Home > Svizzera

Previdenza 2020 bocciata per più motivi

09.11.2017 - aggiornato: 09.11.2017 - 15:08

L'innalzamento a 65 anni dell'età di pensionamento delle donne è stato importante, ma da solo questo aspetto non sarebbe riuscito a far fallire il progetto.

© foto Reguzzi

L'innalzamento a 65 anni dell'età di pensionamento delle donne è stato importante per la bocciatura alle urne della riforma Previdenza 2020, ma da solo questo aspetto non sarebbe riuscito a far fallire il progetto di Alain Berset. È quanto emerge dal sondaggio VOTO, un'inchiesta che dall'autunno scorso ha sostituito l'analisi VOX.

L'indagine rileva che, alla fine, motivi diversi sommati fra loro sono all'origine della bocciatura della riforma pensionistica lo scorso 24 settembre.

Il progetto Previdenza vecchiaia 2020 è stato respinto dal 52,7%, mentre il suo finanziamento tramite un aumento dell'IVA è stato bocciato di misura dal 50,1% dei cittadini e dalla maggioranza dei cantoni.

Tra i partiti, i simpatizzanti dell'UDC sono stati i principali oppositori al progetto: l'84% di essi ha detto di "no". Nel contempo le formazioni che hanno sostenuto la riforma non sono riuscite a mobilitare i loro membri. Tuttavia, gli aderenti del PS non hanno votato contro il loro ministro della socialità: oltre tre quarti hanno detto "sì".

Stando allo studio, le caratteristiche sociali hanno giocato un ruolo secondario nel voto. Uomini e donne hanno respinto le nuove disposizioni nelle stesse proporzioni. Non si può parlare né di conflitto generazionale né di fossato tra i sessi. Gli anziani sono stati i meno favorevoli alla riforma.
Coloro che hanno approvato il progetto non l'hanno fatto con la convinzione di aver votato la soluzione migliore, ma perché la riforma proposta era - a loro avviso - il miglior compromesso nelle condizioni attuali.

Aumento delle rendite

Una delle ragioni che hanno condotto alla bocciatura alle urne è stato l'aumento delle rendite AVS di 70 franchi al mese. Stando all'analisi VOTO, non bisogna però trarre la conclusione errata che tutte le persone che hanno respinto il progetto si opponevano a un incremento delle rendite.
L'innalzamento dell'età pensionistica delle donne ha spinto il 12% degli aventi diritto a votare "no" alla riforma. Questo argomento è stato citato solo dall'8% dei votanti svizzero tedeschi e dal 15% degli svizzero italiani, mentre tra i Romandi tale motivo è stato più spesso evocato (29%). Ciò non deve sorprendere, visto che il referendum è stato lanciato anche dalle donne sindacaliste della Svizzera romanda.

Visibilmente questa misura prevista dalla riforma ha giocato un ruolo minore nello scrutinio. Molti cittadini, favorevoli alla parità salariale, fra cui donne di sinistra, alla fine hanno detto di "sì" al progetto di Alain Berset.

Secondo VOTO, molti elettori - pur turandosi il naso - erano pronti a sostenere una riforma che consideravano urgente. L'innalzamento dell'età di pensionamento per le donne è stato sostenuto soltanto perché vi erano altre misure compensative.

Pensione a 67 anni

Altro tema evocato: l'aumento generalizzato dell'età pensionistica a 67 anni. Stando agli esperti, tra coloro che hanno votato lo scorso 24 settembre, gli oppositori e i favorevoli a tale aumento erano in proporzioni simili. La metà delle persone interrogate (48%) si sono dette d'accordo "al fine di garantire le rendite AVS a lungo termine". L'altra metà si è dichiarata contraria.

Anche a livello partitico, favorevoli e oppositori a questa proposta sono presenti in misura analoga in tutte le formazioni politiche. Fa eccezione il PLR, all'interno del quale tale innalzamento è sostenuto dal 62% dei suoi simpatizzanti.

L'inchiesta VOTO è stata condotta telefonicamente presso 1511 votanti tra il 25 settembre e il 10 ottobre. Questi sondaggi sono stati realizzati dall'istituto di ricerche FORS, dal Centro di studi sulla democrazia Aarau ZDA e dall'istituto demoscopico LINK. Sono finanziati dalla Cancelleria federale.

(Ats)

 

Svizzera

Tuffo fuori stagione per una Bentley

L'auto è finita nel lago di Zugo. I due occupanti si sono allontanati a piedi "con i vestiti bagnati" dal luogo dell'incidente senza contattare le …

Svizzera

Scene altamente realistiche a Kloten

(LE FOTO) Circa 400 persone dei servizi di pronto intervento e 300 comparse hanno simulato un attentato con una bomba tubo su un bus all'aeroporto zurighese.

Svizzera

Un'App per scoprire le banconote

Con la realtà aumentata dell'applicazione della BNS "Swiss Banknotes" si possono scoprire in modo divertente tutte le caratteristiche della nona serie di …

Svizzera

Camion contro tram, diversi feriti

L'incidente, che ha causato l'uscita dai binari del mezzo pubblico, è avvenuto in un incrocio di Muttenz (BL) in un momento in cui il traffico non era fluido.

Svizzera

L'oro perso va al Comune!

Due lingotti d'oro del valore di 100mili franchi, trovati in un prato da due operai comunali, a 5 anni dal ritrovamento sono diventati di proprietà del Comune di …

Svizzera

Pirata della strada pizzicato a Bienne

L'automobilista andava a 120km/h dove il limite è di 50. Nella settimana successiva i controlli hanno evidenziato un eccesso di velocità nello 0,25% dei casi …

Svizzera

"Di chi è il Buddha piovuto dal cielo?"

Questa la domanda che si pongono le autorità di Winterthur, dopo che i giardinieri comunali hanno trovato la statua di circa 3 metri in un parco cittadino.

Svizzera

Una tradizione reinventata

Dal Vallese arriva un nuovo tipo di formaggio da raclette a base di latte di mucca, capra e pecora. Sarà possibile degustarlo per la prima volta il 3 ottobre a Martigny …

Svizzera

Con l'auto quasi sui binari

È successo a un automobilista di 42 anni che stava percorrendo una rotonda a Samedan, in Alta Engadina. Nessuno è rimasto ferito.

Svizzera

1600 posti bici sotto la stazione di Zurigo

(LE FOTO) Il parcheggio sotterraneo, costato 13,5 milioni di franchi, è stato inaugurato sotto la Europaplatz, la nuova piazza che collega la stazione alla Europaallee …

Svizzera

Emoji sui francobolli, ma non solo

La Posta ha deciso in questa terza emissione filatelica di avvicinare ancora di più la realtà fisica e quella digitale, invertendo anche la rotta. 

Svizzera

Beccato a 106 km/h in Paese

A essere incappato in un controllo radar è stato un motociclista 18enne a Alterswilen (TG) dove il limite è di 50 km/h. Il giovane era sprovvisto della licenza di …

Svizzera

Una raccolta fondi per Bondo

La Catena della Solidarietà ha aperto un conto e sosterà immediatamente con 260mila franchi le famiglie e le imprese che hanno subito danni dalla colata di fango …

Svizzera

Scontro a tre sul raccordo di Zurigo

(LE FOTO) L'incidente ha coinvolto due veicoli pesanti e un furgone poco prima dell'entrata dal tunnel dell'Uetliberg. La rampa è rimasta bloccata per …

Svizzera

Rifugi e capanne saranno allacciate a Internet

Firmato un accordo tra le associazioni alpine e Swisscom finalizzato ad estendere i sistemi di comunicazione a diversi luoghi remoti in tutta la Svizzera. 

Svizzera

Ubriaco, finisce con l'auto nel torrente

Protagonista dell'incidente, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato a Sirnach (TG), è stato un conducente tedesco di 18 anni che aveva circa l'1 per …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg