Home > Svizzera

Scarcerato Marco Camenisch

15.03.2017 - aggiornato: 15.03.2017 - 15:28

All'"ecoterrorista" poschiavino è stata concessa la libertà condizionata, che finora gli era sempre stata negata. Ha passato 29 anni in carcere.

Una foto d'archivio di Marco Camenisch.

Marco Camenisch è in libertà dal 10 marzo. Dopo 29 anni passati in carcere, l'anarchico poschiavino, 65 anni, ha ottenuto la libertà condizionale. Il suo avvocato, Bernard Rambert, ha confermato all'ats un'anticipazione della Radiotelevisiun Svizra Rumantscha (RTR). "Finalmente l'autorità per l'esecuzione delle pene non ha più motivi per continuare a privare della libertà il signor Camenisch", ha dichiarato l'avvocato Rambert. L'attivista ecologista e antinucleare, noto alle cronache anche come "ecoterrorista", avrebbe terminato definitivamente di scontare la sua pena alla fine di maggio.

Due anni fa l'Ufficio zurighese per l'esecuzione delle pene aveva approntato un piano che prevedeva una serie di congedi allo scopo di preparare Camenisch alla vita da uomo libero. Tutte le precedenti richieste di liberazione anticipata presentate dall'avvocato Rambert erano invece state respinte. Marco Camenisch, diventato il simbolo del movimento "anarchico-insurrezionalista", ha così finito di scontare una condanna a 8 anni di detenzione per l'assassinio di una guardia di confine svizzera avvenuto nel 1989 vicino a Brusio (GR). Camenisch ha sempre negato quest'accusa, anche se ha ammesso che il giorno del delitto si era recato nel suo paese natio per visitare la tomba del padre. Al processo celebrato nel 2004 davanti alla Corte d'assise di Zurigo, Camenisch era stato condannato a 17 anni. La pena era stata dimezzata a distanza di tre anni dal Tribunale federale.

La sua prima condanna risale al 1981, quando al figlio di una guardia di confine di Campocologno, in val Poschiavo, furono inflitti 10 anni di reclusione per un attentato dinamitardo al traliccio di una centrale elettrica nei pressi di Bad Ragaz (SG), avvenuto la notte dei Natale del 1979. Il 17 dicembre 1981, Marco Camenisch evase con altri cinque detenuti dal penitenziario zurighese di Regensdorf. In quell'occasione venne ucciso un secondino e un altro rimase gravemente ferito.

Rimasto latitante anche dopo l'uccisione della guardia di confine a Brusio, Camenisch fu fermato il 5 novembre 1991 in Italia presso Massa Carrara, dove aveva allacciato contatti con il locale movimento anarchico: alla richiesta dei documenti sparò a un carabiniere ferendolo a un braccio.

Il 2 aprile 1993 il Tribunale di Massa Carrara lo condannò a 12 anni di carcere per tentato omicidio e per tre attentati a tralicci dell'Enel nella regione. L'"ecoterrorista" fu estradato in Svizzera nell'aprile 2002, dove lo attendeva il carcere e il nuovo processo.

 

(Ats)

Svizzera

Ubriaco, finisce con l'auto nel torrente

Protagonista dell'incidente, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato a Sirnach (TG), è stato un conducente tedesco di 18 anni che aveva circa l'1 per …

Svizzera

All'asta i cavalli maltrattati

(LE FOTO) Sono 80 gli esemplari in vendita a Schönbühl. Provengono dall'allevamento di Hefenhofen, dove le bestie vivevano in condizioni terribili.

Svizzera

Incidente mortale con la bici elettrica

A perdere la vita è stata una 35enne, nel Canton San Gallo, investita da un rimorchio trainato da un trattore dopo essere caduta nel tentativo di superare il mezzo …

Svizzera

Vandali contro una zucca da record

L'ortaggo, di ben 400 kg, era in un orto di Nesselnbach (AG) pronto a partecipare a un concorso. Ignoti l'hanno rovinato provocando un danno di 5mila franchi.

Svizzera

Bregaglia: alpinista muore sul Badile

L'uomo, un alpinista polacco, era in seria difficoltà da 2 giorni ma a causa del maltempo la Rega è potuta intervenire solo giovedì, quando per lui non …

Svizzera

Migros richiama dadini di prosciutto

Nel corso di un controllo di sicurezza è stata rilevata la presenza di listerina, che può provocare sintomi simili a quelli dell'influenza.

Svizzera

Ghiacciaio vallesano restituisce due corpi

I resti ritrovati sul massiccio di Les Diablerets sono quelli di un uomo e una donna, i cui abiti lasciano presupporre che il dramma sia avvenuto circa 70 anni fa.

Svizzera

Da Vienna a Nizza passando per la Svizzera

Un gruppo di escursionisti, nell'ambito del progetto Whatsalp, è giunto in Val Monastero dal Sudtirolo e camminerà tra Grigioni, Ticino, Uri, Berna e Vallese …

Svizzera

In moto a 131 km/h sui 50

È successo a Rorschach, nel Canton San Gallo. Al centauro 26enne, che è stato denunciato, è stata ritirata la patente e il mezzo a due ruote gli è …

Svizzera

I cani tornano all'ospizio del Gran San Bernardo

Il canile è stato completamente ristrutturato e gli animali vi passeranno l'estate. Sono circa 2000 i visitatori che ogni anno si recano ad ammirare i celebri …

Svizzera

Leuthard e Macron: vertice il 18 luglio

La visita sarà l'occasione per discutere delle relazioni tra l'UE e la Svizzera 

Svizzera

La stazione di Berna si rifà il look

(LE FOTO) Hanno preso il via i lavori di potenziamento dello scalo ferroviario della capitale, il secondo più importante della Svizzera, che ha ormai raggiunto i limiti …

Svizzera

Sgominata banda di ladri provetti

Effettuava furti a ditte in Nord Italia e Svizzera la banda di malviventi smantellata dai Carabinieri di Verbania. Sequestrata una refurtiva per 2,5 milioni di euro.

Svizzera

Disperso nell'Aare a Berna

Verso le 17:00 un uomo che stava facendo il bagno nel fiume è scomparso sott'acqua. Inutili sin ora le ricerche della polizia.

Svizzera

500 anni di Riforma celebrati a Berna

 Presente tra gli altri il consigliere federale Johann Schneider-Ammann. 

Svizzera

La spesa in Svizzera costa il 61,5% in più

A dirlo sono i dati di Eurostat, che confronta i prezzi elvetici con quelli degli altri 28 Stati dell'UE. Le cose più care sono i prodotti alimentari e le bevande …