Home > Ticino e Regioni > Luganese

1,3 milioni per valorizzare Gandria

05.10.2017 - aggiornato: 05.10.2017 - 17:37

È la richiesta di credito del Municipio di Lugano per diversi interventi volti a migliorare il sentiero dell’olivo, gli accessi al villaggio, la rete dei percorsi, l’arredo urbano e i terrazzi.

© FOTO CHIARA ZOCCHETTI

Il Municipio di Lugano ha licenziato all’attenzione del Consiglio comunale il messaggio relativo alla richiesta di un credito di 1,3 milioni di franchi per rivalorizzare il comparto di Gandria. Il progetto, per il quale sarà elaborato un piano di gestione su più anni, prevede diversi interventi paesaggistici e colturali volti a tutelare e a valorizzare il sentiero dell’olivo, gli accessi al villaggio, la rete dei percorsi, l’arredo urbano, i muri a secco e i terrazzi.

Il progetto di valorizzazione, spiega l'Esecutivo in un comunicato stampa, "ha l’obiettivo di salvaguardare l’intero comparto di Gandria, un luogo di valore storico-naturalistico inestimabile per la Città di Lugano". Il quartiere di Gandria, infatti, è inserito nell’Inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d’importanza nazionale.

Il Sentiero dell'Olivo

Gli interventi previsti consentiranno di consolidare alcuni progetti già avviati, come ad esempio il Sentiero dell'Olivo. La reintroduzione degli oliveti a Gandria è iniziata nel 1999 ed è proseguita a tappe: a oggi sono state messe a dimora 306 piantine d’olivo. Inaugurato nel 2002, il Sentiero dell’Olivo è un percorso escursionistico lungo 3,5 km che attraversa un paesaggio di rara bellezza e di grande rilevanza turistica.

Per valorizzare questo ambiente – un unicum in Svizzera – saranno eseguiti interventi agronomici mirati, con l’obiettivo di migliorare la produttività e lo stato degli oliveti esistenti. Al contempo, saranno sistemati i terrazzi e i muri a secco – preziosi biotopi per la flora e la fauna - la rete dei percorsi, gli accessi al villaggio (dal lago e dalla strada) e l'arredo urbano (sedute, cestini, segnaletica). L'accesso dalla strada sarà valorizzato da una scala panoramica e da un’illuminazione per i percorsi pedonali. L'accesso dal lago verrà pure rivalutato e le scale in calcestruzzo saranno rivestite in sasso.

Un Infopoint a San Domenico

Il progetto prevede anche la creazione di un Infopoint a San Domenico, con la ristrutturazione dell'ex-grotto Pace, di proprietà della Città. Sono previsti diversi interventi nel nucleo che miglioreranno l’arredo, l’illuminazione, la segnaletica e l’acquisto di un piccolo terreno per creare un accesso pubblico al lago.

Il progetto è volto anche a riqualificare la piazzetta di Gandria, uno spazio pubblico di limitate dimensioni che merita di essere recuperato e valorizzato. L’intervento prevede fra l’altro il rifacimento dei servizi igienici.

Occhio di riguardo per specie animali e vegetali

La Città ha avviato nel 2015 - in collaborazione con il Cantone e la Confederazione - un progetto di tutela delle specie rare animali e vegetali che crescono sul sentiero di Gandria e di recupero del prato secco Trivelli, oggetto dell'Inventario federale dei prati secchi di importanza nazionale. Le numerose specie animali e vegetali presenti in quest’oasi naturale – alcune di esse appartenenti alla Lista rossa come specie minacciate in Svizzera – necessitano di condizioni particolari per sopravvivere e riprodursi: per queste ragioni si rende necessaria una gestione rispettosa delle specificità dell’area che soddisfi le esigenze ecologiche di tutte le forme viventi.

Le modalità di gestione del sentiero sono state sensibilmente modificate rispetto al passato, con l’obiettivo di tutelare la ricchezza naturalistica del sito: ad esempio lo sfalcio, eseguito solo su superfici erbose a fine stagione, viene evitato sulle pareti, sui piccoli affioramenti rocciosi e a bordo sentiero, dove si trovano le specie rare.

Uno studio per pianificare gli interventi

Nel corso del 2016 la Divisione Spazi urbani ha dato mandato per uno studio di valorizzazione e di sistemazione del comparto, che fornisse uno strumento adeguato per pianificare gli interventi da mettere in atto. Lo studio, considerate le peculiarità del sito e i diversi ambiti da sviluppare, è stato assegnato a uno studio d'ingegneria ambientale e a un architetto. Il progetto è quindi stato presentato alla Sezione dello sviluppo territoriale del Dipartimento del territorio, che ne ha confermato il valore e l’interesse paesaggistico e naturalistico decidendo di concedere un contributo di 140'000 franchi.

Non da ultimo, anche la Commissione di Quartiere, le associazioni attive a Gandria (Amici dell’Olivo e Vivi Gandria) e la popolazione hanno potuto prendere conoscenza dello studio e degli interventi previsti, accogliendoli con grande soddisfazione. Infine, l’attenzione della Città al comparto di Gandria è continuativa per quanto concerne la promozione dei contenuti naturalistici del Sentiero di Gandria: dal 2015 l’Ufficio comunicazione, in collaborazione con il Museo cantonale di storia naturale, cura la confezione di schede botaniche sulle specie rare nell’ambito del progetto Lugano al verde che vengono regolarmente pubblicate su www.luganoalverde.ch. 

(Red)

Luganese

Vedeggio-Cassarate chiusa per verifiche

La galleria che collega Vezia a Canobbio non sarà transitabile la sera di lunedì 11 dicembre, dalle 21 alle 24 per questioni tecniche.

Luganese

Divertimento per tutti i gusti a MelideICE

La Piazza di Melide torna ad animare le festività. Ghiaccio, eventi e molte novità dal 24 novembre al 7 gennaio, con la possibilità di pattinare dal …

Luganese

S. Abbondio in... Eurovisione

La RSI trasmetterà in diretta nel Continente la Messa della mattina di Natale. Il presidente del Consiglio parrocchiale, Americo Bottani: «Una vetrina …

Luganese

La Cattedrale in mano ai bambini

(LE FOTO) Quasi 600 bambini hanno riempito l'edificio inaugurato a metà ottobre dopo i restauri in occasione del pomeriggio organizzato dall'Oratorio di Lugano …

Luganese

La maglia nro 8 dell'AS Sessa a Cassis

Il neoconsigliere federale, l'ottavo ministro ticinese (da qui il numero sulla maglia), è stato omaggiato dal presidente del Club malcantonese Ferruccio Beti. …

Luganese

"L'orgoglio di essere sempre se stessi"

(LE FOTO) Parola di Ferruccio Piffaretti, direttore del Cinema Iride che, al traguardo dei 30 anni, ha conservato la sua coerenza storica senza voltar le spalle al progresso. …

Luganese

In Municipio, un assaggio del "cibo del futuro"

Dal 1. maggio in Svizzera è possibile la vendita di insetti a scopo alimentare. Tanti gli scettici, ma i municipali di Lugano hanno dato un assaggio a questo "fanta …

Luganese

Per il CSCS 5 anni con lustro

Era il 31 agosto del 2012 quando Alain Berset tagliò il nastro della nuova sede a Cornaredo, che con il trasloco in Città ha compiuto un ulteriore salto di qualit …

Luganese

Auto della Posta prende fuoco

(LE FOTO) È successo sulla strada cantonale a Mezzovico. Il conducente, accortosi di quanto stava accadendo, è riuscito a mettersi in salvo per tempo.

Luganese

A Lugano con il camper: ora si può

(LE FOTO) Inaugurata oggi, lunedì, l'area di sosta da otto posti nell'ex parcheggio del Parco Tassino.

Luganese

Un'altra centenaria a Paradiso

Con la signora Pierina Tomasini ad oggi sono 4 i centenari presenti alla CpA di Paradiso.

Luganese

Cucciolata ticinese di cani guida

Si tratta dei primi cuccioli della fondazione romanda nati in Ticino. I 9 cuccioli di Golden retriever sono nati a luglio e sono destinati a diventare cani guida per ciechi.

Luganese

La fattoria Alma diventa cosmopolita

Dal 23 luglio al 5 agosto l’azienda di Breno ospita 6 giovani volontari provenienti da diversi Paesi. Si tratta di un progetto sociale promosso dal Servizio civile …

Luganese

Asilo a Molino Nuovo: si parte

(LE FOTO) Pubblicata la domanda di costruzione della scuola dell'infanzia. Stimato un costo di 13,7 milioni. Previsto anche il riordino dei campi rionali e dello …

Luganese

Lugano, smaltimento acque sussidiato

In arrivo un credito di 884mila franchi dal Cantone. "Lo smaltimento delle acque - si rileva - deve essere periodicamente aggiornato". La parola al Gran …

Luganese

A Lugano emerge una... cannuccia!

È finalmente apparsa la grande mascotte del LongLake festival, alta ben 7 metri.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_concorso_presepi_2017.jpg

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg