Home > Ticino e Regioni > Ticino

Attratti da un fascino che riempie la vita

23.09.2016 - aggiornato: 23.09.2016 - 10:27

Presentato, nell’aula magna dell’USI, il nuovo libro di Julián Carrón “La bellezza disarmata”. Centinaia di persone all’incontro con l'autore, mons. Lazzeri e Canetta. 

Da sin Maurizio Canetta, mons. Valerio Lazzeri, Claudio Mésoniat  e Julian Carron.

© FOTO REGUZZI

Come rispondere oggi alle domande più profonde del cuore dell’uomo, specialmente in un’Europa che - più che essere in difficoltà per la crisi economica, la minaccia terroristica e la sfida migratoria - è totalmente allo sbando per aver perso il rapporto con ciò che nei secoli l’ha fatta grande? E che compito ha in questa sfida il cristianesimo? Se n’è parlato mercoledì sera a Lugano, in un’affollatissima aula magna dell’USI. L’occasione è stata la presentazione del libro di Julián Carrón (responsabile internazionale di Comunione e Liberazione) “La bellezza disarmata”, alla quale sono intervenuti - oltre all’autore - il vescovo di Lugano mons. Valerio Lazzeri e il direttore della RSI Maurizio Canetta.

«Don Julian Carrón - ha detto l’ex direttore del GdP Claudio Mésoniat introducendo la serata - ha ben chiara la crisi che questa nostra Europa sta attraversando. E la affronta «con lo stesso cruccio e con lo stesso impeto che 60 anni fa mosse don Luigi Giussani, il quale non poteva accettare che il cristianesimo, che tutti credevano - e forse credono - di conoscere, non interessasse quasi più nessuno, soprattutto i giovani, non fosse più avvertito come una risposta al desiderio più profondo di ogni uomo, al desiderio di felicità». La proposta cristiana, per Carron, è quella di una bellezza, incarnata nelle persone toccate dalla fede; una bellezza disarmata, che non costringe nessuno, che lascia a ognuno la libertà di aderire.

«Tutti noi abbiamo qualche difficoltà quando dobbiamo parlare di verità o di bontà – ha detto mons. Lazzeri nel suo primo intervento -. Ma se parliamo di bellezza, invece, nessuno di noi è in grado di resistere. Anche se, però, nella mentalità comune la bellezza è tutt’altro che disarmata. Solitamente pensiamo che ci soggioghi, che ci tolga qualcosa della nostra libertà. Per Carrón invece no. Qui la bellezza è ciò che ci porta ad andare a fondo dei nostri desideri tenendo però sempre fisso il parametro della nostra libertà. Proporre oggi il cristianesimo in questi termini è audace».

Anche Canetta è stato colpito da questa “audacia”. «Ho colto nel testo di Carrón la volontà di andare oltre il senso comune, le abitudini consolidate, il mainstream. Questo non può che provocare, non può che muovere l’anima. Io non ho mai nascosto la mia posizione nei confronti della fede, non sono credente. Ma quando sono interrogato in questo modo sull’io, sui desideri come motore dell’umano, allora sento che qualcosa in me si muove. E a tutte queste domande, lo riconosco, qui c’è una risposta. Poi io mi sento libero di darne magari un’altra. Ma qui entra in gioco tutta la mia libertà».

La libertà, una parola chiave nel pensiero di Carrón. Libertà che nel mondo di oggi viene vista prima di tutto come un’assenza di limiti. Ma che questa assenza di limiti porti poi alla nostra piena felicità è tutt’altro che scontato, anzi. Ancora Canetta ha voluto riportare un esempio presente nel libro: quello di una donna che aveva il grande desiderio di organizzare una mostra. Ce l’ha fatta, puntando tutto su questo, e ha ottenuto risultati ben al di là delle sue aspettative. Ebbene, una volta raggiunto l’obiettivo ancora sentiva che le mancava qualcosa. Cosa? Non aveva realizzato se stessa? Probabilmente no, ha sottolineato Canetta, perché in tutta la vita c’è sempre una nota di sottofondo, che a volte può sparire ma che comunque torna sempre, come in un famoso preludio di Chopin (“La goccia d’acqua”, appunto). Questa nota è il nostro desiderio di felicità.

È proprio qui, è proprio a questo livello, è proprio nel rispondere a questo desiderio che il cristianesimo oggi più che mai ha un compito fondamentale - ha spiegato quindi Julian Carrón -. «Con l’illuminismo si è cercato di salvare i valori più importanti dell’Europa creando come una sorta di “nuova religione” che andasse bene per tutti. Si pensava che valori così importanti (come appunto la libertà, l’uguaglianza, la vita) fossero ormai evidenze che non si sarebbero più perse. Eppure – come ha sottolineato spesso Benedetto XVI – queste evidenze sono crollate. Senza più alcun riferimento alle loro radici sono crollate. E oggi ci troviamo ad affrontare tutte le difficoltà (la crisi migratoria, quella economica, la minaccia terroristica,…) senza essere più attrezzati, senza più punti di riferimento».
Ma - come diceva Hannah Arendt - una crisi ci costringe a tornare alle domande. E allora eccoci al punto. Chi può rispondere a queste domande? «Solo uno sguardo - ha risposto Carrón - che sappia cogliere la profondità del mio io. In tutte le sue sfaccettature, senza tralasciare nulla di me, dei miei desideri. Come è avvenuto a quei carcerati in Brasile che - guardati in questo modo - vivono la loro situazione di prigionieri senza nemmeno bisogno delle guardie. Perché si sono sentiti uomini amati (e hanno compreso le ragioni della loro pena). Oppure come quelle donne ugandesi malate di AIDS, sole e disperate al punto da abbandonare ogni cura, che - accolte e abbracciate in quello che le definisce realmente, cioè la loro bellezza di persone, non la loro malattia - hanno deciso di ricominciare a prendere le medicine per curarsi».

È questa la bellezza che propone il cristianesimo. È questo il modo che ha oggi il cristianesimo di comunicarsi. «Non tanto - ha concluso Carrón - come una cristallizzazione di regole, di morali o di cose che non si devono fare. E nemmeno come qualcosa di sentimentale. Ma piuttosto come un incontro». Un incontro con qualcuno che ti affascina. Per la bellezza di ciò che vive. Per la libertà (e la responsabilità) con cui vive. Una libertà che non costringe, ma che è totalmente disarmata. Come è accaduto ai primi discepoli, che il giorno dopo aver incontrato Cristo non potevano resistere dall’andare a cercarlo di nuovo. Attratti da un fascino che è in grado di riempire la vita.

Ticino

Tante novità nei Corsi per adulti

Pronto il programma primaverile, che sarà distribuito a tutti i fuochi del Ticino e del Moesano mercoledì 10 gennaio. Sono 742 i corsi offerti con 146 nuovi …

Ticino

“Un carnevale divertente per tutti”, vota anche tu!

Si è conclusa la decima edizione del concorso indetto dalla Fondazione Damiano Tamagni, che offre la possibilità di votare sul suo sito. 

Ticino

"Griderei di gioia": Gnesa e la sua Verzasca

È in libreria l’ultimo lavoro di Giuseppe Brenna, dal titolo "La Valle Verzasca di Anna Gnesa e la Lucania di Carlo Levi - La montagna, i suoi …

Ticino

Fioccano medaglie sui macellai ticinesi

19 d'oro, 8 d’argento e 4 di bronzo quelle assegnate agli artigiani salumieri ticinesi nell’ambito del concorso nazionale organizzato durante la fiera MEFA …

Ticino

I nuovi divertenti spot del GdP

(FOTO E VIDEO) Semplici ma d’effetto, gli intermezzi TV ideati da Victor Tognola e Claudio Mésoniat hanno le carte in regola per essere un regalo di Natale per gli …

Ticino

21 nuovi diplomati al Corso di giornalismo

Gli attestati sono stati consegnati questa mattina nella sala del Gran Consiglio a Bellinzona alla presenza del direttore del DECS Manuele Bertoli.

Ticino

"Non fate regali ai criminali!"

L'invito arriva dalla Polizia cantonale che ricorda di prestare attenzione mentre si fanno shopping natalizi, sia nei negozi che nei mercati. E dà alcuni consigli. …

Ticino

Video shock: "Se bevi, non guidi!"

(IL VIDEO) Campagna di prevenzione delle Polizie cantonali romande e ticinese che mostra cosa può accadere mettendosi alla guida dopo aver alzato il gomito.

Ticino

Le letterine di Natale viaggiano con la Posta

A un apposito team è stato affidato lo speciale incarico: fare in modo che le buste giungano a Gesù Bambino e Babbo Natale. Ogni bambino riceverà una …

Ticino

(Ri)Abbonati al GdP e vinci fantastici premi

CONCORSO GDP – Rinnovando o sottoscrivendo un abbonamento per il 2018 ricevi il Giornale del Popolo sin d’ora e inoltre partecipi al nostro concorso.

Ticino

Il caffé arriva col drone

(IL VIDEO) Il caffè ticinese Masaba è stato consegnato per via aerea con il decollo da Savosa. Il test ha dimostrato la fattibilità e rapidità dell …

Ticino

Aeromobile si schianta a Isone... per esercitazione

(LE FOTO) La simulazione è avvenuta nell'ambito delle giornate di formazione con l’obiettivo di migliorare la collaborazione fra enti civili di primo …

Ticino

È online l'orario 2018 delle FFS

Fra le novità in vigore dal 10 dicembre, l'apertura della Stabio-Arcisate percorsa in soli 21 minuti con treni ogni mezz'ora. Ritornano le corse serali della …

Ticino

La Tombola in salsa ticinese

L'idea dell'editore Domioni porta nelle nostre case "la tombola geografica del Canton Ticino". Una versione divertente del classico gioco per conoscere il …

Ticino

4 nuovi agenti di custodia ticinesi

Si tratta di Johnny Cibelli, Davide D’Elia, Angie Sarina e Nenad Vucetik, i quali hanno ritirato sabato il loro diploma durante l'annuale cerimonia a Friborgo. …

Ticino

73 droni in volo assieme, è record!

(LE FOTO) Il primato è stato stabilito sabato a Lodrino dai ragazzi del progetto ated4kids. Gli aeromobili telecomandati erano stati creati dai piccoli piloti.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg