Home > Svizzera

Nuovi caccia, posizioni discordanti

08.11.2017 - aggiornato: 08.11.2017 - 19:52

La sinistra è contraria, la destra approva, il centro è scettico riguardo ai modi del progetto per l'acquisto dei nuovi  F/A-18 presentato dal consigliere federale Guy Parmelin

© fotogonnella

Reazioni tutto sommato prevedibili ai piani presentati oggi dal consigliere federale Guy Parmelin relative alla difesa aerea del territorio elvetico: la sinistra è contraria, la destra approva, il centro è scettico riguardo ai modi del progetto.Il Gruppo per una Svizzera senza esercito (GSsE) è pronto a chiamare in causa il popolo: a questo scopo l'organizzazione esige che il governo presenti una decisione contro cui sia possibile lanciare il referendum. Senza procedere a una valutazione preliminare di quanti e di quali aerei da combattimento la Svizzera abbia effettivamente bisogno, il Consiglio federale propone alla carlona un budget miliardario, scrive GSsE in un comunicato odierno. Secondo l'associazione la cifra esorbitante di 8 miliardi di franchi è un affronto nei confronti dei votanti, che nel maggio 2014 aveva respinto alle urne l'acquisto dei Gripen, per un valore di 3,1 miliardi.

Il segretario del GSsE Lewin Lempert si dice indignato. "Il Consiglio federale intende dare al Dipartimento della difesa un assegno miliardario in bianco senza nemmeno sapere cosa farà con i soldi", afferma Lempert, citato nella nota. "Concedere un credito di miliardi senza imporre vincoli a un dipartimento che fa riparare vecchi camion al doppio del prezzo di acquisto è segno di negligenza e rappresenta una schiaffo in faccia ai contribuenti onesti."

PS: "no a progetti sovradimensionati"

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il PS: dopo che la popolazione ha respinto i Gripen perché troppo cari, sicuramente ora una soluzione che costa il triplo non entra in considerazione, fa sapere il partito. Secondo la formazione di Christian Levrat i piani di Parmelin, che punta ad acquistare fino a 40 jet, sono largamente sovradimensionati: l'Austria, che ha una superficie doppia rispetto alla Confederazione, dispone della metà degli aerei.

Inoltre il PS dubita fortemente che il Dipartimento della difesa e Armasuisse siano in grado di portare a termine una commessa del genere senza incorrere in panne: "tenuto conto del caos che da 20 anni regna nel dipartimento in mano all'UDC non ci può attendere che nuovi scandali".

Verdi: "nessuna necessità di acquisto"

Per i Verdi non vi è nessuna necessità di lanciarsi nell'acquisto di un nuovo velivolo da combattimento senza definire prima le minacce reali cui dovranno far fronte. Il partito ecologista esige che la popolazione svizzera possa esprimersi su un progetto preciso, come avvenuto con il voto sui Gripen, dice la vicepresidente Lisa Mazzone. A suo avviso la Svizzera, piccolo paese neutrale e circondato da Paesi amici, deve smettere di spendere miliardi per guerre fantasiose del passato: deve invece investire nelle reali esigenze di sicurezza di oggi e di domani, quali la protezione dell'ambiente, l'adattamento ai cambiamenti climatici e la sicurezza cibernetica.

PPD: "necessario dare la parola al popolo"

Da parte sua il PPD si dice a favore di un esercito forte, con un'adeguata aeronautica. Un ulteriore eventuale incremento del budget dell'esercito a poca distanza dall'aumento deciso dal parlamento a 5 miliardi viene però visto con scetticismo. Il PPD invita il Consiglio federale a operare gli acquisti nel quadro del budget normale delle forze armate, fissando di conseguenza le priorità.

La maggioranza del gruppo parlamentare popolare democratico ritiene inoltre che dopo il no alle urne per i Gripen sia necessario dare la parola al popolo anche in questa occasione.

PLR Hugues Hiltpold (GE): "idea positiva, poiché corrisponde alla variante intermedia"

Per il consigliere nazionale PLR Hugues Hiltpold (GE) l'idea avanzata oggi è invece "positiva, poiché corrisponde alla variante intermedia". Considerando che si tratta di una proposta consensuale, Hiltpold ritiene "ragionevole" l'investimento previsto di 8 miliardi. Il deputato dice inoltre di non essere contrario alla possibilità di prevedere un referendum facoltativo: a suo avviso il popolo sarà in ogni caso chiamato ad esprimersi: tramite referendum o con una iniziativa popolare.

UDC: "primo passo nella giusta direzione"

Per l'UDC quanto avvenuto oggi è un primo passo nella giusta direzione. Per garantire la sicurezza della popolazione è necessaria un'efficace aeronautica, con un numero sufficiente di aerei da combattimento, e in modo complementare un sistema di difesa area, scrive il partito in un comunicato odierno.

Secondo l'UDC è però da considerare più che dubbio che il quadro finanziario presentato oggi sia sufficiente. In un momento in cui la Confederazione spende ogni anno più denaro per l'inefficace aiuto allo sviluppo e il debordante asilo è assolutamente necessario mettere a disposizione fondi sufficienti per proteggere efficacemente la popolazione dai pericoli delle minacce aeree, si legge nella nota.

(Ats)

Svizzera

Tuffo fuori stagione per una Bentley

L'auto è finita nel lago di Zugo. I due occupanti si sono allontanati a piedi "con i vestiti bagnati" dal luogo dell'incidente senza contattare le …

Svizzera

Scene altamente realistiche a Kloten

(LE FOTO) Circa 400 persone dei servizi di pronto intervento e 300 comparse hanno simulato un attentato con una bomba tubo su un bus all'aeroporto zurighese.

Svizzera

Un'App per scoprire le banconote

Con la realtà aumentata dell'applicazione della BNS "Swiss Banknotes" si possono scoprire in modo divertente tutte le caratteristiche della nona serie di …

Svizzera

Camion contro tram, diversi feriti

L'incidente, che ha causato l'uscita dai binari del mezzo pubblico, è avvenuto in un incrocio di Muttenz (BL) in un momento in cui il traffico non era fluido.

Svizzera

L'oro perso va al Comune!

Due lingotti d'oro del valore di 100mili franchi, trovati in un prato da due operai comunali, a 5 anni dal ritrovamento sono diventati di proprietà del Comune di …

Svizzera

Pirata della strada pizzicato a Bienne

L'automobilista andava a 120km/h dove il limite è di 50. Nella settimana successiva i controlli hanno evidenziato un eccesso di velocità nello 0,25% dei casi …

Svizzera

"Di chi è il Buddha piovuto dal cielo?"

Questa la domanda che si pongono le autorità di Winterthur, dopo che i giardinieri comunali hanno trovato la statua di circa 3 metri in un parco cittadino.

Svizzera

Una tradizione reinventata

Dal Vallese arriva un nuovo tipo di formaggio da raclette a base di latte di mucca, capra e pecora. Sarà possibile degustarlo per la prima volta il 3 ottobre a Martigny …

Svizzera

Con l'auto quasi sui binari

È successo a un automobilista di 42 anni che stava percorrendo una rotonda a Samedan, in Alta Engadina. Nessuno è rimasto ferito.

Svizzera

1600 posti bici sotto la stazione di Zurigo

(LE FOTO) Il parcheggio sotterraneo, costato 13,5 milioni di franchi, è stato inaugurato sotto la Europaplatz, la nuova piazza che collega la stazione alla Europaallee …

Svizzera

Emoji sui francobolli, ma non solo

La Posta ha deciso in questa terza emissione filatelica di avvicinare ancora di più la realtà fisica e quella digitale, invertendo anche la rotta. 

Svizzera

Beccato a 106 km/h in Paese

A essere incappato in un controllo radar è stato un motociclista 18enne a Alterswilen (TG) dove il limite è di 50 km/h. Il giovane era sprovvisto della licenza di …

Svizzera

Una raccolta fondi per Bondo

La Catena della Solidarietà ha aperto un conto e sosterà immediatamente con 260mila franchi le famiglie e le imprese che hanno subito danni dalla colata di fango …

Svizzera

Scontro a tre sul raccordo di Zurigo

(LE FOTO) L'incidente ha coinvolto due veicoli pesanti e un furgone poco prima dell'entrata dal tunnel dell'Uetliberg. La rampa è rimasta bloccata per …

Svizzera

Rifugi e capanne saranno allacciate a Internet

Firmato un accordo tra le associazioni alpine e Swisscom finalizzato ad estendere i sistemi di comunicazione a diversi luoghi remoti in tutta la Svizzera. 

Svizzera

Ubriaco, finisce con l'auto nel torrente

Protagonista dell'incidente, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato a Sirnach (TG), è stato un conducente tedesco di 18 anni che aveva circa l'1 per …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg