Home > Svizzera

Esercito, servono più soldi

10.04.2017 - aggiornato: 11.04.2017 - 12:55

I 5 miliardi di franchi all'anno stanziati alle Forze armate non sono sufficienti, lo afferma a 100 giorni dall'inizio del suo mandato il Capo dell'Esercito, Philippe Rebord.

Philippe Rebord, Capo dell'Esercito svizzero

© KEYSTONE/Anthony Anex

Il capo dell'Esercito Philippe Rebord vuole più soldi per le Forze armate. I 5 miliardi all'anno stanziati dal Parlamento non sono sufficienti a lungo termine, ha dichiarato oggi in conferenza stampa a Berna.

In occasione dei primi 100 giorni del suo mandato, Rebord ha ricordato l'artiglieria o i carri armati ormai vecchi. O si rinnovano i sistemi d'armamento, o si avranno delle carenze in futuro. Quale sia la somma adeguata per raggiungere gli obiettivi, ancora non è chiaro.

Chiara è invece la situazione degli aerei da combattimento: il Consiglio federale vuole prolungare la durata di vita degli F/A-18 fino al 2025. Se il Parlamento boccerà questa idea, non ci saranno più Forze aeree, ha affermato Rebord. I nuovi velivoli devono essere scelti entro il 2020, ha sottolineato.

La priorità è comunque la riforma dell'esercito, che entrerà in vigore l'anno prossimo. "La fase di pianificazione è finita, ora si passa all'applicazione", ha spiegato ai media.

Il capo dell'Esercito si è dichiarato soddisfatto degli obiettivi precisi ricevuti dalla politica. Fra le altre cose, l'aumento della prontezza di intervento: in un lasso di tempo fra uno e tre giorni 8'000 militari equipaggiati devono essere pronti all'azione, ed entro dieci giorni 35'000.

Per raggiungere questo scopo servono 18'000 reclute all'anno, una cifra che potrebbe creare problemi: l'ultima scuola reclute è stata infatti completata solamente da 18'109 militi. In questo senso sono già state prese misure per evitare i numerosi abbandoni che si registrano nel primo mese di servizio. Il servizio civile, che sempre più spesso "ruba" potenziali militari, è invece affare della politica, ha detto Rebord.

Un altro settore su cui lavorare è quello della guerra elettronica. L'Esercito sta creando una rete sicura totalmente indipendente, che dovrebbe essere completamente operativa nel 2023. Le competenze per un cyber-attacco sono ormai disponibili, anche se mancano le basi legali per sferrarlo.
Nonostante l'importanza dei conflitti elettronici, le armi pesanti rimangono comunque fondamentali, secondo il capo dell'Esercito.

(Ats)

Svizzera

Esercito, servono più soldi

I 5 miliardi di franchi all'anno stanziati alle Forze armate non sono sufficienti, lo afferma a 100 giorni dall'inizio del suo mandato il Capo dell'Esercito, …

Svizzera

I prodotti bio piacciono agli svizzeri

In aumento sia il numero di aziende del settore così come quello dei consumatori. La Confederazione al primo posto per la spesa pro capite per il loro acquisto.

Svizzera

Sugli aerei con meno oggetti contraffatti

L'anno scorso il numero di sequestri è nettamente diminuito. Oltre un terzo della merce erano borse o portafogli. Seguono vesti, orologi, occhiali e gioielli. …

Svizzera

Migros ha la miglior reputazione

Per la quarta volta si aggiudica il primo posto nella graduatoria svizzera. Seguono Rega e Ricola.

Svizzera

Coop Edile+Hobby richiama una bici

Si tratta della Road Cat II: l'Ufficio prevenzione infortuni spiega che a causa di un componente difettoso, in casi estremi le viti del manubrio potrebbero allentarsi …

Svizzera

Nuova visibilità ai parchi grigionesi

Approvato dal governo retico un credito di 459 mila franchi per il progetto "Park Information Graubünden". Si amplia in questo modo la cooperazione con Grigioni …

Svizzera

Obbligo di prenotazione per le bici

Le FFS hanno deciso di introdurlo dal 21 marzo al 29 ottobre per tutti coloro che vogliono portare con sé la due ruote sui treni che transitano nella galleria del San …

Svizzera

È iniziata la primavera!

L'arrivo esatto alle 11.28 di oggi, 20 marzo, quando i raggi del sole erano perpendicolarmente sopra l'equatore. Il soleggiamento odierno durerà 12 ore e 10 …

Svizzera

Viaggiava con 8 pitoni in auto

L'uomo è stato fermato sabato a Diessenhofen, nel Canton Turgovia, dopo che aveva appena passato la frontiera. I serpenti sono stati sequestrati.

Svizzera

Auto contro camion... ma solo per test

Le autorità del Canton Vaud, TCS e l'USTRA hanno simulato un incidente per sensibilizzare gli automobilisti sul pericolo che corrono gli operai al lavoro sulle …

Svizzera

Scarcerato Marco Camenisch

All'"ecoterrorista" poschiavino è stata concessa la libertà condizionata, che finora gli era sempre stata negata. Ha passato 29 anni in carcere …

Svizzera

La puntualità della Posta

Almeno il 98% di lettere (sia posta A che B) e pacchi sono arrivati a destinazione nei tempi previsti. La Posta Svizzera si piazza così ai primi posti a livello …

Svizzera

Anche a Zugo bus senza conducente

Saranno i primi ad interessare tratti stradali su cui circolano autovetture. In precedenza anche Sion aveva lanciato questo progetto ma in punti inaccessibili alle auto. …

Svizzera

Gru mobile cade in un dirupo

(LE FOTO) È successo a Rorschacherberg, nel Canton San Gallo. L'incidente ha causato 100'000 franchi di danni, ma nessun ferito.

Svizzera

Nel 2016 il PIL è cresciuto dell'1,3%

Secondo i dati provvisori diffusi dalla Segreteria di Stato dell'economia. Nel 2015 il Prodotto interno lordo era aumentato dello 0,8%.

Svizzera

Vero e proprio scivolone per Blocher

L'ex consigliere federale UDC è scivolato su una chiazza d'acqua riportando ferite multiple al naso. È stato operato nella notte.

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

bellinzon-1.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg