Home > Svizzera

L'omicida di Sessa aiutato dalla madre?

22.07.2016 - aggiornato: 22.07.2016 - 17:52

Il 22enne argoviese che nel 2009 uccise una vietnamita nel Malcantone, sarebbe riuscito a fuggire dalla clinica dove era detenuto grazie all'aiuto della donna.

L'assassino, che all'epoca dei fatti aveva 16 anni.

Il 22enne argoviese condannato per l'omicidio di Sessa (TI) del 2009 sarebbe stato aiutato dalla madre a fuggire dalla clinica psichiatrica di Windisch (AG). Nei confronti della donna è infatti stato aperto un procedimento per liberazione di detenuti.

Elisabeth Sterberl, portavoce del Ministero pubblico argoviese, ha confermato l'anticipazione di una notizia in tal senso trasmessa oggi dalla tv regionale Tele M1. La portavoce non ha tuttavia voluto precisare in che modo la donna avrebbe aiutato il figlio nella fuga.

Il 22enne era riuscito a scappare la notte tra il 27 e il 28 maggio dal reparto chiuso della clinica psichiatrica Königsfelden di Windisch, vicino a Brugg (AG), dov'era ricoverato a scopo terapeutico. Arrestato una settimana più tardi in Germania, nei pressi di Stoccarda, il fuggitivo è stato estradato una settimana fa in Svizzera. Nei suoi confronti è stata ordinata la detenzione preventiva per la durata di un mese.

Il Tribunale della famiglia di Baden (AG) ha inoltre deciso il suo trasferimento nella sezione giovanile del penitenziario di Lenzburg (AG). Contro questa decisione è tuttavia ancora possibile un ricorso, ha precisato la portavoce.

Per l'omicidio di Sessa, commesso nell'agosto 2009 quando aveva 16 anni, il ragazzo è stato condannato nel 2013 dal Tribunale minorile di Baden - per l'accusa di assassinio - a quattro anni da scontare in un istituto chiuso, la pena massima prevista dal codice penale per un minorenne.

A Sessa, dove i genitori avevano una casa di vacanza, il giovane uccise una 17enne vietnamita residente nel canton Svitto, conosciuta attraverso una chat su internet. La ragazza, picchiata a morte con un pezzo di legno il giorno del loro primo incontro, fu dichiarata dispersa e per quasi un anno gli appelli dei genitori e i vari avvisi di ricerca rimasero senza esito.

La svolta si ebbe nel giugno del 2010, quando un escursionista ritrovò in un bosco vicino al villaggio del Malcantone resti umani in seguito identificati come appartenenti alla vittima.

(Ats)

Articoli correalti:

Nessun istituto voleva l'omicida di Sessa

Omicida di Sessa estradato in Svizzera

L'assassino di Sessa catturato in Germania

L'assassino di Sessa è scappato

L'assassino resterà in istituto

 

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg