Home > Sport > Olimpiadi

Socialisti contro i Giochi olimpici

22.12.2016 - aggiornato: 22.12.2016 - 12:24

Unico partito nel governo cantonale, il PS grigionese si oppone alla candidatura del per ospitare i Giochi invernali nel 2026.

© Foto dal Web

La sezione grigione del Partito socialista non vuole i Giochi olimpici invernali del 2026. Lo ha deciso ieri sera a larga maggioranza il comitato del partito composto di 50 persone. Quest'ultimo invita gli elettori a pronunciarsi, il prossimo 12 di febbraio, contro il credito di 25 milioni per la preparazione della candidatura.

Il PS è l'unico partito rappresentato nel governo retico ad opporsi alla manifestazione. La decisione del comitato per il "no" è stata adottata a larga maggioranza dopo una lunga discussione, raccogliendo solo un voto a favore, ha dichiarato all'ats il segretario del partito cantonale Lukas Horrer.

Il PS grigione, ha poi spiegato, non è contrario per principio ai Giochi olimpici. A dare fastidio, soprattutto, sono però i modi del comitato promotore. È infatti una pura "forzatura", secondo Horrer, ritornare alla carica con una nuova candidatura tre anni dopo il "niet" popolare alle Olimpiadi del 2022. Si ha la sensazione, ha affermato il segretario del partito, che si vogliano imporre dall'alto "i giochi alla popolazione".

(Ats)

Olimpiadi - Premi

Tra i giornalisti veterani uno svizzero

Peter A. Frei è risultato secondo solo all'italiano Giuliano Bevilacqua per la maggiore presenza ai giochi olimpici. A lui un premio speciale.

Olimpiadi - Rio 2016

Giulia Steingruber portabandiera svizzera

La ginnasta sangallese è la prima donna dopo 28 anni a portare il vessillo nei Giochi estivi.

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg