Home > Meriam, abbiamo bisogno di non rimetterla nello spam

Meriam, abbiamo bisogno di non rimetterla nello spam

31.05.2014 - aggiornato: 31.05.2014 - 14:17

Leggere "oltre" la terribile notizia della sudanese imprigionata.

'Salvate Meriam', è il titolo in prima pagina del Times di Londra, che lancia un autorevole appello per Meriam. Nell'editoriale la pena viene definita "crudele e arcaica", e una violazione della Dichiarazione universale dei diritti umani.

La foto della piccola Maya, la bambina che Meriam ha partorito in prigione pochi giorni fa. (foto web)

Meriam, 27 anni, con il marito il giorno del matrimonio. La coppia ha anche un'altro figlio di soli 20 mesi.

Un cartellone di Amnesty per Meriam.

di Laura

Fino a qualche giorno fa la storia della cristiana sudanese imprigionata incinta a motivo della sua fede secondo la sharia era finita in quel serbatoio di notizie terribili che scatenano riprovazione ma non toccano il cuore.

C’è tanta di quella roba là fuori, sembra essere il ragionamento inconscio del nostro cervello implacabile come un algoritmo di Google, che qualcosa ci sfugge e non si può farsene una colpa se ogni tanto qualcosa finisce inavvertitamente nella cartella dello spam.

Quindi è stato per puro caso che ho letto la storia oltre i titoli. Scoprendo che Meriam è più giovane di noi mamme consapevoli fan dei giochi di legno. A 27 anni ha partorito in una prigione sudanese dove bisogna pregare per rimanere vive e la peridurale non c’entra niente.

Dall’infermeria tornerà presto in cella con la neonata e l’altro bimbo di venti mesi. Ho pensato a qualche giorno fa, quando su WhatsApp noialtre ci lamentavamo del senso di soffocamento dello stare in casa coi bimbi con il parco giochi fuori uso per la pioggia.

Meriam ha due anni di tempo: il governo sudanese le usa la “delicatezza” di rimandare l’esecuzione della pena per permetterle di allattare la piccola. In ogni lunghissimo giorno di quei brevissimi due anni Meriam sarà la casa, la libertà, gli occhi, il gioco e il nutrimento dei suoi bambini. Abbiamo bisogno di non rimetterla nello spam, per credere che in uno strazio così asfissiante ci sia un amore così sconfinato.

 

ARTICOLI CORRELATI

Meriam ha avuto una bambina

Stop alla condanna a morte per Meriam

Sudan: a morte una donna incinta, perché cristiana

Ficcanaso

Meriam, abbiamo bisogno di non rimetterla nello spam

Leggere "oltre" la terribile notizia della sudanese imprigionata.

Ficcanaso

Lo schiaffo famoso della sorella "unfamous"

Rapporti tra sorelle famose. Solange, sorella di Beyoncé, schiaffeggia il cognato, il rapper Jay Z...

Ficcanaso

L’anniversario dell’inizio del diluvio

L’abbiamo provata tutti quella sensazione di qualcosa che sfugge e scorre via proprio nel momento in cui pensavamo di avere le cose sotto …

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg