Home > Ticino e Regioni > Locarnese e valli

Tutto iniziò a Cardada 40 anni fa

18.10.2016 - aggiornato: 18.10.2016 - 10:20

Circa 120 partecipanti all’anniversario del Gruppo ticinese sciatori ciechi e ipovedenti. Furono i primi in Svizzera. 

Di Cristina Vonzun

Cardada: tutto ebbe inizio lassù ben 40 anni fa, quando alcuni amici cominciarono un’esperienza incredibile, allora unica in Svizzera e che ha fatto scuola: il Gruppo ticinese sciatori ciechi e ipovedenti (GTSC). In quattro decenni il cammino percorso è stato lungo e ricco di eventi. Per festeggiare questo importante anniversario soci, amici e ospiti del GTSC, (diventato nel frattempo, grazie all’introduzione di altri sport, Gruppo ticinese sportivi ciechi e ipovedenti) si sono dati appuntamento sabato 8 ottobre in Cardada.

Quasi 120 i partecipanti tra i quali i pionieri della prima ora: il presidente fondatore dell’epoca, Giorgio Piazzini, Elio Medici sciatore cieco e la guida Bruno Rainelli. La giornata di festa è stata organizzata dal comitato del GTSC, guidato dal vice presidente Dario Guadagnini. Dopo l’aperitivo sul terrazzo del ristorante, i commensali si sono ritrovati per un pranzo conviviale che ha avuto tra gli ospiti il presidente del governo ticinese, onorevole Paolo Beltraminelli e il già Consigliere nazionale e già Consigliere di Stato Fulvio Caccia che nel 1987 fu l’artefice di un’importante  trasferta in Canada del GTSC, in occasione dell’Interski. Sono stati diversi gli interventi della giornata. Guadagnini ha ripercorso le tappe salienti della storia del sodalizio, mettendo in luce la qualità tecnica raggiunta nello sci alpino, fiore all’occhiello tra le discipline sportive praticate dal gruppo.

Sandro Molinari, membro del comitato GTSC e Mario Vicari, vice presidente  Unitas, hanno sottolineato l’importanza dello sport per  ciechi e ipovedenti  quale mezzo di integrazione. L’onorevole Paolo Beltraminelli ha espresso il suo apprezzamento per quello che è un vero sci club della Federazione Sci della Svizzera italiana e ha ribadito il sostegno del Cantone per il sodalizio.

Lo stesso presidente della Federazione Sci, Enzo Filippini, ha partecipato alla festa. Tanti altri sono stati gli interventi di amici e ospiti. Philippe Jaquet, presidente del Consiglio Comunale di Locarno, ha portato il saluto della città. Non sono mancati anche ospiti significativi arrivati da fuori Cantone: Walter Moser, rappresentante della Scuola svizzera di sci per ciechi di Frutigen (Canton Berna), Alberto Spagnoli, presidente del Gruppo Verbania Sciatori Ciechi, Tony Torriani maestro di Sci della Scuola per ciechi di St. Moritz e Giulio Clerici per il Gruppo sportivo ciechi lariani.

 Per l’occasione il comitato ha presentato una magnifica tavola in legno, commemorativa del quarantesimo. Dopo il pranzo è stato mostrato un filmato realizzato da Giancarlo Conti e Maurizio Bottani sui 40 anni del GTSC. Immagini straordinarie che hanno permesso di cogliere non solo la storia, ma anche l’evoluzione tecnica delle principali attività sportive svolte dal gruppo: dallo sci alpino, alle racchette, allo sci di fondo, alla montagna, al tandem, per citare le principali. Una castagnata ha concluso la piacevole giornata che nel bilancio degli organizzatori è stata un successo, foriero di buoni auspici per il futuro del sodalizio.

 

 

 

 

Locarnese e valli

Il trekking Ascona-Venezia compie 10 anni

Sono stati festeggiati al Porto patriziale con una proiezione e la mostra di foto di Massimo Pedrazzini. Anche quest’anno viaggi in catamarano.

Locarnese e valli

La Gendarmeria di Magadino tra la gente

Organizzate quattro giornate, tra luglio e agosto, a contatto con i residenti in Valle Verzasca e nel Gambarogno "per favorire i contatti e migliorare il servizio offerto …

Locarnese e valli

Così superammo l’anno senza estate

Una serata a Locarno per raccontare un anno terribile, il 1815, in cui anche il Ticino subì le conseguenze dell'esplosione del vulcano …

Locarnese e valli

Bignasco, container in fiamme

(LE FOTO) L'incendio è divampato ieri sera, giovedì, forse a causa di un sacco di cenere ancora attiva. Un episodio simile alcuni giorni fa al deposito del …

Locarnese e valli

Gambarogno: le FFS preparano i cantieri

Al via la messa in sicurezza delle aree e degli accessi di cantiere, la posa della segnaletica e la realizzazione delle infrastrutture per consentire l'avvio dei …

Locarnese e valli

Record di uccelli migratori alle Bolle

Ficedula e Fondazione Bolle di Magadino segnalano una grande concentrazione di specie alle Bolle di Magadino. Il merito è delle piogge di questi giorni.

Locarnese e valli

Rinato lo storico Hotel Fusio

Ieri la presentazione da parte dell’arch. Giovan Luigi Dazio. Dispone di 24 posti letto. Rigoroso restauro conservativo dell’albergo del 1880.

Locarnese e valli

Passaggio di testimone a TicinoSentieri

Dopo 24 anni il presidente di TicinoSentieri Ettore Cavadini passa le consegne a Stéphane Grounauer. 

Locarnese e valli

Ottimismo nel turismo sul Verbano

Nel 2017 a Locarno, dopo un 2016 positivo, la promozione è mirata alla Svizzera interna. AlpTransit è apprezzato, ma si chiedono anche treni diretti.

Locarnese e valli

Porte aperte al Papio

Ad Ascona sabato 8 aprile avranno luogo le porte aperte al Collegio Papio. Si potranno inoltre scoprire diversi progetti come quello della nuova mensa.

Locarnese e valli

Frana sulla strada a Orselina

Alcuni massi e detriti sono franati sulla strada che da Orselina conduce a Locarno Monti, in via alla Basilica. Il tratto interessato è totalmente chiuso al …

Locarnese e valli

Quando l'arte si fa in quattro

I Dicasteri cultura di Locarno e di Ascona, insieme alla Fondazione Ghisla Art Collection, hanno presentato il nuovo “Cultural Pass Ascona Locarno”. 

Locarnese e valli

Sacri Monti, ricostruita la loro storia

Affollata conferenza dello storico Lorenzo Planzi che ha presentato pagine sconosciute della Madonna del Sasso e di Brissago.

Locarnese e valli

Si è spento l'ex direttore del Giardino di Ascona

Conosciuto come la leggenda degli alberghi confederati, Hans C. Leu è scomparso all'età di 86 anni. Vinse il premio come "miglior albergatore della …

Locarnese e valli

"Il volo più bello in carriera? L'ultimo"

Il sindaco Tiziano Ponti racconta l’altra dimensione in cui ha vissuto per 35 anni, l’aviazione militare. Pilota, collaudatore e comandante della Base aerea di …

Locarnese e valli

Christa Rigozzi mamma di Alissa e Zoe

L'ex Miss Svizzera ha dato alla luce due gemelle ieri mattina alla Clinica Santa Chiara di Locarno

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg