Home > Sport > Calcio

Il calcio come una palestra di vita

20.03.2018 - aggiornato: 21.03.2018 - 13:10

PASSIONE CALCIO - I settori giovanili sono un vero e proprio fiore all’occhiello, che hanno come obiettivo formare i ragazzi sportivamente, ma anche dal profilo umano.

di Gianni Ballabio

 

Un bel fiore all’occhiello delle società calcistiche cosiddette minori sono le rispettive sezioni allievi. Tante: per centinaia e centinaia di ragazzi, adolescenti e giovani. Un modo intelligente per sfruttare adeguatamente il tempo libero, facendo dello sport e imparando da maestri bravi, pazienti, generosi. Il nostro grande Enrico Pestalozzi precisava con la sua saggezza che lungo il cammino di crescita e di apprendimento si devono educare “il cuore, il pensiero e la mano”.

Potremmo trasportare questa massima anche nell’insegnare a giocare a calcio? Probabilmente sì. La mano potrebbe stare per il corpo: da preparare fisicamente e tecnicamente. Basti pensare all’imparare a dare del tu al pallone come si dice abitualmente e non avere due piedi come due ferri da stiro per rifarsi al gergo vivace, innovatore e simpatico del grande Gianni Brera. Dare del tu al pallone può significare tante cose. Il saper fare lo stop e non mandare ogni volta il pallone dieci metri  avanti, correre con il pallone tra i piedi, ma con la testa che guarda ai compagni, al gioco, a quanto avviene. Educare il corpo significa pure renderlo tonico, con i canonici novanta minuti nei polmoni e soprattutto nelle gambe, sempre per stare al rigoroso e variopinto gergo calcistico.

Per l’educazione del pensiero si potrebbe accennare all’insegnamento tattico: sapere dove inviare il pallone, saper costruire, verticalizzare, fare triangolo, sfruttare le fasce e le ripartenze, entrare d’anticipo con tempi giusti. Insomma fare gioco di squadra. Tutte cose che si apprendono in allenamento e più ancora forse sul terreno di gara durante le partite.

Infine il cuore. Al riguardo si potrebbe dire tantissimo. Significa educare alla lealtà, al rispetto di avversari, regole e arbitro, al capire e comprendere l’errore, a socializzare, a non sottovalutare nulla, coscienti  inoltre che si tratta pur sempre di un gioco e di un sano divertimento al di là del risultato finale.

E il maestro? Come in ogni esperienza educativa l’esempio conta molto, anzi moltissimo. Deve essere anche bello, appese le scarpette bullonate al classico chiodo, dedicare tempo e passione per trasmettere con sapienza e pazienza quanto si è appreso e soprattutto vissuto nel corso degli anni sportivi. Con l’entusiasmo che deve sempre accompagnare chi sceglie di insegnare, qualsiasi sia l’ordine di scuola. L’entusiasmo e la competenza del maestro suscitano interesse e senza vero interesse l’allievo – di qualsiasi età e categoria – si annoia. Consapevoli pure che ogni vero apprendimento non ha mai un limite e il bravo maestro deve soprattutto insegnare una cosa fondamentale: “imparare a imparare” che non è un gioco di parole.

Poi concluso il previsto iter nelle giovanili, con il passaggio di categoria in categoria di pari passo con l’avanzare dell’età, può arrivare anche l’atteso e forse sognato debutto in prima squadra, dove la cordiale accoglienza dei grandi e degli stessi tifosi diviene espressione di simpatia e comprensione. L’impegno delle società calcistiche per le rispettive sezioni giovanili è veramente encomiabile. Dietro sta un forte lavoro di volontariato per allenamenti, gare, trasferte. Dietro sta soprattutto un serio impegno educativo che può avere positive incidenze anche fuori dal campo e della stessa pratica sportiva, perché l’avere appreso a rispettare e ad essere leali ha le sue ripercussioni valide a vari livelli, compresi i rapporti sociali. 

Un plauso quindi per tale impegno, presente pure in altre società sportive, come nel settore variegato della ginnastica per fare un esempio, e culturali, come nelle filarmoniche, che hanno delle vere scuole di musica, dapprima a livello sezionale e poi di perfezionamento a livello cantonale.

 

Calcio

Al via la campagna abbonamenti del Lugano

Nella prima fase di vendita i tifosi bianconeri avranno la possibilità di abbonarsi a un prezzo agevolato. Il 28-29 luglio i festeggiamenti per i 110 anni del Club.

Calcio

Gemelli nella vita e in campo

PASSIONE CALCIO - La storia e i ricordi calcistici di Fiorenzo e Silvano Albisetti: dal Chiasso al Real Caneggio. Due gemelli al 100% di cui parlano con entusiasmo.

Calcio

"Ole Ole" la canzone ufficiale della Nazionale

(IL VIDEO) La prima esclusiva del tormentone dei Mondiali, preparato da Dj Antoine e interpretato da Karl Wolf e Fito Blanko, si terrà l'8 giugno a Lugano.

Calcio

"Orgogliosi di quanto stiamo facendo"

PASSIONE CALCIO - A dirlo è Angelo Lavagetti, centrocampista del Novazzano, squadra di Seconda Interr. che lo scorso anno ha ottenuto la promozione.

Calcio

Un difensore con il mito di Crujiff

PASSIONE CALCIO - Il giocatore del Riva (Quarta Lega) Fabio Dotti si divide tra la professione di giornalista e il pallone da calcio: "La mia passione numero 1 …

Calcio

"Il nostro obbiettivo sono i quarti"

PASSIONE CALCIO - La nazionale svizzera romperà il ghiaccio agli Europei Under 17 in Inghilterra il prossimo 4 maggio. Tra i convocati anche il ticinese Lucio Soldini. …

Calcio

Per i bimbi Cornaredo si tinge di verde

I giocatori del FC Lugano indosseranno una maglia speciale verde in occasione della partita contro il Losanna in programma il 10 maggio.

Calcio

Un portiere che fa il pompiere

PASSIONE CALCIO - Tra i pali del Monteceneri, il calcio accompagna il 27enne Simone Scoglio sin dall'infanzia.

Calcio

L'enologo diviso tra vino e calcio

PASSIONE CALCIO - Per Gabriele Bianchi, che gioca nell'Arogno, il pallone è una valvola di sfogo. Nella vita sta costruendo il proprio futuro presso l' …

Calcio

"Il calcio? Pura passione "

PASSIONE CALCIO - Intervista a Christian Casanova, attaccante del Cademario: "Il pallone fa parte della mia quotidianità; impossibile tagliare il cordone ombelicale …

Calcio

"Lavoro per diventare un professionista"

PASSIONE CALCIO - Intervista a Matvei Safonov, portiere e capitano del Krasnodar, squadra che si è imposta al Torneo internazionale Under 18 di Bellinzona.

Calcio

"Peccato per quei calci di rigore"

PASSIONE CALCIO - Intervista a Ivan Facchin, attaccante di Chiasso e Team Ticino, che commenta l'esito del Torneo Internazionale Under 18 di Bellinzona.

Calcio

"Vince chi ha più fame degli avversari"

PASSIONE CALCIO - Lo scorso anno Gian Luca Iaconis ha realizzato 20 reti con il Novazzano, guidando i gialloblù verso la promozione e aggiudicandosi il Trofeo Ritter.

Calcio

Parola ai protagonisti del derby

PASSIONE CALCIO - Le videointerviste al difensore del Bellinzona Daniel Maffi, al giocatore del Mendrisio Noel Kabamba e al granata David Stojanov.

Calcio

"Non lascerò scappare l'occasione con il Belli"

PASSIONE CALCIO - In attesa del derby di Prima Lega Mendrisio-Bellinzona, abbiamo fatto due chiacchiere con l'attaccante granata Giovanni Italo.

Calcio

"Il calcio ha cambiato priorità più volte"

PASSIONE CALCIO - Olindo Regazzi, difensore del Gambarogno-Contone, si racconta. Un talento con ambizioni di carriera che però ha deciso di puntare su altro.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg