Home > 15 luglio: Rembrandt

15 luglio: Rembrandt

15.07.2015 - aggiornato: 29.07.2015 - 15:40

Generalmente considerato uno dei più grandi pittori della storia dell'arte europea, il suo periodo di attività coincide con quello che gli storici definiscono l'età dell'oro olandese.

Il ritorno del figliol prodigo, (1669)

Nato nel 1606 a Leida (Olanda), ottavo figlio di nove fratelli, Rembrandt si avvicina all'arte figurativa frequentando lo studio del pittore Isaaksz van Swanenburg che gli fa conoscere l'arte italiana e i suoi capolavori.

Negli anni venti del Seicento la pittura di tutta Europa è squassata dall'arte rivoluzionaria di Caravaggio che ottiene sorprendenti effetti realistici grazie all'uso del tutto personale delle luci. Una lezione che Rembrandt terrà ben presente.

Inoltre, esplosa l'Olanda sul piano economico, la città del pittore diviene un'importante centro umanistico e artistico, anche sotto l'impulso dell'università. Si sviluppa allora un'importante scuola pittorica seconda solo a quella di Utrecht il cui artista di punta fu Luca da Leida; un punto di riferimento importante per le prime esperienze pittoriche di Rembrandt.

 

Ma la vera occasione, per la carriera del pittore olandese, avviene nel 1631, poco dopo la morte del padre. Rembrandt infatti decide di lasciare Leida per Amsterdam. In questa città, si conclude la sua formazione, in particolare grazie alle lezioni di Pieter Lastman, celebre artista del luogo. Rembrandt, studia con attenzione i quadri di Lastman e ne impara la precisione e l'uso di colore tipicamente italiano, riproponendo alcuni dei soggetti storici del maestro. Grazie all'estrema abilità, ben presto però l'allievo supera il maestro. Se ne accorgono anche gli intenditori, che nel giro di poco tempo eleggono Rembrandt a loro beniamino. In questo periodo, dal 1634 al 1642, Rembrandt inaugura i suoi capolavori, che vanno dalla celeberrima "Lezione di anatomia del dottor Tulp" alla "Passione di Cristo".

 

Raggiunta la fama, a partire dagli anni 40 del seicento, comincia però il suo tracollo economico e familiare, a causa, da un lato della poco oculata gestione delle finanze e dall'altro dell'abbattersi di veri e propri drammi affettivi. Nel 1640 muore la madre e poco dopo anche la moglie. Non a caso, in questo periodo la produzione di Rembrandt rivela estrema sofferenza: negli autoritratti appare un uomo invecchiato e privo di vitalità.

 

rembr.jpg

 

In seguito, nel 1657 Rembrandt perde tutti i beni ed è costretto a trasferirsi in una modesta casa. Dopo il 1660, però, riesce a imporsi di nuovo sulla scena europea: dipinge i "Sindaci dei drappieri" e il "Giuramento dei Batavi", opere caratterizzate da un'estrema padronanza dei colori e della pennellata.

Negli ultimi anni Rembrandt decise di dipingere solo per sé, raggiungendo esiti altissimi. Si spegne nel 1669.

 

(red)

 

Il personaggio nato oggi

13 gennaio: Marco Pantani

Campione del ciclismo italiano, noto con il soprannome di “Pirata”, ha vinto nello stesso anno (il 1998) un Tour de France e un Giro d’Italia. L'inizio …

Il personaggio nato oggi

12 gennaio: Charles Perrault

Scrittore francese del '600, inventò famossisime favole come "Cappuccetto rosso", "Cenerentola" e "Il gatto con gli stivali".

Il personaggio nato oggi

10 gennaio: Rod Stewart

Un artista british dal gusto americano. Una icona del rock, dalla voce dal timbro unico capace di farsi apprezzare da un lato all'altro dell'oceano. Uno degli artisti …

Il personaggio nato oggi

9 gennaio: Kate Middleton

Duchessa di Cambridge, è protagonista del matrimonio del secolo con il principe William. Nel 2013 ha dato alla luce George, erede al trono d'Inghilterra. La nascita …

Il personaggio nato oggi

8 gennaio: Elvis Presley

Leggenda del rock, girò 33 film e con la sua voce e il suo carisma fece letteralmente impazzire l'America e il mondo. Avrebbe compiuto oggi 81 anni. 

Il personaggio nato oggi

7 gennaio: Charles Péguy

Brillante saggista, drammaturgo, poeta, critico e scrittore francese, nasce il 7 gennaio del 1873 a Orléans.

Il personaggio nato oggi

6 gennaio: Nek

Il cantante di Sassuolo, che oggi compie 44 anni, ha saputo incantare migliaia di fan con la sua musica dirompente e la sua personalità lontana dagli eccessi. 

Il personaggio nato oggi

5 gennaio: Hayao Miyazaki

Il re dell'animazione giapponese, fondatore dello Studio Ghibli e vincitore di Oscar. Colui che ha portato il personaggio di Heidi in tutto il mondo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg