Home > i Super...stiTI e altri ticinesi d’élite

i Super...stiTI e altri ticinesi d’élite

18.02.2014 - aggiornato: 13.03.2014 - 10:09

Come se la sono cavata i nostri "emigranti" del calcio?

Mario Gavranovic (Zurigo) Un gol e il 6 del “Blick” nel 3-1 al Thun. «È stata una grande partita di tutta la squadra. Abbiamo imposto il nostro gioco e abbiamo vinto strameritatamente. Abbiamo avuto tante occasioni e dovevamo chiudere la partita ancora prima. Per noi è la terza vittoria in tre partite nel 2014! Sono molto contento per il gol e per la mia prestazione, di sicuro una delle migliori da quando sono a Zurigo». Bello sentirlo finalmente così soddisfatto.
 
Bruno Martignoni (Aarau) È entrato soltanto al 78’ al posto di Radice. La pessima prestazione di Jaggy potrebbe anche consentirgli di ritrovare la maglia da titolare settimana prossima contro lo Zurigo.
 
Michael Perrier (Sion) La sconfitta a Basilea ci sta, anche dopo il cambio di allenatore (da Roussey a Ponte). Peccato però per quella scarpata rimediata sulla fronte da Taulant Xhaka, che gli è costata sette punti e un bel turbante. Michael è comunque rimasto in campo, fino al 74’, quando è stato sostituito da Yartey. Ponte (già suo mister a Chiasso) lo ha piazzato in mediana, di nuovo al fianco di Kouassi.
 
Daniele Russo (San Gallo) Biancoverdi malmenati in casa dal GC, con il difensore ticinese in panchina. «Pesante sconfitta, fin troppo esagerata. Potevamo chiudere il primo tempo su un 3-0 tranquillo, ma non siamo riusciti a segnare altri gol, e così il Grasshopper ha pareggiato. Seconda parte di gara completamente diversa: meglio loro, che sono passati sul 2-1. Poi l’espulsione di Nushi ha segnato la partita. Andremo a Losanna per ripartire!».
 
Fulvio Sulmoni (Thun) L’altro rovescio della medaglia rispetto a Gavranovic. «Abbiamo sbagliato partita e ci siamo disuniti dopo il primo gol subìto. Noi siamo forti quando giochiamo da squadra e in questo caso non è avvenuto. Tuttavia, dopo due ottime partite, poteva starci una partita meno brillante. Ho rivisto con piacere Gavra e Armando e li ho trovati in ottima forma... purtroppo! (e sorride, ndr)».
 
Germano Vailati (Basilea) In panchina nell’1-0 rifilato al Sion.
 
Valon Behrami (Napoli) Torna titolare e il Napoli torna concreto e batte il Sassuolo. Quando Valon è in campo (anche se non ancora al 100%), con la sua solita grinta, la sua squadra vola (e Dzemaili intanto è tornato al gol...).
 
Gaetano Berardi (Sampdoria) In panchina nel 3-0 subìto dalla Roma.
 
Jonathan Rossini (Parma) In panchina nel 4-0 corsaro a Bergamo.
 
Mijat Maric (Lokeren) Ancora fermo ai box, è costretto a saltare il “derby” ticinese con Milicevic.
 
Danijel Milicevic (Gent) Entra al 56’ ma il suo Gent subisce il pareggio del Lokeren in piena zona Cesarini...
 
 
I Super… stiti

I Super..stiTI e altri ticinesi d'élite.

Maric sul tetto del Belgio!

I Super… stiti

I Super...stiTI e altri ticinesi d'élite

Perrier protagonista in negativo.

I Super… stiti

I super...stiTI e altri ticinesi d'élite

Un ottimo Gavranovic e tante panchine.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg