Home > Svizzera

Strasburgo dà ragione a Perincek

17.12.2013 - aggiornato: 17.12.2013 - 15:04

Condannando il negozionista la Svizzera ha violato il principio della libertà di espressione.

Dogu Perincek. (KEYSTONE/Laurent Gillieron)

Nel condannare il nazionalista turco Dogu Perincek per discriminazione razziale nel 2007, la Svizzera ha violato il principio della libertà d'espressione. Lo afferma la Corte europea dei diritti umani di Strasburgo, alla quale l'imputato - che aveva negato il genocidio del popolo armeno - si era rivolto dopo la sua condanna pronunciata dal Tribunale federale (TF).

Perincek, presidente del Partito dei lavoratori della Turchia, aveva contestato pubblicamente l'esistenza di uno sterminio programmato della minoranza armena durante la prima guerra mondiale: in discorsi pronunciati nel 2005 a Losanna, Opfikon (ZH) e Köniz (BE) aveva fra l'altro parlato di una "menzogna internazionale".

Secondo la Corte europea, con questi propositi Perincek non ha commesso abusi di diritto. I giudici ricordano infatti che "il libero esercizio del diritto di dibattere apertamente di questioni sensibili e suscettibili di non piacere è uno degli aspetti fondamentali della libertà d'espressione".

"Questo diritto - prosegue ancora la corte - distingue una società democratica, tollerante e pluralista da un regime totalitario o dittatoriale". I giudici non si pronunciano sulla definizione giuridica di genocidio armeno. Essi ritengono che il termine "genocidio" sia "una nozione di diritto strettamente definita, le cui prove sono per altro difficili da fornire".

Contrariamente al TF, la Corte di Strasburgo dubita che si possa avere un consenso generale su avvenimenti come quelli chiamati in causa in questo caso, visto che la ricerca storica è per definizione controversa e discutibile e non si presta a conclusioni definitive o all'affermazione di verità obiettive e assolute.

Perincek era stato denunciato dall'Associazione Svizzera-Armenia che gli rimproverava di aver agito con intenti razzisti, riprendendo in pratica un'ideologia alla base della morte di un numero di armeni che secondo alcune stime arriverebbe a 1,5 milioni.

Per le sue dichiarazioni, Perincek era stato condannato nel marzo 2007 dal Tribunale di polizia di Losanna a una pena pecuniaria di 9'000 franchi, sospesa con la condizionale per due anni, più una multa di 3'000 franchi. La sentenza - giudicata razzista e imperialista dall'interessato, che aveva paragonato il procedimento a quello in uso presso l'Inquisizione spagnola - era stata confermata nel giugno successivo dalla corte di cassazione vodese.

Perincek si era quindi rivolto al TF, rimproverando sostanzialmente alla giustizia vodese di non aver proceduto a un'istruzione sufficiente per determinare se i massacri fossero avvenuti realmente. Nel dicembre 2007, i giudici di Losanna gli avevano risposto che scrivere la storia non incombe all'autorità penale: vi è un consenso generale, sia fra gli storici che in un pubblico più ampio, che il genocidio armeno è un fatto realmente avvenuto.

 

(ATS)

Svizzera

Quasi 50mila pacchi per "2xNatale"

Le merci donate saranno distribuite ai bisognosi in Svizzera, mentre i pacchi virtuali -circa 1700 - saranno impiegati per gli aiuti nell'Europa dell'est.

Svizzera

La svizzera più anziana compie 110 anni

Alice Schaufelberger-Hunziker ha festeggiato con i suoi famigliari. Anche se dati anagrafici aggiornati risalgono al 2016 e confermare il record è difficile, il …

Svizzera

Riciclare le capsule con La Posta

La collaborazione con Nespresso verrà integrata in tutta la Svizzera. La raccolta permette il riciclaggio sia dell'alluminio che dei fondi di caffé, usati per …

Svizzera

Esce di strada e sfonda una casa

È successo a Neuenkirch (LU). Un 28enne ha perso il controllo della sua vettura, dopo aver attraversato il bagno dell'abitazione ha finito la sua corsa nel giardino …

Svizzera

È l'anguilla il pesce del 2018

La scelta della Federazione svizzera di pesca è caduta su uno dei principali animali che un tempo popolavano i corsi d'acqua svizzeri, mentre oggi è una …

Svizzera

Sfonda il guardrail e finisce contromano

L'incidente è avvenuto a Spino, in Val Bregaglia. La conducente 26enne è rimasta illesa, mentre il veicolo ha riportato ingenti danni.

Svizzera

Tuffo fuori stagione per una Bentley

L'auto è finita nel lago di Zugo. I due occupanti si sono allontanati a piedi "con i vestiti bagnati" dal luogo dell'incidente senza contattare le …

Svizzera

Scene altamente realistiche a Kloten

(LE FOTO) Circa 400 persone dei servizi di pronto intervento e 300 comparse hanno simulato un attentato con una bomba tubo su un bus all'aeroporto zurighese.

Svizzera

Un'App per scoprire le banconote

Con la realtà aumentata dell'applicazione della BNS "Swiss Banknotes" si possono scoprire in modo divertente tutte le caratteristiche della nona serie di …

Svizzera

Camion contro tram, diversi feriti

L'incidente, che ha causato l'uscita dai binari del mezzo pubblico, è avvenuto in un incrocio di Muttenz (BL) in un momento in cui il traffico non era fluido.

Svizzera

L'oro perso va al Comune!

Due lingotti d'oro del valore di 100mili franchi, trovati in un prato da due operai comunali, a 5 anni dal ritrovamento sono diventati di proprietà del Comune di …

Svizzera

Pirata della strada pizzicato a Bienne

L'automobilista andava a 120km/h dove il limite è di 50. Nella settimana successiva i controlli hanno evidenziato un eccesso di velocità nello 0,25% dei casi …

Svizzera

"Di chi è il Buddha piovuto dal cielo?"

Questa la domanda che si pongono le autorità di Winterthur, dopo che i giardinieri comunali hanno trovato la statua di circa 3 metri in un parco cittadino.

Svizzera

Una tradizione reinventata

Dal Vallese arriva un nuovo tipo di formaggio da raclette a base di latte di mucca, capra e pecora. Sarà possibile degustarlo per la prima volta il 3 ottobre a Martigny …

Svizzera

Con l'auto quasi sui binari

È successo a un automobilista di 42 anni che stava percorrendo una rotonda a Samedan, in Alta Engadina. Nessuno è rimasto ferito.

Svizzera

1600 posti bici sotto la stazione di Zurigo

(LE FOTO) Il parcheggio sotterraneo, costato 13,5 milioni di franchi, è stato inaugurato sotto la Europaplatz, la nuova piazza che collega la stazione alla Europaallee …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg