Home > Sport > Olimpiadi

Lo sci di fondo nel mirino

04.02.2018 - aggiornato: 04.02.2018 - 20:33

Un'inchiesta condotta da diversi media europei avrebbe portato a galla una serie di dati sanguigni sospetti.

Lo sci di fondo e il doping...

© Keystone

Oltre cinquanta fondisti, tra quelli impegnati agli imminenti Giochi olimpici, sarebbero entrati nel mirino di un’inchiesta riguardante una serie di dati sanguigni considerati sospetti. Tale inchiesta è stata sviluppata da diversi media europei, tra cui il sito svizzero “Republik”. Consultati 10.000 test del sangue, riguardanti 2.000 atleti. Questo il verdetto: 290 atleti, tra cui 11 svizzeri, non sarebbero in regola. Tra questi atleti, anche molti vincitori di medaglie nelle grandi competizioni internazionali a partire dall’inizio del secolo. «Il 46% delle medaglie distribuite nel fondo ai Mondiali e ai Giochi olimpici tra il 2001 e il 2017 sono andate a atleti i cui valori sanguigni hanno presentato una o più anomalie», ha sottolineato la tedesca ARD.

Olimpiadi - Premi

Tra i giornalisti veterani uno svizzero

Peter A. Frei è risultato secondo solo all'italiano Giuliano Bevilacqua per la maggiore presenza ai giochi olimpici. A lui un premio speciale.

Olimpiadi - Rio 2016

Giulia Steingruber portabandiera svizzera

La ginnasta sangallese è la prima donna dopo 28 anni a portare il vessillo nei Giochi estivi.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg