Home > Svizzera

Previdenza 2020 bocciata per più motivi

09.11.2017 - aggiornato: 09.11.2017 - 16:08

L'innalzamento a 65 anni dell'età di pensionamento delle donne è stato importante, ma da solo questo aspetto non sarebbe riuscito a far fallire il progetto.

© foto Reguzzi

L'innalzamento a 65 anni dell'età di pensionamento delle donne è stato importante per la bocciatura alle urne della riforma Previdenza 2020, ma da solo questo aspetto non sarebbe riuscito a far fallire il progetto di Alain Berset. È quanto emerge dal sondaggio VOTO, un'inchiesta che dall'autunno scorso ha sostituito l'analisi VOX.

L'indagine rileva che, alla fine, motivi diversi sommati fra loro sono all'origine della bocciatura della riforma pensionistica lo scorso 24 settembre.

Il progetto Previdenza vecchiaia 2020 è stato respinto dal 52,7%, mentre il suo finanziamento tramite un aumento dell'IVA è stato bocciato di misura dal 50,1% dei cittadini e dalla maggioranza dei cantoni.

Tra i partiti, i simpatizzanti dell'UDC sono stati i principali oppositori al progetto: l'84% di essi ha detto di "no". Nel contempo le formazioni che hanno sostenuto la riforma non sono riuscite a mobilitare i loro membri. Tuttavia, gli aderenti del PS non hanno votato contro il loro ministro della socialità: oltre tre quarti hanno detto "sì".

Stando allo studio, le caratteristiche sociali hanno giocato un ruolo secondario nel voto. Uomini e donne hanno respinto le nuove disposizioni nelle stesse proporzioni. Non si può parlare né di conflitto generazionale né di fossato tra i sessi. Gli anziani sono stati i meno favorevoli alla riforma.
Coloro che hanno approvato il progetto non l'hanno fatto con la convinzione di aver votato la soluzione migliore, ma perché la riforma proposta era - a loro avviso - il miglior compromesso nelle condizioni attuali.

Aumento delle rendite

Una delle ragioni che hanno condotto alla bocciatura alle urne è stato l'aumento delle rendite AVS di 70 franchi al mese. Stando all'analisi VOTO, non bisogna però trarre la conclusione errata che tutte le persone che hanno respinto il progetto si opponevano a un incremento delle rendite.
L'innalzamento dell'età pensionistica delle donne ha spinto il 12% degli aventi diritto a votare "no" alla riforma. Questo argomento è stato citato solo dall'8% dei votanti svizzero tedeschi e dal 15% degli svizzero italiani, mentre tra i Romandi tale motivo è stato più spesso evocato (29%). Ciò non deve sorprendere, visto che il referendum è stato lanciato anche dalle donne sindacaliste della Svizzera romanda.

Visibilmente questa misura prevista dalla riforma ha giocato un ruolo minore nello scrutinio. Molti cittadini, favorevoli alla parità salariale, fra cui donne di sinistra, alla fine hanno detto di "sì" al progetto di Alain Berset.

Secondo VOTO, molti elettori - pur turandosi il naso - erano pronti a sostenere una riforma che consideravano urgente. L'innalzamento dell'età di pensionamento per le donne è stato sostenuto soltanto perché vi erano altre misure compensative.

Pensione a 67 anni

Altro tema evocato: l'aumento generalizzato dell'età pensionistica a 67 anni. Stando agli esperti, tra coloro che hanno votato lo scorso 24 settembre, gli oppositori e i favorevoli a tale aumento erano in proporzioni simili. La metà delle persone interrogate (48%) si sono dette d'accordo "al fine di garantire le rendite AVS a lungo termine". L'altra metà si è dichiarata contraria.

Anche a livello partitico, favorevoli e oppositori a questa proposta sono presenti in misura analoga in tutte le formazioni politiche. Fa eccezione il PLR, all'interno del quale tale innalzamento è sostenuto dal 62% dei suoi simpatizzanti.

L'inchiesta VOTO è stata condotta telefonicamente presso 1511 votanti tra il 25 settembre e il 10 ottobre. Questi sondaggi sono stati realizzati dall'istituto di ricerche FORS, dal Centro di studi sulla democrazia Aarau ZDA e dall'istituto demoscopico LINK. Sono finanziati dalla Cancelleria federale.

(Ats)

 

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg