Home > Ticino e Regioni > Ticino

Andar per funghi in sicurezza

01.09.2017 - aggiornato: 01.09.2017 - 12:21

Ecco alcuni consigli e indicazioni utili rivolte in particolare ai "fungiatt", ma anche agli escursionisti, da tenere presente prima di inoltrarsi nei boschi.

© foto Crinari

“Andar per funghi in sicurezza”: con questo motto la Polizia cantonale si rivolge in particolare ai raccoglitori di funghi e agli escursionisti che in queste settimane di fine estate percorrono boschi e vallate del Canton Ticino. Negli scorsi anni vi sono stati infatti diversi infortuni sui sentieri e a volte pure estremamente gravi. In quest’ambito, visti anche i recenti infortuni, le autorità tornano a fornire alcuni consigli per andare in montagna in sicurezza e per evitare di incorrere in cadute con conseguenze anche molto serie.

In montagna in forma e sicuri

Un buon stato di salute e una valutazione realistica delle proprie possibilità sono basilari per dedicarsi alla raccolta dei funghi o praticare l’escursionismo. Scegliete un ritmo idoneo sia a livello individuale sia in gruppo affinché nessuno accusi affaticamento. Mappe, internet ed esperti garantiscono numerose informazioni relative agli itinerari quali lunghezza, dislivello, grado di difficoltà e condizioni meteo aggiornate. Scegliete e adeguate i percorsi in base a queste specifiche prestando particolare attenzione alla meteo poiché vento, pioggia e temperature fredde favoriscono gli infortuni. Informa amici e parenti in relazione alla meta, al percorso e alla via di ritorno.

Attrezzatura adatta

È estremamente importante adattare l’attrezzatura in base al percorso che si intende effettuare. Nello zaino non devono mancare indumenti per la pioggia, il freddo, protezioni dal sole, kit di primo soccorso e un cellulare (numero di emergenza 112 o 117). Gli scarponi da trekking o alpinismo sono fondamentali perché rendono il passo sicuro proteggendo e sgravando il piede. Particolare attenzione deve essere posta nella loro scelta favorendo l’impermeabilità, la suola antiscivolo e la robustezza. In caso di dubbi fatevi consigliare dagli esperti.

A passo sicuro

Le cadute sono purtroppo le cause più frequenti di infortuni in montagna, in gran parte dovute a scivolate. Un ritmo troppo elevato e quindi la stanchezza possono favorirle compromettendo la sicurezza del passo e la concentrazione. Bisogna procedere con cautela ed attenzione evitando pure la caduta di sassi. Uscire dai sentieri è pericoloso poiché sui terreni che ne sono privi aumenta il rischio di caduta e di perdita di orientamento. Bisogna evitare scorciatoie pericolose e cercare tornare al più presto all’ultimo punto conosciuto, prima di avere lasciato il sentiero. Ricordate che le zone impervie ancora parzialmente coperte di neve sono le più pericolose.

Concedetevi delle pause

Senza pause adeguate che favoriscono il recupero delle forze vi esponete ai pericoli. Godete appieno del paesaggio bevendo e mangiando per mantenere sotto controllo la stanchezza ed inalterata la concentrazione. Per la sete sono consigliate le bevande isotoniche. Barrette energetiche, frutta secca e biscotti placano la fame durante il percorso. A tutela della natura della montagna non abbandonate rifiuti, evitate i rumori molesti, restate suoi sentieri, non disturbate gli animali selvatici e al pascolo, non raccogliete le piante e rispettate le aree protette.

Fate attenzione ai bambini

In caso di passaggi difficili con rischio caduta un adulto deve assistere il bambino. I sentieri esposti che richiedono concentrazione prolungata non sono adatti ai più piccoli. Percorrendo gli itinerari in piccoli gruppi si favorisce l’assistenza reciproca e la flessibilità . Rimani sempre in gruppo. Meglio evitare le escursioni individuali poiché anche piccoli contrattempi possono trasformarsi in situazioni di grave emergenza.

In caso di infortunio

In caso di infortunio se possibile contattare il 112 o il 117 specificando generalità, il numero del cellulare con cui si sta chiamando, la zona in cui ci si trova o meglio le coordinate con tutti i riferimenti possibili, la dinamica ed infine lasciare libero il telefono.

Enti di soccorso e assicurazioni

Gli interventi di ricerca in caso di persone disperse, ferite o in difficoltà sono di competenza cantonale. L’incarico di svolgere voli di ricerca è dato dalla Polizia cantonale e dal Soccorso Alpino Svizzero (SAS), di principio alla Rega o ad altri partner. I costi d’intervento in caso di infortunio, se la persona gode di copertura assicurativa, vengono fatturati alle assicurazioni infortunio o malattia. Nel caso in cui la persona che viene soccorsa è illesa, se i costi non possono essere addebitati a un ente finanziatore e la persona non è socio REGA (che altrimenti garantirebbe la copertura del pagamento di una loro azione), l’intervento viene fatturato alla persona ricercata.

Si raccomanda pertanto di verificare, prima di ogni escursione, le proprie coperture assicurative o l’affiliazione ad un ente di soccorso svizzero. A titolo d’esempio, un giorno di ricerche che coinvolge diversi partner comporta costi quantificabili in alcune decine di migliaia di franchi. I cittadini stranieri residenti all’estero, hanno la possibilità di divenire sostenitori della REGA. In questo caso, durante i soggiorni in Svizzera avranno diritto ai vantaggi dei sostenitori per salvataggi aerei in Svizzera (fanno testo i confini statali).

Per contro, i vantaggi dei sostenitori per rimpatri dall'estero in Svizzera valgono unicamente per i sostenitori con domicilio in Svizzera (indipendentemente dalla loro nazionalità) come pure per gli svizzeri all'estero. I rimpatri all'estero sono possibili ma a spese di chi li richiede.

(Red)

Ticino

Un Gran Oro al Ticino ai Mondiali del Merlot

Il "Vigna d'Antan" dell'azienda Brivio di Mendrisio è stato giudicato "Miglior vino del concorso". Altre 20 medaglie d'oro sono state …

Ticino

77 nuovi diplomati all'USI

(LE FOTO) La consegna dei diplomi è avvenuta nell'aula magna dell'USI di Lugano. Sono stati consegnati 39 diplomi di Bachelor e 38 di Master.

Ticino

Tre laureati alla SUPSI da... Oscar

(LE FOTO) La famigerata statuetta per i migliori effetti speciali è andata a Blade Runner 2049. Nel team che ha curato la post-produzione del film c'erano tre …

Ticino

Casa dello studente, aperte le iscrizioni

La struttura, in particolare per giovani che scelgono di frequentare una scuola lontana da casa, si trova al Centro Gioventù e Sport di Bellinzona e offre 16 posti. …

Ticino

58 nuovi laureati in Scienze economiche

La consegna dei diplomi è avvenuta oggi pomeriggio, nell'aula magna dell'USI di Lugano a 58 studenti di 9 nazionalità diverse.

Ticino

Monete antiche restituite alla Serbia

Il lotto, sequestrato prima che venisse venduto e confiscato grazie a una procedura del Ministero pubblico ticinese, rappresentano testimonianze storiche e culturali.

Ticino

I Diplomati Master 2018 della SUPSI

La cerimonia si è tenuta al LAC di Lugano, durante la quale è intervenuto anche Daniele Finzi Pasca con un videomessaggio di auguri per i 52 neodiplomati.

Ticino

Dalle aziende ticinesi 60mila franchi a UNICEF

(LE FOTO) Si è tenuta ieri a Lugano la serata di beneficienza organizzata dal Comitato Svizzero per l’UNICEF dal titolo “L’impegno del Ticino per …

Ticino

I primi 16 ispettori ambientali ticinesi

La cerimonia di consegna degli attestati si è tenuta a Contone. Questa nuova formazione permetterà al Cantone di fare un passo avanti nella regolarità dei …

Ticino

Espoprofessioni, premiato un allievo di Cevio

Il concorso "SAMT CUBE" lanciato dalla Scuola d'arti e mestieri di Trevano è stato vinto da Athos Cadei, che si aggiudica una videocamera.

Ticino

La raccolta dei vestiti la fanno i postini

Nel mese di aprile Texaid dà la possibilità di lasciare presso la propria cassetta della posta gli indumenti usati. Gli appositi sacchi saranno poi raccolti dai …

Ticino

(Ri) Abbonati e... vincenti!

Ecco tutti i vincitori del concorso abbinato alla Campagna Abbonamenti del Giornale del Popolo; i premi in palio erano ben 82.

Ticino

Due locomotive storiche in transito

(LE FOTO) I due mezzi, che trainavano diverse carrozze storiche, sono arrivati ad Airolo martedì da Lyss e sono poi ripartiti alla volta di Bodio e poi di Locarno.

Ticino

Una raccolta fondi per Tavolino Magico

L'hanno lanciata Ars Medica e Genolier Foundation, tramite la riscossione di parte dell'incasso (poi da loro raddoppiato) sui menu "Charity" al ristorante …

Ticino

Difficoltà in matematica? Ecco perché

Una ricerca della SUPSI, svolta sugli allievi di quinta elementare, indica che i bambini tendono a effettuare una lettura poco profonda del testo di un problema.

Ticino

Fredda primavera meteorologica

È iniziata il 1. marzo all'insegna della neve. Per la primavera astronomica bisognerà attendere il 20 marzo, quando si verificherà l'equinozio di …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg