Home > Ticino e Regioni > Bellinzonese e valli

Lupo, la “tolleranza” sta superando il limite

12.03.2018 - aggiornato: 12.03.2018 - 11:06

L’assemblea dell’Associazione per un Territorio senza Grandi Predatori. Entro luglio anche la Svizzera chiederà a Bruxelles di “declassare” la tutela del predatore.

© Foto dal web

di Mauro Giacometti

Si avvicinano tempi grami per il lupo, specie ultraprotetta che però negli ultimi anni in tutta Europa, Svizzera compresa, ha superato la soglia della “tolleranza umana”, soprattutto in chi possiede un allevamento ovino o caprino e se lo vede distruggere in un baleno da un attacco predatorio del mammifero selvatico. Attacchi che arrivano anche in pieno giorno, a conferma che il lupo, oramai, non ha più paura dell’uomo. Lo hanno sottolineato il presidente dell’Associazione per un Territorio senza Grandi Predatori (ATsenza GP), Armando Donati, e il co-presidente svizzero del sodalizio, Germano Mattei, alla cinquantina di partecipanti all’assemblea annuale di venerdì scorso a Gorduno. L’aria attorno al lupo sta cambiando, si diceva. Una Risoluzione del Parlamento europeo dello scorso 15 novembre da una parte esorta a «valutare accuratamente il ruolo dei grandi predatori e l'eventuale introduzione di misure di adattamento, in modo da salvaguardare la biodiversità, il paesaggio agricolo e l'allevamento del bestiame nelle regioni di montagna, praticato da secoli» e dall’altra invita la stessa Commissione «a promuovere e proporre mezzi per il finanziamento e lo sviluppo di piani di gestione transfrontalieri per le specie di grandi carnivori e chiede inoltre un esame approfondito del ruolo dei grandi carnivori e l'eventuale introduzione di misure di aggiustamento per garantire la conservazione della biodiversità, del paesaggio agricolo e della pratica secolare di far pascolare il bestiame nelle regioni di montagna». Come e in che misura sarà la Commissione europea e i singoli Paesi a stabilirlo, ha sottolineato Mattei, ma intanto sono state gettate le basi istituzionali per tutelare gli allevatori. E in alcuni Paesi come Francia, Germania o Italia ci si sta già muovendo con la decisione di procedere ad abbattimenti “mirati” del lupo.

Anche in Svizzera l’approccio verso il canide predatore sta cambiando, proprio sulla spinta delle associazioni mantello, come l’ATsenza GP. Una mozione del consigliere nazionale vallesano Jean Fournier che, riferendosi all’articolo 22 della Convenzione di Berna (1979), chiedeva che il grado di protezione del lupo fosse abbassato, è stata accettata dalle Camere federali. Così il Consiglio federale ha dato mandato al DATEC di depositare a Bruxelles, entro la fine di luglio 2018, la richiesta di revisione della Convenzione che prevede l’abbassamento del grado di tutela del lupo da «specie assolutamente protetta» a «specie protetta».
In Ticino, in attesa che il Gran Consiglio si esprima sull’iniziativa vallesana denominata «Lupo. La festa è finita!», proprio quest’anno sarà varato un programma di monitoraggio a tappeto degli allevamenti e del loro livello di protezione contro eventuali attacchi dei predatori. Già uno studio dello scorso anno dell’Unione contadini (Agridea), su mandato della stessa ATsenza GP, aveva evidenziato come il 70% della ventina di allevamenti monitorati non era proteggibile. «Le specificità d’allevamento ticinese, in particolare i sistemi di custodia che non prevedono il contatto quotidiano durante periodi spesso lunghi, rendono le misure di protezione delle greggi impossibili da applicare sistematicamente e globalmente su tutto il territorio», evidenziava lo studio Agridea. Ora, come ha illustrato il presidente Donati, ci sarà un incaricato della Sezione agricoltura del Dipartimento del territorio che farà un'analisi della proteggibilità di ogni azienda ticinese.

 

Continua a leggere sul GdP di oggi

 

 

Bellinzonese e valli

Una nuova sede per gli Scout di Giubiasco

La Sezione Esploratori San Rocco sabato 28 aprile inaugura la sua nuova sede presso l'ex Casa Isolina. Per l'occasione sono previste porte aperte e diverse attivit …

Bellinzonese e valli

Un percorso sensoriale al Castelgrande

(LE FOTO) È stata inaugurata oggi, nella corte esterna del maniero bellinzonese, la struttura che comprende 9 vasche contenenti svariati materiali recuperati sul …

Bellinzonese e valli

Riecco il Gotthard Panorama Express

Già a Pasqua i viaggiatori avranno nuovamente la possibilità di riscoprire la Svizzera da Lucerna fino in Ticino con il battello a vapore e il treno panoramico. …

Bellinzonese e valli

I cent'anni di Ezio!

Il signor Scotti ha festeggiato l'importante traguardo nella sua casa di Bellinzona insieme alla sua signora e a tutta la famiglia.

Bellinzonese e valli

Parte la raccolta di rifiuti a domicilio

Attivo il servizio BelliGreen per riciclabili e ingombranti. Una “start up” sociale che occupa persone in assistenza, costituita dalla Cooperativa Area e finanziata …

Bellinzonese e valli

Benedizione degli animali alla SPAB

Per Sant'Antonio, protettore degli animali, tradizionale cerimonia al rifugio SPAB di Gorduno-Gnosca. 

Bellinzonese e valli

Bellinzona, disagi al P+Rail in stazione

A causa dei lavori di ampliamento del parcheggio, che dureranno fino alla prossima estate, i posti auto a disposizione sono al momento solo 77.

Bellinzonese e valli

Il Percorso presepi al Sacro Cuore

(LE FOTO) 13ma edizione della mostra ideata da Padre Callisto nella chiesa di Bellinzona. Una 50ina le rappresentazioni che resteranno esposte fino al 14 gennaio.

Bellinzonese e valli

Nuovo look per le aree di servizio di Bellinzona

Il rifacimento sarà completo e l'inaugurazione è prevista per maggio 2018. L'hotel, interamente ristrutturato, riaprirà a marzo 2018 con il …

Bellinzonese e valli

"La mia visione del Patriziato"

Sabrina Guidotti, presidente del Patriziato di Monte Carasso, spiega come interpretare modernamente il ruolo di guida delle famiglie "doc" del suo paese.

Bellinzonese e valli

Riaccesa la fontana della Foca

(LE FOTO) Dopo quasi un anno rimasta rinchiusa in un cantiere, è stata inaugurata oggi l’opera risanata di Piazza Governo a Bellinzona.

Bellinzonese e valli

Casa dei Pagani valorizzata

Sul rudere fortificato di Dongio interventi di pulizia, consolidamento e rinnovata illuminazione a LED finanziati da Comune, Ente turistico e coordinati dal Patriziato.

Bellinzonese e valli

Da negozietto a centro turistico-culturale

Quintorno, importante vetrina per i produttori locali che si trova a Monte Carasso, sta studiando come ampliare l’attività, anche dando lavoro a chi fa fatica a …

Bellinzonese e valli

Acqua e sapone per il San Bernardino

Il tunnel resterà chiuso dal 29 maggio al 19 giugno, ma solo dalle 22 alle 5, per lavori di pulizia e revisione. Previste deviazioni.

Bellinzonese e valli

Ritom, al via la nuova stagione

Sabato 20 maggio è in programma "Stairways to heaven vertical", la corsa sugli scalini della funicolare, mentre domenica 21 riaprirà al pubblico l' …

Bellinzonese e valli

Trionfo per il Milk Festival a Bellinzona

(LE FOTO) In Piazza del Sole si sono riuniti un migliaio di allievi e tra le classi più creative premiate anche tre ticinesi. 

Accesso e-GdP

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg