Home > Tecnologia

Una nuova molecola contro i linfomi

28.11.2017 - aggiornato: 28.11.2017 - 17:54

Il gruppo di ricerca dell'Istituto Oncologico di Ricerca, affiliato all'USI, ha testato il nuovo farmaco, che dimostra di poter inibire la crescita di questo tipo di tumori.

foto Crinari

In una pubblicazione sulla prestigiosa rivista scientifica Clinical Cancer Research, il gruppo di ricerca guidato da Francesco Bertoni dell’Istituto Oncologico di Ricerca (IOR, affiliato all’Università della Svizzera italiana), ha testato una nuova molecola, che dimostra di avere la capacità di inibire la crescita dei linfomi.

I linfomi sono dei tumori che si originano a partire dalle cellule del sangue, più in particolare dal tessuto linfatico. Vi sono numerosi tipi di linfomi e ognuno ha caratteristiche, aggressività, evoluzione e prognosi diverse. La cura prevista nella maggior parte dei casi comprende irradiazione e chemioterapia, due terapie invasive e troppo spesso invalidanti. Approcci biologici innovativi e la scoperta di nuove molecole biologiche stanno rivoluzionando l’approccio terapeutico e aumentando le possibilità di guarigione.

“Le cellule tumorali sono in grado di sfuggire ad ogni controllo fisiologico e di crescere in modo incontrollato grazie anche a dinamiche interne alla cellula. Lì infatti gruppi di proteine “pro-tumore” si possono attivare e non rispondere più ai normali meccanismi intracellulari di controllo “anti-tumore”. Tra le proteine “pro-tumore” è ben nota la rete composta dalle molecole di segnale “PI3K/AKT/mTOR”, che aiuta la sopravvivenza e la proliferazione delle cellule tumorali. Anche nei linfomi l’asse di segnale composto da PI3K/AKT/mTOR è attivo e sfugge ai meccanismi di regolazione “anti-tumore”. Quindi bloccarlo potrebbe essere una buona strategia per combattere i linfomi stessi” .

Il gruppo di ricerca guidato da Francesco Bertoni (che è vicepresidente del Gruppo Svizzero di Ricerca Clinica sul Cancro,SAKK) è composto anche dai ricercatori Chiara Tarantelli ed Eugenio Gaudio entrambi dello IOR. Il gruppo ha focalizzato il proprio lavoro sulla possibilità di inibire la via di segnale PI3K/AKT/mTOR con un nuovo farmaco dal nome PQR309 (bimiralisib) nei linfomi. PQR309 è una nuova molecola, prodotta da una azienda Svizzera, che blocca direttamente entrambe le proteine “PI3K” ed “mTOR” e in laboratorio ha dimostrato di avere capacità di inibire la crescita dei linfomi.

"In ospedale è già in uso un farmaco (idelalisib) che funziona bloccando solo un tipo specifico di proteina della famiglia delle “PI3K” (PI3K delta), ma molti pazienti non rispondono a questo trattamento. In laboratorio, invece PQR309 dimostra di avere attività anti-tumorale anche in modelli di linfoma che non rispondono a idelalisib. PQR309 sembra agire ancora meglio quando usato in combinazione ad altri interessanti farmaci con attività anti-tumorale. Inoltre, il meccanismo di azione del farmaco PQR309 è stato indagato e paragonato a quello di altri inibitori dei linfomi, con risultati molto utili a disegnare e/o migliorare schemi di trattamento in ospedale sui pazienti affetti da linfoma".

I risultati di questa ricerca, insieme agli studi condotti in ospedale (studi clinici), possono aprire nuove strade verso l’utilizzo di migliori trattamenti per persone affette da linfoma e aiutano a comprendere meglio i meccanismi che sono alla base di tali trattamenti. Questo genere di malattia è tra i 10 tumori più comuni negli adulti e la terza neoplasia più frequente in bambini e adolescenti. Nonostante i grossi successi raggiunti nel loro trattamento, le statistiche europee mostrano che circa 5 persone ogni 100mila muoiono ancora per linfoma ogni anno.

(Red)

Scienza e tecnologia

Frutta e verdura meglio delle creme

Altro che costose creme e sieri antirughe: il segreto per avere una pelle più giovane dopo i 50 anni risiede in una dieta ricca di frutta e verdura fresca.

Scienza e tecnologia

Il turismo spaziale è sempre più vicino

La capsula "Crew Capsule 2.0" della Blue Origin, destinata ai passeggeri, è stata portata in quota dal razzo New Shepard. Obiettivo: viaggiare nello spazio dal …

Scienza e tecnologia

L'acqua sulla terra è più antica della luna

L'ipotesi si basa sul confronto fra rocce lunari e terrestri. La collisione che avrebbe originato il satellite della terra avrebbe contribuito alle riserve idriche …

Scienza e tecnologia

La Svizzera vista dall'alto

Il programma "Viaggio nel tempo" della Confederazione permette di osservare l'evoluzione del territorio tramite immagini aeree scattate tra il 1979 e oggi.

Scienza e tecnologia

Il primo volo del Falcon Heavy

(FOTO E VIDEO) Il razzo della SpaceX di Elon Musk, lanciato con successo sulle note di "Life on Mars" di David Bowie, è infatti sulla traiettoria ideale per …

Scienza e tecnologia

Zhong e Hua, le scimmie clonate

La loro nascita è stata annunciata dall’Istituto di neuroscienze dell’Accademia cinese delle scienze di Shanghai. La tecnica usata è la stessa …

Scienza e tecnologia

Ecco Fabio, il primo robot licenziato

È successo in Scozia, dove era impiegato in un supermercato per accogliere i clienti gentilmente e rispondere alle loro richieste. Ma qualcosa non ha funzionato.

Scienza e tecnologia

La febbre del giro in orbita

La temperatura corporea degli astronauti impegnati nelle missioni di lunga durata è di circa 38 gradi, ma può aumentare fino ai 40 gradi.

Scienza e tecnologia

Ecco il solstizio d'inverno

Alle 17.28 di oggi, 21 dicembre, il Sole raggiungerà il livello più basso rispetto all'orizzonte per quell'ora. Sarà quindi il giorno pi …

Scienza e tecnologia

Scoperto un nuovo pianeta

Ruota attorno a una piccola stella ed è grande come Giove. Questa scoperta apre nuovi scenari e mette in dubbio alcune certezze scientifiche.

Scienza e tecnologia

Sistemi di assistenza alla guida, questi sconosciuti

Solo uno svizzero su 10 è ben informato in merito alle nuove tecnologie di sicurezza. Forse perché la maggior parte dei conducenti crede di non averne bisogno …

Scienza e tecnologia

I robot della Posta all'opera a Zurigo

(LE FOTO) L'ex regia federale ha deciso di usare nuovamente questa particolare tecnologia, già testata lo scorso autunno, grazie a una nuova collaborazione.

Scienza e tecnologia

Facebook sfida Netflix: ecco Watch

Si accende la corsa dei colossi del web per i contenuti video. Una strada che punta a tenere incollati gli utenti al social network e a far cresce i ricavi pubblicitari. …

Scienza e tecnologia

Ecco l'ascensore che va orizzontale

Si chiama Multi ed è in grado di aumentare del 50% la capacità di trasporto delle persone, riducendo del 60% i picchi di energia elettrica. 

Scienza e tecnologia

In arrivo 56 nuove emoji!

Rilasciata la versione definitiva da Unicode, ora le nuove immagini sono pronte per arrivare sui nostri smartphone. Ce n'è per tutti i gusti.

Scienza e tecnologia

Multa di 1 miliardo di euro a Google?

Secondo il 'Financial Times' la sanzione potrebbe arrivare nelle prossime settimane dall'antitrust UE per abuso di posizione nello shopping fornito dal motore …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg