Home > Svizzera

Vallese, 6 vittime: erano partiti da Chiasso

01.05.2018 - aggiornato: 01.05.2018 - 14:12

Un gruppo di 14 alpinisti di varia nazionalità partito da Chiasso è rimasto bloccato da una tempesta sopra Arolla. Il bilancio sale a 6 morti e 3 feriti gravi.

© Corsera

Sale a 6 morti, di cui almeno 4 italiani, il bilancio della tragedia alpinistica avvenuta tra domenica e lunedì nella zona della Pigna d’Arolla, sulle Alpi vallesane. Uno dei feriti gravi è deceduto in ospedale nelle ultime ore e anche la moglie di origini bulgare della guida non ce l'ha fatta. Oltre alla guida alpina Mario Castiglioni di 59 anni, comasco ma residente in Svizzera (Valle di Muggio) gli altri tre alpinisti morti per assideramento sono bolzanini, molto conosciuti negli ambienti del CAI, e amici da tempo. Si tratta di Elisabetta Paolucci di 44 anni, insegnante di scuola superiore ed esperta alpinista; Marcello Alberti, di 53 anni, commercialista; e di sua moglie Gabriella Bernardi di 52 anni, responsabile risorse umane alla Thun da sei anni. Castiglioni da alcuni anni viveva in Canton Ticino assieme alla moglie di origini bulgare con la quale organizzava escursioni in montagna: anche lei, Kalina Damyanova, nata e cresciuta in Bulgaria, e ora titolare col marito dell’agenzia Mlg Mountain a Chiasso, faceva parte della spedizione.

Il gruppo, formato da 14 persone di nazionalità italiana, tedesca e francese era atteso ai 3.160 metri del rifugio Cabane des Vignettes, ma non è mai arrivato. L’improvvisa bufera che li ha costretti a trascorrere la notte all’addiaccio è stata fatale per cinque di loro. I soccorritori, arrivati in quota con il supporto di ben sette elicotteri, raccontano che le condizioni meteo erano pessime, con la temperatura sotto i cinque gradi, raffiche di vento che hanno raggiunto i 79 chilometri orari e precipitazioni nevose. Inizialmente l’allarme, arrivato alle ore 6,30 di lunedì mattina, parlava di una persona in difficoltà ma una volta giunti sul posto i soccorritori si sono ritrovati davanti a una situazione drammatica con ben 14 persone coinvolte. Uno degli alpinisti era già morto, gli altri erano in gravi condizioni di ipotermia e sono stati trasportati d’urgenza in ospedale, dove altri quattro sono deceduti. Ancora critiche le condizioni di altri alpinisti del gruppo.

Alpi tragiche: 10 morti nel fine settimana

È stato un fine settimana tragico sulle Alpi, con una decina di vittime tra Svizzera, Francia e Italia. Due giovani alpinisti svizzeri di 21 e 22 anni hanno perso la vita domenica sul versante vallesano del Mönch, quattromila delle Alpi bernesi situato tra i più noti Eiger e Jungfrau. Le vittime sono un 21.enne del canton Berna e un 22.enne del canton Basilea Campagna. Secondo quanto è stato finora appurato, i due stavano scendendo dal Mönch lungo la cresta Nord verso l'Eigerjoch. Ad aggravare il bilancio dell’ondata di maltempo che si è abbattuta sulla dorsale alpina ci sono state altre tre tragedie. La prima sul versante Sud del Monte Rosa dove un’escursionista russa si è avventurata con le ciaspole a 4.200 metri di altitudine e si è smarrita. Il suo corpo senza vita è stato avvistato, ma non ancora raggiunto dai soccorritori ostacolati dalle proibitive condizioni meteorologiche. In Francia, ai piedi del Monte Bianco, due scialpinisti francesi sono morti in altrettanti incidenti: un 35enne di Annecy ha perso la vita «a causa delle pessime condizioni meteo» ed è stato recuperato oggi sull’Aiguille Verte, mentre una valanga ha investito oggi un gruppo di quattro sciatori d’oltralpe sul versante Est dell’Aiguille du Midi, nei pressi del ghiacciaio Rond. Tre sono rimasti illesi mentre un 35enne è morto.

(Red)

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg