Home > Rubriche > Tribuna libera

RSI e quegli operai di Montalcino

01.02.2018 - aggiornato: 01.02.2018 - 12:00

di Giovanni Berardi

Qualche anno fa, con alcuni amici si decise di visitare Roma e di raggiungere la capitale eterna percorrendo in bicicletta un tratto della Via Francigena, l’antico tragitto dei pellegrini. Si scelse di partire da Montalcino, una quarantina di chilometri a sud di Siena. Naturalmente io mi occupai dell’ammiraglia, un furgone in cui caricammo bici e bagagli e che partì dal Ticino in direzione della patria del Brunello. Giunti a Montalcino, ci fermammo in un parcheggio alle porte del borgo e i miei amici scaricarono le biciclette. Due operai comunali erano intenti alla manutenzione di un tombino. Notarono la targa svizzera e sentendoci parlare in italiano si avvicinarono. “Venite dal Canton Ticino?” ci chiesero. Poi con nostra grande sorpresa senza troppi convenevoli dissero: “Perché avete oscurato la Televisione della Svizzera Italiana che riuscivamo a vedere fin quaggiù?” e ancora “La vostra sì che era una televisione di qualità, per le famiglie, istruttiva e sempre bene informata e indipendente. Non come le nostre televisioni commerciali”. Restammo di stucco per l’inaspettata e pertinente lode per la nostra televisione. Più tardi, scoprimmo che l’oscuramento era dovuto al cosiddetto switch-off (in italiano: spegnimento) praticato nei confronti del segnale svizzero su territorio italiano per questioni di diritti d’autore. Ma al di là delle questioni tecniche, quali sono le conclusioni da trarre da questo aneddoto? Primo: se, come evidenziato dai due operai di Montalcino, persino all’estero riconoscono la pregevole e indiscutibile qualità della nostra radiotelevisione, non dovremmo a maggior ragione accorgercene pure noi? Secondo: proprio come quegli operai, potremmo rimpiangere pure noi di essere stati messi alla mercé di radio e tv commerciali, tutt’altro che indipendenti e dalla discutibile qualità. E di averlo addirittura scelto noi. Allora si reagisca votando un chiaro NO a No-Billag. Gli operai di Montalcino, loro, non hanno nemmeno potuto scegliere.

(Giovanni Berardi, presidente di Agrifutura)

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg