Home > Ticino e Regioni > Locarnese e valli

Così superammo l’anno senza estate

08.06.2017 - aggiornato: 08.06.2017 - 11:57

Una serata a Locarno per raccontare un anno terribile, il 1815, in cui anche il Ticino subì le conseguenze dell'esplosione del vulcano Tambora, in Indonesia.

© Wikipedia

di Maurizio Valsesia

 

«Furono due anni molto difficili, si fece la fame e in alcune zone apparvero focolari di epidemie, ma l’amministrazione pubblica resse il colpo e con essa la società». Cominciamo dal finale della conferenza tenuta ieri sera, in una sala del CC gremita, da Rodolfo Huber, storico e archivista comunale di Locarno. La storia è nota: il 15 aprile 1815 la cima del vulcano Tambora in Indonesia eruttò nell’atmosfera milioni di tonnellate di pulviscolo che ridussero per un paio d’anni l’irradiazione solare globale. L’onda d’urto fece sette volte il giro della Terra e il Tambora passò dai 4200 metri d’altezza slm a 2800. «Non ho trovato dati meteorologici relativi al Ticino - ha spiegato Huber - ma nell’area del lago Lemano l’estate 1816 fu più fredda di 3/4 gradi. Sopra i 1200 metri la neve non si sciolse». Nel 1816 e ’17 la produzione agricola crollò, «ma le conseguenze non furono uguali in tutta la Svizzera». Paradossalmente coloro che in condizioni normali vivevano in maniera più agiata, come gli operai delle prime fabbriche, residenti nelle città, subirono maggiormente la fame rispetto ai contadini che poterono contare sull’auto-sostentamento. «Certo ci fu carestia (il parroco di Minusio lamentava che la gente seminava le patate, ma le riprendeva poco dopo per cibarsene), ma non si moriva di fame nel vero senso della parola», ha puntualizzato Huber. «Ma il ridotto apporto alimentare rendeva l’organismo più fragile davanti alle malattie e le donne partorivano meno».

 L’economia ticinese era basata in gran parte sull’allevamento. Il grano veniva importato dalla Lombardia. Quando i prezzi andarono alle stelle le autorità presero provvedimenti mirati. Ad esempio il Cantone mandò degli emissari al porto di Genova ad acquistare grano che veniva poi razionato distretto per distretto. Tra Municipio di Locarno e prestinai era una lotta continua a colpi di regolamenti e furberie. Provvedimenti duri colpirono i vagabondi e gli stranieri che venivano cacciati: non si poteva sfamare nuove bocche. Per il resto, ci si rivolgeva alla provvidenza, facendo celebrare Messe alla Madonna del Sasso. 

Alla fine, la società resse il colpo. Non solo. Si tenga presente che il Municipio continuò con le normali attività: la costruzione della strada per Bellinzona e la ricostruzione dei ponti e soprattutto il passaggio della Collegiata da Muralto a Sant’Antonio. Magari a stomaco vuoto, ma al trasloco i locarnesi non rinunciarono.

Locarnese e valli

100 candeline per Laura Mattei

La signora ha festeggiato ieri, 14 dicembre, l'importante traguardo nella sua casa di Cevio, circondata da parenti e amici, ma anche dall'autorità comunale.

Locarnese e valli

Il trekking Ascona-Venezia compie 10 anni

Sono stati festeggiati al Porto patriziale con una proiezione e la mostra di foto di Massimo Pedrazzini. Anche quest’anno viaggi in catamarano.

Locarnese e valli

La Gendarmeria di Magadino tra la gente

Organizzate quattro giornate, tra luglio e agosto, a contatto con i residenti in Valle Verzasca e nel Gambarogno "per favorire i contatti e migliorare il servizio offerto …

Locarnese e valli

Così superammo l’anno senza estate

Una serata a Locarno per raccontare un anno terribile, il 1815, in cui anche il Ticino subì le conseguenze dell'esplosione del vulcano …

Locarnese e valli

Bignasco, container in fiamme

(LE FOTO) L'incendio è divampato ieri sera, giovedì, forse a causa di un sacco di cenere ancora attiva. Un episodio simile alcuni giorni fa al deposito del …

Locarnese e valli

Gambarogno: le FFS preparano i cantieri

Al via la messa in sicurezza delle aree e degli accessi di cantiere, la posa della segnaletica e la realizzazione delle infrastrutture per consentire l'avvio dei …

Locarnese e valli

Record di uccelli migratori alle Bolle

Ficedula e Fondazione Bolle di Magadino segnalano una grande concentrazione di specie alle Bolle di Magadino. Il merito è delle piogge di questi giorni.

Locarnese e valli

Rinato lo storico Hotel Fusio

Ieri la presentazione da parte dell’arch. Giovan Luigi Dazio. Dispone di 24 posti letto. Rigoroso restauro conservativo dell’albergo del 1880.

Locarnese e valli

Passaggio di testimone a TicinoSentieri

Dopo 24 anni il presidente di TicinoSentieri Ettore Cavadini passa le consegne a Stéphane Grounauer. 

Locarnese e valli

Ottimismo nel turismo sul Verbano

Nel 2017 a Locarno, dopo un 2016 positivo, la promozione è mirata alla Svizzera interna. AlpTransit è apprezzato, ma si chiedono anche treni diretti.

Locarnese e valli

Porte aperte al Papio

Ad Ascona sabato 8 aprile avranno luogo le porte aperte al Collegio Papio. Si potranno inoltre scoprire diversi progetti come quello della nuova mensa.

Locarnese e valli

Frana sulla strada a Orselina

Alcuni massi e detriti sono franati sulla strada che da Orselina conduce a Locarno Monti, in via alla Basilica. Il tratto interessato è totalmente chiuso al …

Locarnese e valli

Quando l'arte si fa in quattro

I Dicasteri cultura di Locarno e di Ascona, insieme alla Fondazione Ghisla Art Collection, hanno presentato il nuovo “Cultural Pass Ascona Locarno”. 

Locarnese e valli

Sacri Monti, ricostruita la loro storia

Affollata conferenza dello storico Lorenzo Planzi che ha presentato pagine sconosciute della Madonna del Sasso e di Brissago.

Locarnese e valli

Si è spento l'ex direttore del Giardino di Ascona

Conosciuto come la leggenda degli alberghi confederati, Hans C. Leu è scomparso all'età di 86 anni. Vinse il premio come "miglior albergatore della …

Locarnese e valli

"Il volo più bello in carriera? L'ultimo"

Il sindaco Tiziano Ponti racconta l’altra dimensione in cui ha vissuto per 35 anni, l’aviazione militare. Pilota, collaudatore e comandante della Base aerea di …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_concorso_presepi_2017.jpg

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg