

La Catena della Solidarietà ha aperto un conto e sosterà immediatamente con 260mila franchi le famiglie e le imprese che hanno subito danni dalla colata di fango …

Svizzera

Scontro a tre sul raccordo di Zurigo

(LE FOTO) L'incidente ha coinvolto due veicoli pesanti e un furgone poco prima dell'entrata dal tunnel dell'Uetliberg. La rampa è rimasta bloccata per …

Svizzera

Rifugi e capanne saranno allacciate a Internet

Firmato un accordo tra le associazioni alpine e Swisscom finalizzato ad estendere i sistemi di comunicazione a diversi luoghi remoti in tutta la Svizzera. 

Svizzera

Ubriaco, finisce con l'auto nel torrente

Protagonista dell'incidente, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato a Sirnach (TG), è stato un conducente tedesco di 18 anni che aveva circa l'1 per …

Svizzera

Incidente mortale con la bici elettrica

A perdere la vita è stata una 35enne, nel Canton San Gallo, investita da un rimorchio trainato da un trattore dopo essere caduta nel tentativo di superare il mezzo …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg