Home > Ticino e Regioni > Luganese

Quella ferita destinata a restare nella memoria

16.01.2018 - aggiornato: 16.01.2018 - 15:28

A 3 anni dalla frana di Davesco, al via le opere di consolidamento definitivo. Assenso del Municipio di Lugano per il progetto presentato dal proprietario, che pagherà le spese.

© Keystone / Ti-Press / Gabriele Putzu

di Gabriele Botti

 

A Davesco, a metà della strada di Ponte di Valle, la ferita nel terreno è ancora lì a ricordare a tutti cosa accadde nella terribile notte del 16 novembre 2014, la notte in cui una frana si portò via la vita di due donne. Aveva piovuto molto, in quei giorni e il Rapporto sul clima 2014 parla di un picco di precipitazioni il 15 novembre. Nemmeno due settimane prima, un’altra tragedia aveva scosso il Ticino: a Bombinasco uno smottamento di terra, fango e detriti aveva causato la morte di una donna di 31 anni e di sua figlia, che di anni ne aveva appena 3. E pure  in quell’occasione la pioggia era caduta per ore, incessante e inesorabile.

Anche a Davesco l’irreparabile si materializza sottoforma di una frana che attorno alle 2.40 si abbatte su una palazzina di tre piani, abbattendola. Per due donne, di 38 e 34 anni, non c’è scampo, per altri la sorte è benevola e, per una ragione o per l’altra, risparmia loro la vita. Arrivano i soccorritori, la Polizia, i magistrati, arrivano i politici e i semplici cittadini. Lo sgomento blocca la parola, il silenzio dice tutto. Giunge immediato il bisogno momento di capire come sia potuto accadere e quali siano le eventuali responsabilità umane. Si scopre piuttosto in fretta che non è stata solo colpa della pioggia e che la natura è stata probabilmente assecondata dalla superficialità o dall’imperizia umana. Un muro di contenimento ha ceduto, riversando in un secondo a valle tonnellate di acqua e fango, sassi e altro, trascinando via con sé vite e cose.

Sono passati 3 anni, l’inchiesta penale sta facendo i suoi passi e nelle prossime settimane darà il suo verdetto. Intanto, da qualche giorno sono iniziati i lavori di messa in sicurezza e consolidamento definitivi della zona. L’intervento è a carico del proprietario del terreno sovrastante quella che fu la palazzina e la domanda di costruzione è stata regolarmente approvata dal Municipio di Lugano. Spetterà allo stesso Esecutivo cittadino, accompagnato in questo dai preposti organi di controllo cantonali e dai tecnici, verificare che tutto sia stato fatto nel modo opportuno. La ferita, quella nel cuore e nella memoria, è comunque destinata a resistere alle spallate del tempo.

Luganese

Torna "Villa Ciani 3D"

Fino a giugno, ogni primo sabato del mese, i visitatori avranno la possibilità di poter visitare le sale dello storico edificio con altri occhi.

Luganese

Un orologio in ricordo di Clay Regazzoni

A 11 anni dalla scomparsa dell'ex pilota di Formula 1 ticinese, è stato prodotto un orologio da polso in suo onore, con tanto di autografo sul quadrante.

Luganese

Natale al GdP: "Un'avventura che continua"

Negli scorsi giorni, in occasione delle festività natalizie, il vescovo Valerio Lazzeri è venuto in visita alla redazione centrale di Lugano del Giornale del …

Luganese

Divertimento per tutti i gusti a MelideICE

La Piazza di Melide torna ad animare le festività. Ghiaccio, eventi e molte novità dal 24 novembre al 7 gennaio, con la possibilità di pattinare dal …

Luganese

S. Abbondio in... Eurovisione

La RSI trasmetterà in diretta nel Continente la Messa della mattina di Natale. Il presidente del Consiglio parrocchiale, Americo Bottani: «Una vetrina …

Luganese

La Cattedrale in mano ai bambini

(LE FOTO) Quasi 600 bambini hanno riempito l'edificio inaugurato a metà ottobre dopo i restauri in occasione del pomeriggio organizzato dall'Oratorio di Lugano …

Luganese

La maglia nro 8 dell'AS Sessa a Cassis

Il neoconsigliere federale, l'ottavo ministro ticinese (da qui il numero sulla maglia), è stato omaggiato dal presidente del Club malcantonese Ferruccio Beti. …

Luganese

"L'orgoglio di essere sempre se stessi"

(LE FOTO) Parola di Ferruccio Piffaretti, direttore del Cinema Iride che, al traguardo dei 30 anni, ha conservato la sua coerenza storica senza voltar le spalle al progresso. …

Luganese

In Municipio, un assaggio del "cibo del futuro"

Dal 1. maggio in Svizzera è possibile la vendita di insetti a scopo alimentare. Tanti gli scettici, ma i municipali di Lugano hanno dato un assaggio a questo "fanta …

Luganese

Per il CSCS 5 anni con lustro

Era il 31 agosto del 2012 quando Alain Berset tagliò il nastro della nuova sede a Cornaredo, che con il trasloco in Città ha compiuto un ulteriore salto di qualit …

Luganese

Auto della Posta prende fuoco

(LE FOTO) È successo sulla strada cantonale a Mezzovico. Il conducente, accortosi di quanto stava accadendo, è riuscito a mettersi in salvo per tempo.

Luganese

A Lugano con il camper: ora si può

(LE FOTO) Inaugurata oggi, lunedì, l'area di sosta da otto posti nell'ex parcheggio del Parco Tassino.

Luganese

Un'altra centenaria a Paradiso

Con la signora Pierina Tomasini ad oggi sono 4 i centenari presenti alla CpA di Paradiso.

Luganese

Cucciolata ticinese di cani guida

Si tratta dei primi cuccioli della fondazione romanda nati in Ticino. I 9 cuccioli di Golden retriever sono nati a luglio e sono destinati a diventare cani guida per ciechi.

Luganese

La fattoria Alma diventa cosmopolita

Dal 23 luglio al 5 agosto l’azienda di Breno ospita 6 giovani volontari provenienti da diversi Paesi. Si tratta di un progetto sociale promosso dal Servizio civile …

Luganese

Asilo a Molino Nuovo: si parte

(LE FOTO) Pubblicata la domanda di costruzione della scuola dell'infanzia. Stimato un costo di 13,7 milioni. Previsto anche il riordino dei campi rionali e dello …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg