Home > Svizzera

Il salario minimo in arrivo a Neuchâtel

31.08.2017 - aggiornato: 31.08.2017 - 17:27

Si tratta del primo Cantone a disporre di una legge che fissa una busta paga minima. Un tema che interessa il Ticino, dove il popolo ha adottato un'iniziativa tuttora inapplicata.

È corsa contro il tempo nel Canton Neuchâtel per la concretizzazione del salario minimo di 20 franchi all'ora. Una sentenza del Tribunale federale (TF), pubblicata lo scorso 4 agosto, stabilisce proprio per questa data l'entrata in vigore del provvedimento. Il Consiglio di Stato ha posto oggi in consultazione, per poco meno di un mese, un progetto di regolamento d'applicazione. Un'attuazione piena della paga minima non è attesa prima di novembre.

Nella sentenza del 21 luglio, il TF ha respinto i ricorsi inoltrati da padronato e organizzazioni economiche contro un salario minimo orario di 20 franchi a Neuchâtel. Concretamente i ricorsi erano rivolti contro la legge adottata nel maggio del 2014 dal Gran Consiglio che ha fissato un salario minimo annuale di 41'759 franchi per una settimana lavorativa di 41 ore, ciò che corrisponde a dodici mensilità di 3480 franchi.

Nella sentenza il TF, considerando la legge neocastellana una misura di politica sociale, la giudica conforme al principio costituzionale della libertà economica e non lesiva del diritto federale. La norma, che concretizzava una modifica della Costituzione cantonale del 2011, prevedeva un'attuazione graduale, che avrebbe lasciato il tempo di adattarsi agli imprenditori.

La sentenza del TF non permette di spostare nel tempo i termini - tutti scaduti - previsti originariamente dalla legge, ha spiegato oggi in una conferenza stampa a Neuchâtel il responsabile del Dipartimento cantonale dell'economia e dell'azione sociale Jean-Nathanaël Karakash (PS). 

Il salario minimo è direttamente applicabile, anche per i settori che sottostanno a un contratto collettivo di lavoro, ha sottolineato. Per il consigliere di Stato è dunque imperativo elaborare rapidamente un regolamento d'applicazione, in particolare per fare chiarezza sulle situazioni per cui valgono eccezioni. Stando alla legge, il Consiglio di Stato ha infatti la competenza di fissare rimunerazioni più basse per determinati settori economici, in particolare agricoltura e viticoltura.
Malgrado la necessità di procedere rapidamente, il governo cantonale vuole puntare su un lavoro di qualità, prendendosi il tempo di consultare le parti sociali, ha affermato Karakash. Il progetto di regolamento di applicazione è dunque stato posto in consultazione fino al 29 settembre. Il Consiglio di Stato spera di poterlo adottare in ottobre e di porlo in vigore per il primo novembre.

Il regolamento prevede in particolare che la commissione tripartita di osservazione del mercato del lavoro sorvegli l'applicazione delle nuove disposizioni. Avrebbe la competenza di elaborare direttive e pronunciare decisioni; inoltre pubblicherebbe un rapporto annuale. "Non faremo una caccia alle streghe per il periodo da agosto alla fine dell'anno", ha commentato Karakash. Un dispositivo di osservazione sarà funzionante dall'anno prossimo.

I lavoratori al beneficio della paga minima potranno chiedere l'effetto retroattivo al 4 agosto e in teoria potranno portare il loro caso davanti a un tribunale se non dovessero ottenerlo. Ma il Consiglio di Stato conta su un'entrata in vigore pragmatica del salario di 20 franchi orari, in uno spirito di dialogo e partenariato sociale, ha affermato Karakash.

La legge prevede che il salario minimo neocastellano sia adattato all'inflazione a scadenza annuale. Dato che quest'anno l'indice dei prezzi al consumo è negativo, la busta paga minima risulta essere di 19,70 franchi all'ora.

Neuchâtel è il primo Cantone a disporre di una legge che fissa una busta paga minima. Le decisioni neocastellane interessano in Ticino, dove il popolo ha adottato nel 2015 un'iniziativa popolare dei Verdi tuttora inapplicata.

In Ticino iniziativisti e sindacati da un lato e mondo economico dall'altro non sono riusciti ad accordarsi su una retribuzione minima. I primi non vogliono che sia inferiore ai 3500 franchi, mentre il secondo auspica un minimo attorno ai 3000 franchi, facendo riferimento alla busta paga più modesta fissata nella maggior parte dei contratti normali di lavoro in vigore in Ticino. La patata bollente è ora nelle mani del Consiglio di Stato.

(Ats)

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg