Home > Ticino e Regioni > Locarnese e valli

Luce verde per il Centro di scultura a Peccia

10.01.2018 - aggiornato: 10.01.2018 - 13:45

Dopo il via libera del Cantone, concessa la licenza edilizia dal Municipio di Lavizzara. L’inaugurazione del Centro è prevista per la primavera 2019.

© Architettura Bardelli

Dopo il sì del Consiglio di Stato alla domanda di costruzione del Centro Internazionale di Scultura (CIS) a Peccia, il Municipio di Lavizzara ha concesso oggi, mercoledì la licenza edilizia. Dopo anni di idee, studi, progetti e alla luce del progetto definitivo varato alla fine del 2016 dalla Fondazione Internazionale per la Scultura (FIS), può quindi iniziare con la fase degli appalti l’iter di costruzione sulla base del progetto elaborato dagli architetti Michele e Francesco Bardelli di Locarno.

L’inaugurazione nella primavera 2019

Il Centro comprenderà uno stabile per esposizioni all'entrata del paese di Peccia, dove saranno situati anche gli uffici amministrativi e tre laboratori per lavorare con i materiali pietra, legno e metallo, oltre ad un magazzino e ad istallazioni tecniche. Sono inoltre previsti 5 atelier per gli artisti con accesso diretto all’area di lavoro con la gru centrale. Gli artisti abiteranno nel paese di Peccia in sistemazioni individuali nella “Casa degli Artisti”: questa ulteriore iniziativa e il relativo investimento sono resi possibili grazie ad un donatore privato.

Il costo complessivo del Centro è stimato a 6 milioni di franchi, di cui 3 stanziati dal Cantone, mezzo milione dal Comune di Lavizzara e il resto assicurato da privati. Come fondo di riserva per i costi di gestione durante i primi 3 anni è stato accantonato dalla Fondazione 1 milione di franchi.

 

045_peccia_cam4_strada_02_0.jpg

 

Il Comune di Lavizzara partecipa ai costi di realizzazione e, con decisione unanime del Consiglio comunale, già in data 21 novembre 2016, con una fideiussione di 400.000 franchi ha assicurato una parte del fondo di riserva per la fase iniziale dell’operatività del Centro. In quell’occasione il Legislativo aveva riconosciuto le ricadute positive del Centro per le attività e la vita della Valle, con benefici economici per gli operatori locali grazie anche all’immagine positiva legata al marmo di Peccia sviluppata nei trent’anni di presenza della Scuola di Scultura.

La storia

L’idea di progetto per un centro di scultura attrezzato per l’attività artistica nasce negli anni Novanta sulla constatazione di un diffuso bisogno di spazi e di infrastrutture che permettano la realizzazione di opere nell’ambito delle arti del tridimensionale. Un primo progetto di massima viene elaborato tra il 2000 e il 2001. Dopo un’attenta messa a fuoco dell’idea progettuale e dopo un primo abbozzo architettonico, i promotori ottengono nel 2010 l’importante sostegno dell’Ufficio dello Sviluppo Economico (USE) del Cantone Ticino con il quale si formalizza un primo modello imprenditoriale cui segue un primo businessplan dell’idea di progetto.

“La fondazione ha lo scopo di costruire e gestire il Centro Internazionale di Scultura a Peccia per promuovere la forma artistica tridimensionale, in particolare il sostegno delle attività artistiche che utilizzano il marmo di Peccia o altri materiali, il sostegno di artiste e artisti attivi in quest’ambito e altre attività connesse con lo scopo”. in uno specifico comparto attribuito dal Piano regolatore in vigore per edifici di interesse pubblico.

(Red)

Locarnese e valli

Riecco il torneo di robotica per ragazzi

L’ottava edizione del First Lego League si terrà sabato 13 gennaio al DFA della SUPSI di Locarno e vi parteciperanno 13 squadre di ragazzi tra i 10 e i 16 …

Locarnese e valli

100 candeline per Laura Mattei

La signora ha festeggiato ieri, 14 dicembre, l'importante traguardo nella sua casa di Cevio, circondata da parenti e amici, ma anche dall'autorità comunale.

Locarnese e valli

Il trekking Ascona-Venezia compie 10 anni

Sono stati festeggiati al Porto patriziale con una proiezione e la mostra di foto di Massimo Pedrazzini. Anche quest’anno viaggi in catamarano.

Locarnese e valli

La Gendarmeria di Magadino tra la gente

Organizzate quattro giornate, tra luglio e agosto, a contatto con i residenti in Valle Verzasca e nel Gambarogno "per favorire i contatti e migliorare il servizio offerto …

Locarnese e valli

Così superammo l’anno senza estate

Una serata a Locarno per raccontare un anno terribile, il 1815, in cui anche il Ticino subì le conseguenze dell'esplosione del vulcano …

Locarnese e valli

Bignasco, container in fiamme

(LE FOTO) L'incendio è divampato ieri sera, giovedì, forse a causa di un sacco di cenere ancora attiva. Un episodio simile alcuni giorni fa al deposito del …

Locarnese e valli

Gambarogno: le FFS preparano i cantieri

Al via la messa in sicurezza delle aree e degli accessi di cantiere, la posa della segnaletica e la realizzazione delle infrastrutture per consentire l'avvio dei …

Locarnese e valli

Record di uccelli migratori alle Bolle

Ficedula e Fondazione Bolle di Magadino segnalano una grande concentrazione di specie alle Bolle di Magadino. Il merito è delle piogge di questi giorni.

Locarnese e valli

Rinato lo storico Hotel Fusio

Ieri la presentazione da parte dell’arch. Giovan Luigi Dazio. Dispone di 24 posti letto. Rigoroso restauro conservativo dell’albergo del 1880.

Locarnese e valli

Passaggio di testimone a TicinoSentieri

Dopo 24 anni il presidente di TicinoSentieri Ettore Cavadini passa le consegne a Stéphane Grounauer. 

Locarnese e valli

Ottimismo nel turismo sul Verbano

Nel 2017 a Locarno, dopo un 2016 positivo, la promozione è mirata alla Svizzera interna. AlpTransit è apprezzato, ma si chiedono anche treni diretti.

Locarnese e valli

Porte aperte al Papio

Ad Ascona sabato 8 aprile avranno luogo le porte aperte al Collegio Papio. Si potranno inoltre scoprire diversi progetti come quello della nuova mensa.

Locarnese e valli

Frana sulla strada a Orselina

Alcuni massi e detriti sono franati sulla strada che da Orselina conduce a Locarno Monti, in via alla Basilica. Il tratto interessato è totalmente chiuso al …

Locarnese e valli

Quando l'arte si fa in quattro

I Dicasteri cultura di Locarno e di Ascona, insieme alla Fondazione Ghisla Art Collection, hanno presentato il nuovo “Cultural Pass Ascona Locarno”. 

Locarnese e valli

Sacri Monti, ricostruita la loro storia

Affollata conferenza dello storico Lorenzo Planzi che ha presentato pagine sconosciute della Madonna del Sasso e di Brissago.

Locarnese e valli

Si è spento l'ex direttore del Giardino di Ascona

Conosciuto come la leggenda degli alberghi confederati, Hans C. Leu è scomparso all'età di 86 anni. Vinse il premio come "miglior albergatore della …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg