Home > Sport > Calcio

L’educazione per fermare la violenza

19.02.2018 - aggiornato: 26.02.2018 - 16:01

PASSIONE CALCIO - Intervista a Fulvio Biancardi, presidente della Federazione Ticinese di Calcio, che è in prima linea per arginare il fenomeno della violenza nel calcio.

di Gianluca Pusterla

 

Sabato 13 maggio. Siamo a Losone. In un caldo pomeriggio dal clima estivo va in scena una partita degli allievi A. Dovrebbe essere una gara tranquilla, ma così non è. Un giocatore viene espulso e scaglia un pugno contro l'arbitro (minorenne). Da lì in poi i presenti assistono a una serie di scene riprovevoli, che mai vorremmo vedere all'interno del rettangolo verde di gioco. Purtroppo non è la prima volta che in un campo ticinese ragazzi, genitori e allenatori scaricano le loro frustrazioni. La Federazione Ticinese di Calcio non ci sta, si è toccato il fondo e bisogna intervenire prima che sia troppo tardi. Il primo provvedimento adottato è quello di sospendere tutti i campionati degli allievi (A, B, C, D9) di competenza tecnica della FTC per una settimana, e oltre a questo le gare degli attivi sono iniziate con 15 minuti di ritardo.

Basta così? Assolutamente no. Come ci spiega il presidente della FTC Fulvio Biancardi il vero lavoro di prevenzione è iniziato dopo la misura sospensiva. «Il rischio reale era che tutto il movimento calcistico, passata la “bufera”, si dimenticasse di quanto successo. Abbiamo quindi costituito un gruppo di lavoro denominato “Fairness” (in collaborazione con il DECS), con il compito di individuare proposte praticabili, nell'ottica di contribuire alla lotta contro la violenza e la maleducazione nello sport in generale. Tante riunioni, incontri e telefonate, ascoltando le idee di ognuno, purché fossero concrete. Tra le misure, per esempio, una lettera di un giovane calciatore al proprio padre. «Guarda la partita e lasciami giocare papà. Perché io non desidero nient’altro che giocare».

L'obiettivo, chiaramente, è quello di far riflettere quei genitori che vivono le partite dei loro figli con eccessivo pathos. La missiva, stampata su un cartellone, è stata inviata a tutte le società e la potete trovare in prossimità dei campi. Ma c'è dell'altro, come un codice etico che i giocatori del calcio regionale devono sottoscrivere e un'immagine, un disegno, in cui si chiede d'applaudire e anch'esso è da mostrare nelle strutture sportive del nostro Cantone. «Credo siano dei piccoli gesti, ma abbiamo voluto dare dei segnali. Parallelamente, in collaborazione con Aristide Cavaliere e Gianni Padlina, vogliamo promuovere una campagna mediatica a più alto livello, con spot televisivi e tutto il necessario per far passare un messaggio positivo. Una bella sinergia con chi da anni è attivo nel campo dei media è ha un konw-how ragguardevole.

Negli scorsi mesi abbiamo creato la società Media Techno SA e attualmente stiamo iniziando a preparare i primi spot». Biancardi ci spiega alcune possibilità, come mettere sulla schiena dei giovani arbitri la lettera “L” (come succede con chi fa scuola-guida), per far capire ai giocatori e a chi va a vedere le partite che si tratta di ragazzi alle prime armi, che vanno incoraggiati, aiutati e pure compresi. «Siamo una piccola Federazione, ma che si dà tanto da fare e vogliamo poter esportare il nostro modello, semplice ed efficace, a livello svizzero e pure europeo». Gli attori in gioco ci spiegano come siano già stati avviati i contatti e pure il presidente della FIFA Gianni Infantino ha certificato la bontà del lavoro fin cui nato dalla sinergia tra FTC e PubliSuisse. Di carne al fuoco ce n'è molta e a breve prenderà il via un concorso per le scuole, rivolto ai ragazzi che rappresentano per noi il futuro e degli ottimi ambasciatori in casa. «I ragazzini – sottolinea ancora il presidente Biancardi – hanno una visione della realtà differente dalla nostra e sono sicuro che il materiale che riceveremo sarà di alto livello e potrà dare un grande contributo alla nostra causa».

L'avvocato Fulvio Biancardi, alla testa del movimento calcistico ticinese dall'estate del 2015, ci spiega che l'incarico di presidente è molto impegnativo e sono tante le sollecitazioni che ogni settimana riceve. «Mi preme però mettere l'accento su un aspetto: il 98% di quello che succede nel calcio regionale è positivo. Non dobbiamo pensare che va tutto male; c'è gente che si impegna, che regala il suo tempo e soprattutto si diverte giocando a calcio. Come FTC muoviamo 15'000 tesserati e ovviamente tra così tante persone troviamo sicuramente qualcuno che non si comporta bene». Per la chiosa finale Biancardi ci rammenta che la società sta cambiando, la mentalità delle persone è diversa e quindi le reazioni non sono più le stesse. «Il nostro obiettivo più grande è che questa deriva non si espanda, ma contenerla e lavorare dove possiamo per migliorare». La Federazione ci sta mettendo grande impegno e sta lavorando con tutte le forze per arginare la violenza. Ma affinché questo sia possibile lo sforzo più grande lo dobbiamo fare noi tutti. Il calcio è un gioco, una passione. Le mani usiamole per applaudire e per stringere in segno di rispetto quelle di un nostro compagno o di un avversario, non per fare altro...

 

Calcio

Al via la campagna abbonamenti del Lugano

Nella prima fase di vendita i tifosi bianconeri avranno la possibilità di abbonarsi a un prezzo agevolato. Il 28-29 luglio i festeggiamenti per i 110 anni del Club.

Calcio

Gemelli nella vita e in campo

PASSIONE CALCIO - La storia e i ricordi calcistici di Fiorenzo e Silvano Albisetti: dal Chiasso al Real Caneggio. Due gemelli al 100% di cui parlano con entusiasmo.

Calcio

"Ole Ole" la canzone ufficiale della Nazionale

(IL VIDEO) La prima esclusiva del tormentone dei Mondiali, preparato da Dj Antoine e interpretato da Karl Wolf e Fito Blanko, si terrà l'8 giugno a Lugano.

Calcio

"Orgogliosi di quanto stiamo facendo"

PASSIONE CALCIO - A dirlo è Angelo Lavagetti, centrocampista del Novazzano, squadra di Seconda Interr. che lo scorso anno ha ottenuto la promozione.

Calcio

Un difensore con il mito di Crujiff

PASSIONE CALCIO - Il giocatore del Riva (Quarta Lega) Fabio Dotti si divide tra la professione di giornalista e il pallone da calcio: "La mia passione numero 1 …

Calcio

"Il nostro obbiettivo sono i quarti"

PASSIONE CALCIO - La nazionale svizzera romperà il ghiaccio agli Europei Under 17 in Inghilterra il prossimo 4 maggio. Tra i convocati anche il ticinese Lucio Soldini. …

Calcio

Per i bimbi Cornaredo si tinge di verde

I giocatori del FC Lugano indosseranno una maglia speciale verde in occasione della partita contro il Losanna in programma il 10 maggio.

Calcio

Un portiere che fa il pompiere

PASSIONE CALCIO - Tra i pali del Monteceneri, il calcio accompagna il 27enne Simone Scoglio sin dall'infanzia.

Calcio

L'enologo diviso tra vino e calcio

PASSIONE CALCIO - Per Gabriele Bianchi, che gioca nell'Arogno, il pallone è una valvola di sfogo. Nella vita sta costruendo il proprio futuro presso l' …

Calcio

"Il calcio? Pura passione "

PASSIONE CALCIO - Intervista a Christian Casanova, attaccante del Cademario: "Il pallone fa parte della mia quotidianità; impossibile tagliare il cordone ombelicale …

Calcio

"Lavoro per diventare un professionista"

PASSIONE CALCIO - Intervista a Matvei Safonov, portiere e capitano del Krasnodar, squadra che si è imposta al Torneo internazionale Under 18 di Bellinzona.

Calcio

"Peccato per quei calci di rigore"

PASSIONE CALCIO - Intervista a Ivan Facchin, attaccante di Chiasso e Team Ticino, che commenta l'esito del Torneo Internazionale Under 18 di Bellinzona.

Calcio

"Vince chi ha più fame degli avversari"

PASSIONE CALCIO - Lo scorso anno Gian Luca Iaconis ha realizzato 20 reti con il Novazzano, guidando i gialloblù verso la promozione e aggiudicandosi il Trofeo Ritter.

Calcio

Parola ai protagonisti del derby

PASSIONE CALCIO - Le videointerviste al difensore del Bellinzona Daniel Maffi, al giocatore del Mendrisio Noel Kabamba e al granata David Stojanov.

Calcio

"Non lascerò scappare l'occasione con il Belli"

PASSIONE CALCIO - In attesa del derby di Prima Lega Mendrisio-Bellinzona, abbiamo fatto due chiacchiere con l'attaccante granata Giovanni Italo.

Calcio

"Il calcio ha cambiato priorità più volte"

PASSIONE CALCIO - Olindo Regazzi, difensore del Gambarogno-Contone, si racconta. Un talento con ambizioni di carriera che però ha deciso di puntare su altro.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg