Home > Svizzera

"Le attuali armi svizzere sono spuntate"

16.08.2016 - aggiornato: 16.08.2016 - 18:29

A dirlo è un comitato interpartitico che invita ad approvare il 25 settembre la nuova Legge federale sulle attività informative: "In gioco ci sono la libertà e la felicità".

© AP Photo/David Becker

Le attuali armi di cui dispongono gli "007" elvetici per contrastare la minaccia terroristica sono "spuntate". Per questo, un comitato interpartitico (PLR, PPD, UDC, PBD, parte dei Verdi liberali e dei socialisti) invita ad approvare il 25 settembre la nuova Legge federale sulle attività informative (LAin) contro la quale è stato lanciato il referendum. Per il comitato sono in gioco nientemeno che la libertà e la felicità della popolazione.

A lanciare il referendum contro la LAin è stata l'Alleanza contro lo Stato ficcanaso, di cui fanno parte Gioventù socialista, Verdi, socialisti, Partito Pirata, Partito del Lavoro, Gruppo per una Svizzera senza esercito nonché altre organizzazioni come dirittifondamentali.ch, Digitale Gesellschaf, Syndicom e Lista Alternativa di Zurigo. Secondo i promotori della consultazione popolare, la LAin erode in maniera massiccia la sfera privata, col rischio di sfociare in un'inutile sorveglianza di migliaia di persone: gli estesi poteri concessi ai servizi segreti trasformerebbero ogni singolo cittadino in un potenziale sospetto.

Libertà minacciata

Di parere opposto il comitato "Sì alla LAin", secondo cui si tratta di dotare i servizi informativi della Confederazione di quegli strumenti in grado di prevenire le minacce attuali, come il terrorismo di matrice islamica. Per Corina Eichenberger (PLR/AG), di fronte alla radicalizzazione islamista e al pericolo rappresentato dai combattenti di ritorno dall'Iraq e dalla Siria, i nostri servizi segreti sono attualmente "muti e ciechi". 

Per difendere le nostre libertà è necessario garantire la sicurezza della popolazione da criminali senza scrupoli, ma anche da fenomeni come la proliferazione delle armi di distruzione di massa o dai cyberattacchi, ha dichiarato Rosemarie Quadranti (PBD/ZH). Gli attacchi informatici, ha spiegato il consigliere nazionale Beat Flaach dei Verdi liberali - il partito ha deciso libertà di voto - rappresentano un grave pericolo per le nostre imprese tecnologicamente avanzate e quindi per la nostra economia.

In un contesto sempre più complesso e inquietante, il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) ha bisogno di mezzi supplementari e al passo coi tempi per scoprire i pericoli e dare tempestivamente l'allarme. "Oggi gli 007 possono acquisire informazioni soltanto in luoghi pubblici e non sorvegliare i personal computer e le telecomunicazioni", ha sottolineato Raymond Clottu (UDC/NE), secondo cui le frange contrarie alla legge "giocano col fuoco".

Gli agenti elvetici devono quindi poter sorvegliare le comunicazioni (posta, telefono, e-mail), osservare quanto avviene in ambito privato anche installando microfoni, controllare di nascosto sistemi informatici e installare i cosiddetti "cavalli di Troia".

Nessuna schedatura di massa

Gli strumenti di controllo tanto interni all'amministrazione che esterni (leggi: tribunale amministrativo federale, consiglio federale, organi parlamentari e futura commissione indipendente di controllo) eviteranno il ripetersi di una schedatura di massa, come è stato il caso durante la Guerra fredda, ha precisato dal canto suo il consigliere agli Stati Alex Kuprecht (UDC/SZ) spalleggiato dalla consigliera nazionale Rebecca Ruiz del partito socialista, quest'ultima espressasi a titolo personale (il suo partito sostiene infatti il referendum, n.d.r).

Misure invasive previste dalla legge potranno essere adottate solo in caso di grave minaccia, contro attività terroristiche, spionaggio, proliferazione di armi di distruzione di massa e cyberattacchi a infrastrutture critiche d'informazione, ma non in relazione ad attività di estremismo violento, ha ancora precisato la Ruiz, secondo cui una restrizione della libertà fondamentali è accettabile di fronte al pericolo di atti atroci contro la popolazione.

Per il comitato non si tratta di mettere sotto sorveglianza tutti i cittadini, ma di operazioni mirate e limitate: una dozzina di "ricerche speciali" all'anno che potrebbero aumentare tenuto conto dei numerosi svizzeri recatisi in Iraq e Siria per combattere accanto agli islamisti, ha puntualizzato Ida Glanzmann (PPD/LU).

 

(Ats)

Svizzera

Un'App per scoprire le banconote

Con la realtà aumentata dell'applicazione della BNS "Swiss Banknotes" si possono scoprire in modo divertente tutte le caratteristiche della nona serie di …

Svizzera

Camion contro tram, diversi feriti

L'incidente, che ha causato l'uscita dai binari del mezzo pubblico, è avvenuto in un incrocio di Muttenz (BL) in un momento in cui il traffico non era fluido.

Svizzera

L'oro perso va al Comune!

Due lingotti d'oro del valore di 100mili franchi, trovati in un prato da due operai comunali, a 5 anni dal ritrovamento sono diventati di proprietà del Comune di …

Svizzera

Pirata della strada pizzicato a Bienne

L'automobilista andava a 120km/h dove il limite è di 50. Nella settimana successiva i controlli hanno evidenziato un eccesso di velocità nello 0,25% dei casi …

Svizzera

"Di chi è il Buddha piovuto dal cielo?"

Questa la domanda che si pongono le autorità di Winterthur, dopo che i giardinieri comunali hanno trovato la statua di circa 3 metri in un parco cittadino.

Svizzera

Premi troppo alti? Ecco come cambiare cassa

Entro il 31 ottobre le casse informeranno gli assicurati sui costi individuali per il 2018. Gli affiliati potranno disdire il contratto entro il 30 novembre. Ecco come.

Svizzera

Una tradizione reinventata

Dal Vallese arriva un nuovo tipo di formaggio da raclette a base di latte di mucca, capra e pecora. Sarà possibile degustarlo per la prima volta il 3 ottobre a Martigny …

Svizzera

Con l'auto quasi sui binari

È successo a un automobilista di 42 anni che stava percorrendo una rotonda a Samedan, in Alta Engadina. Nessuno è rimasto ferito.

Svizzera

1600 posti bici sotto la stazione di Zurigo

(LE FOTO) Il parcheggio sotterraneo, costato 13,5 milioni di franchi, è stato inaugurato sotto la Europaplatz, la nuova piazza che collega la stazione alla Europaallee …

Svizzera

Emoji sui francobolli, ma non solo

La Posta ha deciso in questa terza emissione filatelica di avvicinare ancora di più la realtà fisica e quella digitale, invertendo anche la rotta. 

Svizzera

Beccato a 106 km/h in Paese

A essere incappato in un controllo radar è stato un motociclista 18enne a Alterswilen (TG) dove il limite è di 50 km/h. Il giovane era sprovvisto della licenza di …

Svizzera

Una raccolta fondi per Bondo

La Catena della Solidarietà ha aperto un conto e sosterà immediatamente con 260mila franchi le famiglie e le imprese che hanno subito danni dalla colata di fango …

Svizzera

Scontro a tre sul raccordo di Zurigo

(LE FOTO) L'incidente ha coinvolto due veicoli pesanti e un furgone poco prima dell'entrata dal tunnel dell'Uetliberg. La rampa è rimasta bloccata per …

Svizzera

Rifugi e capanne saranno allacciate a Internet

Firmato un accordo tra le associazioni alpine e Swisscom finalizzato ad estendere i sistemi di comunicazione a diversi luoghi remoti in tutta la Svizzera. 

Svizzera

Ubriaco, finisce con l'auto nel torrente

Protagonista dell'incidente, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato a Sirnach (TG), è stato un conducente tedesco di 18 anni che aveva circa l'1 per …

Svizzera

All'asta i cavalli maltrattati

(LE FOTO) Sono 80 gli esemplari in vendita a Schönbühl. Provengono dall'allevamento di Hefenhofen, dove le bestie vivevano in condizioni terribili.

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg