Home > Svizzera

Moschea di Winterthur, imam rinviato a giudizio

11.08.2017 - aggiornato: 11.08.2017 - 16:19

In un sermone tenuto il 21 ottobre scorso alla moschea An'Nur di Winterthur (ZH), l'uomo aveva incitato a uccidere e a denunciare i musulmani non praticanti.

© foto Scolari

Il Ministero pubblico zurighese il 2 agosto ha rinviato a giudizio l'imam etiope che in un sermone tenuto il 21 ottobre scorso alla moschea An'Nur di Winterthur (ZH) aveva incitato a uccidere e a denunciare i musulmani non praticanti. Le autorità hanno chiesto una pena privativa della libertà personale di un anno e mezzo con la condizionale e l'espulsione dal Paese per un periodo di 15 anni.

L'uomo avrebbe invitato a ripudiare i musulmani che non pregavano nella comunità e, nel caso in cui avessero continuato a non frequentare il luogo di culto, di bruciare le loro case e ucciderli, indica in una nota odierna la procura generale zurighese. L'accusato su Facebook aveva anche pubblicato e messo a disposizione di terze persone brutali raffigurazioni di omicidi. L'accusa sostiene inoltre che l'etiope abbia lavorato per quattro settimane come imam senza avere i permessi necessari e ha dunque violato la normativa sugli stranieri.

L'imam era stato arrestato lo scorso 2 novembre dopo un blitz della polizia all'interno della moschea e da allora è posto in detenzione preventiva. In seguito a questa operazione il luogo di culto nel quartiere Hegi era rimasto chiuso per una settimana.

In quell'occasione altre tre persone erano state arrestate, tra cui l'ex presidente dell'associazione An'Nur, rilasciato il giorno stesso poiché si trovava legalmente in Svizzera come turista ed era in possesso di tutti i documenti d'identità necessari. Il giorno seguente era stata rilasciata anche una seconda persona vicino all'ambiente della moschea. Entrambi non avevano collegamenti con la predica incriminata. La terza persona arrestata era un membro della direzione dell'associazione. L'uomo è rimasto in detenzione preventiva fino a dicembre. Due procedure sono state archiviate lo scorso 18 luglio, mentre la terza è in fase di completamento.

A fine 2016 la moschea avrebbe dovuto chiudere definitivamente, perché la società immobiliare proprietaria dell'edificio aveva deciso di non rinnovare il contratto d'affitto. Ma lo scorso gennaio i responsabili dell'associazione culturale An'Nur e la società proprietaria dell'immobile avevano trovato un accordo davanti all'ufficio di conciliazione.
Lo scorso febbraio inoltre erano stati arrestati dieci uomini tra i 17 e i 53 anni, accusati di aver picchiato, il 22 novembre 2016 all'interno del luogo di culto, due fedeli sospettati di aver trasmesso informazioni interne a un giornalista, che aveva poi riferito del sermone all'origine dell'arresto dell'imam etiope.

L'associazione An'Nur che gestiva il luogo di culto zurighese ha chiuso i battenti nel mese di giugno, alla fine del ramadan. La moschea An'Nur (in arabo "la luce") era più volte finita sotto i riflettori della cronaca come luogo di radicalizzazione di giovani andati a combattere nei ranghi dell'Isis. Secondo varie fonti, sarebbero almeno cinque i ragazzi finora partiti dalla città zurighese verso la Siria per la jihad, la guerra santa islamica.

(Ats)

Svizzera

La Svizzera in un colpo d'occhio

In uscita la 40ma edizione de "La Confederazione in breve", dove trovare tutte le informazioni su politica, amministrazione e giustizia. Scaricabile anche l'app …

Svizzera

Un francobollo per le Olimpiadi

La Posta ha infatti emesso un talloncino speciale, del valore di 1 franco, per sostenere gli atleti svizzeri che parteciperanno ai Giochi dal 10 al 25 febbraio.

Svizzera

Gocce di pardo per Locarno71

È stato svelato il motivo che apparirà sul manifesto della prossima edizione del Festival del film di Locarno dall'1 all'11 agosto 2018.

Svizzera

Il polo sulla neve è di casa a St. Moritz

Una tre giorni dedicata a questa disciplina, che ha fatto della località grigionese la sua culla. Verranno offerte specialità gastronomiche, intrattenimento e …

Svizzera

Doppio anniversario per il Ballenberg

Si celebrano i 50 anni di vita della Fondazione e i 40 dall'apertura del museo. La prima manifestazione è prevista in aprile, mentre in giugno vi sarà …

Svizzera

Quasi 50mila pacchi per "2xNatale"

Le merci donate saranno distribuite ai bisognosi in Svizzera, mentre i pacchi virtuali -circa 1700 - saranno impiegati per gli aiuti nell'Europa dell'est.

Svizzera

La svizzera più anziana compie 110 anni

Alice Schaufelberger-Hunziker ha festeggiato con i suoi famigliari. Anche se dati anagrafici aggiornati risalgono al 2016 e confermare il record è difficile, il …

Svizzera

Riciclare le capsule con La Posta

La collaborazione con Nespresso verrà integrata in tutta la Svizzera. La raccolta permette il riciclaggio sia dell'alluminio che dei fondi di caffé, usati per …

Svizzera

Esce di strada e sfonda una casa

È successo a Neuenkirch (LU). Un 28enne ha perso il controllo della sua vettura, dopo aver attraversato il bagno dell'abitazione ha finito la sua corsa nel giardino …

Svizzera

È l'anguilla il pesce del 2018

La scelta della Federazione svizzera di pesca è caduta su uno dei principali animali che un tempo popolavano i corsi d'acqua svizzeri, mentre oggi è una …

Svizzera

Sfonda il guardrail e finisce contromano

L'incidente è avvenuto a Spino, in Val Bregaglia. La conducente 26enne è rimasta illesa, mentre il veicolo ha riportato ingenti danni.

Svizzera

Tuffo fuori stagione per una Bentley

L'auto è finita nel lago di Zugo. I due occupanti si sono allontanati a piedi "con i vestiti bagnati" dal luogo dell'incidente senza contattare le …

Svizzera

Scene altamente realistiche a Kloten

(LE FOTO) Circa 400 persone dei servizi di pronto intervento e 300 comparse hanno simulato un attentato con una bomba tubo su un bus all'aeroporto zurighese.

Svizzera

Un'App per scoprire le banconote

Con la realtà aumentata dell'applicazione della BNS "Swiss Banknotes" si possono scoprire in modo divertente tutte le caratteristiche della nona serie di …

Svizzera

Camion contro tram, diversi feriti

L'incidente, che ha causato l'uscita dai binari del mezzo pubblico, è avvenuto in un incrocio di Muttenz (BL) in un momento in cui il traffico non era fluido.

Svizzera

L'oro perso va al Comune!

Due lingotti d'oro del valore di 100mili franchi, trovati in un prato da due operai comunali, a 5 anni dal ritrovamento sono diventati di proprietà del Comune di …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg