Home > Svizzera

"No Billag", Ticino in controtendenza

21.02.2018 - aggiornato: 21.02.2018 - 12:55

Stando all'ultimo sondaggio sull'oggetto in votazione il 4 marzo, in Svizzera aumentano i contrari al testo (ora il 65%), ma a sud delle Alpi il "sì" raggiunge il 48%.

© Ti-Press / Gabriele Putzu

L'opposizione all'iniziativa "No Billag" in votazione il 4 marzo raggiunge ora il 65%, 5 punti in più rispetto a gennaio, indica l'ultimo sondaggio dell'istituto gfs.bern. Il nuovo regime finanziario 2021 suscita dal canto suo il 74% dei favori (+5). Nell'indagine commissionata dalla SSR spicca il Ticino con il maggior tasso di sì, rispettivamente del 48 e dell'81%.

Nel secondo sondaggio dell'istituto bernese pubblicato oggi, il 56% delle 1400 persone interrogate tra il 7 e il 14 febbraio si è dichiarato nettamente contrario all'abolizione del canone radiotelevisivo e il 9% piuttosto contrario. Sul fronte opposto, il 22% degli aventi diritto ha detto che voterà a favore dell'iniziativa e l'11% è probabile che faccia altrettanto. Rispetto ai risultati del precedente rilevamento, resi noti il 26 gennaio, la quota di indecisi rimane stabile e debole: al 2%.

Secondo gli autori dell'indagine, che ha un margine di errore di 2,7 punti percentuali, la gran parte degli interpellati si è fatta oramai una chiara intenzione di voto e la possibilità di un'inversione di tendenza durante le ultime fasi della campagna è limitata. La partecipazione si situerebbe al 49% (-4).

A livello ragionale si mette in evidenza la Svizzera italiana per il tasso nettamente maggiore di favorevoli all'iniziativa: il 48%, a fronte del 33% in quella tedesca e del 31% in quella francese. La maggiore opposizione a No Billag si riscontra fra i simpatizzanti dei partiti di sinistra, rispetto a quelli della destra parlamentare, precisa gfs.bern. Solo fra i sostenitori dell'UDC l'iniziativa raccoglie una maggioranza di consensi: il 66% (-10) di essi è in effetti assolutamente o piuttosto a favore, mentre il 41% la boccerebbe. Gli indecisi sono il 3%.

Per quanto concerne le maggiori motivazioni del voto, le argomentazioni rimangono le stesse. Il 60% (+2) dei fautori del sì ritiene che siano necessarie misure di risparmio in seno alla SSR. Sul fronte opposto, il 71% (+5) pensa che solo tramite il canone si garantisca un'offerta di qualità simile in tutte le regioni linguistiche.
Sulle tendenze di voto anche il gruppo editoriale Tamedia ha pubblicato oggi il suo terzo sondaggio, condotto in rete il 15 febbraio fra oltre 17'000 persone, con un margine di errore valutato a 1,1 punti. I risultati vanno nello stesso senso ma con uno scarto meno ampio: No Billag viene affossata dal 60% degli elettori e accolta dal 39% (+1). La "bocciatura" più decisa viene dalla Svizzera romanda (63%) rispetto a quella tedesca (58%) e italiana (54%).

"Sì" al regime finanziario

Riguardo al nuovo regime finanziario, gfs.bern rileva che appena il 16% degli interpellati rifiuta di prolungare il diritto della Confederazione a prelevare l'Imposta federale diretta e l'IVA fino al 2035. Il tasso di indecisi in merito è ora del 10% (-5). La sola opposizione degna di nota, il 30%, proviene dai ranghi dell'UDC. Per regioni, si mette in evidenza ancora una volta la Svizzera italiana con l'81% di sì, seguita da quella tedesca (75%) e francese (68%).

Anche in questo caso Tamedia rileva scarti inferiori, ma pur sempre molto profondi: il 71% di sì (+12%) a fronte del 19% di no e di un 10% di indecisi.

(Ats)

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg