Home > Svizzera

Nuovi caccia, posizioni discordanti

08.11.2017 - aggiornato: 08.11.2017 - 20:52

La sinistra è contraria, la destra approva, il centro è scettico riguardo ai modi del progetto per l'acquisto dei nuovi  F/A-18 presentato dal consigliere federale Guy Parmelin

© fotogonnella

Reazioni tutto sommato prevedibili ai piani presentati oggi dal consigliere federale Guy Parmelin relative alla difesa aerea del territorio elvetico: la sinistra è contraria, la destra approva, il centro è scettico riguardo ai modi del progetto.Il Gruppo per una Svizzera senza esercito (GSsE) è pronto a chiamare in causa il popolo: a questo scopo l'organizzazione esige che il governo presenti una decisione contro cui sia possibile lanciare il referendum. Senza procedere a una valutazione preliminare di quanti e di quali aerei da combattimento la Svizzera abbia effettivamente bisogno, il Consiglio federale propone alla carlona un budget miliardario, scrive GSsE in un comunicato odierno. Secondo l'associazione la cifra esorbitante di 8 miliardi di franchi è un affronto nei confronti dei votanti, che nel maggio 2014 aveva respinto alle urne l'acquisto dei Gripen, per un valore di 3,1 miliardi.

Il segretario del GSsE Lewin Lempert si dice indignato. "Il Consiglio federale intende dare al Dipartimento della difesa un assegno miliardario in bianco senza nemmeno sapere cosa farà con i soldi", afferma Lempert, citato nella nota. "Concedere un credito di miliardi senza imporre vincoli a un dipartimento che fa riparare vecchi camion al doppio del prezzo di acquisto è segno di negligenza e rappresenta una schiaffo in faccia ai contribuenti onesti."

PS: "no a progetti sovradimensionati"

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il PS: dopo che la popolazione ha respinto i Gripen perché troppo cari, sicuramente ora una soluzione che costa il triplo non entra in considerazione, fa sapere il partito. Secondo la formazione di Christian Levrat i piani di Parmelin, che punta ad acquistare fino a 40 jet, sono largamente sovradimensionati: l'Austria, che ha una superficie doppia rispetto alla Confederazione, dispone della metà degli aerei.

Inoltre il PS dubita fortemente che il Dipartimento della difesa e Armasuisse siano in grado di portare a termine una commessa del genere senza incorrere in panne: "tenuto conto del caos che da 20 anni regna nel dipartimento in mano all'UDC non ci può attendere che nuovi scandali".

Verdi: "nessuna necessità di acquisto"

Per i Verdi non vi è nessuna necessità di lanciarsi nell'acquisto di un nuovo velivolo da combattimento senza definire prima le minacce reali cui dovranno far fronte. Il partito ecologista esige che la popolazione svizzera possa esprimersi su un progetto preciso, come avvenuto con il voto sui Gripen, dice la vicepresidente Lisa Mazzone. A suo avviso la Svizzera, piccolo paese neutrale e circondato da Paesi amici, deve smettere di spendere miliardi per guerre fantasiose del passato: deve invece investire nelle reali esigenze di sicurezza di oggi e di domani, quali la protezione dell'ambiente, l'adattamento ai cambiamenti climatici e la sicurezza cibernetica.

PPD: "necessario dare la parola al popolo"

Da parte sua il PPD si dice a favore di un esercito forte, con un'adeguata aeronautica. Un ulteriore eventuale incremento del budget dell'esercito a poca distanza dall'aumento deciso dal parlamento a 5 miliardi viene però visto con scetticismo. Il PPD invita il Consiglio federale a operare gli acquisti nel quadro del budget normale delle forze armate, fissando di conseguenza le priorità.

La maggioranza del gruppo parlamentare popolare democratico ritiene inoltre che dopo il no alle urne per i Gripen sia necessario dare la parola al popolo anche in questa occasione.

PLR Hugues Hiltpold (GE): "idea positiva, poiché corrisponde alla variante intermedia"

Per il consigliere nazionale PLR Hugues Hiltpold (GE) l'idea avanzata oggi è invece "positiva, poiché corrisponde alla variante intermedia". Considerando che si tratta di una proposta consensuale, Hiltpold ritiene "ragionevole" l'investimento previsto di 8 miliardi. Il deputato dice inoltre di non essere contrario alla possibilità di prevedere un referendum facoltativo: a suo avviso il popolo sarà in ogni caso chiamato ad esprimersi: tramite referendum o con una iniziativa popolare.

UDC: "primo passo nella giusta direzione"

Per l'UDC quanto avvenuto oggi è un primo passo nella giusta direzione. Per garantire la sicurezza della popolazione è necessaria un'efficace aeronautica, con un numero sufficiente di aerei da combattimento, e in modo complementare un sistema di difesa area, scrive il partito in un comunicato odierno.

Secondo l'UDC è però da considerare più che dubbio che il quadro finanziario presentato oggi sia sufficiente. In un momento in cui la Confederazione spende ogni anno più denaro per l'inefficace aiuto allo sviluppo e il debordante asilo è assolutamente necessario mettere a disposizione fondi sufficienti per proteggere efficacemente la popolazione dai pericoli delle minacce aeree, si legge nella nota.

(Ats)

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg