Home > Ticino e Regioni > Ticino

Il salario minimo fa subito discutere

08.11.2017 - aggiornato: 08.11.2017 - 19:51

La proposta del Consiglio di Stato (tra i 18.75 e i 19.25 franchi lordi all'ora) non piace né ai Verdi (che ventilano già l'ipotesi di un referendum), né al PS e nemmeno all'MPS.

© Immagine d'archivio

Dopo la comunicazione, da parte del Consiglio di Stato, del contenuto del messaggio inoltrato al Gran Consiglio in merito al progetto di legge che prevede un salario minimo differenziato per settore (tra i 18.75 e i 19.25 franchi all'ora), non si sono fatte attendere le reazioni.

Primi fra tutti a dire la loro sono stati i Verdi del Ticino, che due anni fa avevano lanciato l'iniziativa “Salviamo il lavoro in Ticino”, accettata dal popolo in votazione popolare. "Le cifre pubblicate oggi dal Consiglio di Stato disattendono totalmente lo scopo del salario minimo sociale, ovvero quello di poter permettere ai cittadini e alle cittadine risiedenti su territorio ticinese di poter vivere senza ricorrere agli aiuti sociali", si legge in un comunicato stampa degli ecologisti, che aggiungono che ciò significa che "il Governo non ha proposto una soluzione concreta per arginare il problema della povertà ticinese che ricordiamo essere il cantone con il più alto tasso di povertà della Svizzera".

Stando al movimento, inoltre, "le basi di calcolo prese per definire le cifre sono arbitrarie e non corrispondono a quanto stabilito dalla sentenza del Tribunale federale. Oltre a ciò per valutare il salario differenziato a livello internazionale si calcola una base minima del 60% del salario mediano di categoria e non il 55% come scelto dal Consiglio di Stato". Per tutti questi motivi, i Verdi fanno sapere che valuteranno attentamente e approfondiranno il meccanismo scelto per definire queste cifre e affermano che se non permetteranno ai residenti di vivere dignitosamente con il loro salario sarà referendum.

"Il Governo propone di legalizzare la miseria"

Dal tono ancora più duro la presa di posizione del Movimento per il Socialismo che sostiene che "purtroppo le cose stanno finendo proprio come l’MPS aveva temuto e denunciato fin dall’inizio: la fissazione di un salario minimo a livelli tali che, lungi dal rappresentare uno strumento di lotta contro il dumping salariale, rappresenterà invece un potente strumento di promozione del dumping stesso".

Secondo il movimento, il salario minimo proposto (che si situa tra 3'372 e 3'462 franchi mensili) è di quasi il 30% inferiore al salario mediano (su 13 mensilità) dei lavoratori senza ruoli direttivi (ossia 4'283). "A nessuno sfuggirà che tale salario non potrà che contribuire potentemente a un’ulteriore spinta verso il basso di tutto il sistema salariale, attratto da un salario minimo così basso rispetto ai salari effettivamente versati", conclude il MPS.

"Salario minimo insufficiente"

E ha voluto dire la sua anche il Partito socialista, il quale ritiene che la forchetta definita dalla maggioranza del Consiglio di Stato per l’introduzione del minimo salariale legale, per cui Manuele Bertoli ha espresso il suo disaccordo, non sia sufficiente. "Il salario minimo è una misura di politica sociale volta a combattere la povertà nella misura in cui permette a chi lavora, quindi anche a chi ha figli a carico, di vivere dignitosamente. Un salario minimo nella forchetta proposta costringe invece molte economie domestiche all’aiuto sociale. Le prestazioni sociali sono previste per aiutare chi è in difficoltà, non per sovvenzionare le aziende che elargiscono salari insufficienti!", scrive il PS nel comunicato stampa, nel quale viene sottolineato che quindi la decisione governativa non risponde all'esigenza formulata dal principio dell'iniziativa "Salviamo il lavoro in Ticino".

Nella nota, i socialisti ricordano che la forchetta definita dalla maggioranza del Consiglio di Stato è inferiore ai 20 franchi all’ora e si riferisce alle prestazioni sociali del Cantone per una persona sola, non a quelle per un’economia domestica. "Questa decisione - sottolineato il partito - non è accettabile proprio perché le economie domestiche che dispongono di bassi salari e che hanno dei figli a carico sono esposte in modo particolare alla povertà: senza l’aiuto sociale dello Stato, spesso, non potrebbero vivere dignitosamente".

(Red)

Ticino

Un Gran Oro al Ticino ai Mondiali del Merlot

Il "Vigna d'Antan" dell'azienda Brivio di Mendrisio è stato giudicato "Miglior vino del concorso". Altre 20 medaglie d'oro sono state …

Ticino

77 nuovi diplomati all'USI

(LE FOTO) La consegna dei diplomi è avvenuta nell'aula magna dell'USI di Lugano. Sono stati consegnati 39 diplomi di Bachelor e 38 di Master.

Ticino

Tre laureati alla SUPSI da... Oscar

(LE FOTO) La famigerata statuetta per i migliori effetti speciali è andata a Blade Runner 2049. Nel team che ha curato la post-produzione del film c'erano tre …

Ticino

Casa dello studente, aperte le iscrizioni

La struttura, in particolare per giovani che scelgono di frequentare una scuola lontana da casa, si trova al Centro Gioventù e Sport di Bellinzona e offre 16 posti. …

Ticino

58 nuovi laureati in Scienze economiche

La consegna dei diplomi è avvenuta oggi pomeriggio, nell'aula magna dell'USI di Lugano a 58 studenti di 9 nazionalità diverse.

Ticino

Monete antiche restituite alla Serbia

Il lotto, sequestrato prima che venisse venduto e confiscato grazie a una procedura del Ministero pubblico ticinese, rappresentano testimonianze storiche e culturali.

Ticino

I Diplomati Master 2018 della SUPSI

La cerimonia si è tenuta al LAC di Lugano, durante la quale è intervenuto anche Daniele Finzi Pasca con un videomessaggio di auguri per i 52 neodiplomati.

Ticino

Dalle aziende ticinesi 60mila franchi a UNICEF

(LE FOTO) Si è tenuta ieri a Lugano la serata di beneficienza organizzata dal Comitato Svizzero per l’UNICEF dal titolo “L’impegno del Ticino per …

Ticino

I primi 16 ispettori ambientali ticinesi

La cerimonia di consegna degli attestati si è tenuta a Contone. Questa nuova formazione permetterà al Cantone di fare un passo avanti nella regolarità dei …

Ticino

Espoprofessioni, premiato un allievo di Cevio

Il concorso "SAMT CUBE" lanciato dalla Scuola d'arti e mestieri di Trevano è stato vinto da Athos Cadei, che si aggiudica una videocamera.

Ticino

La raccolta dei vestiti la fanno i postini

Nel mese di aprile Texaid dà la possibilità di lasciare presso la propria cassetta della posta gli indumenti usati. Gli appositi sacchi saranno poi raccolti dai …

Ticino

(Ri) Abbonati e... vincenti!

Ecco tutti i vincitori del concorso abbinato alla Campagna Abbonamenti del Giornale del Popolo; i premi in palio erano ben 82.

Ticino

Due locomotive storiche in transito

(LE FOTO) I due mezzi, che trainavano diverse carrozze storiche, sono arrivati ad Airolo martedì da Lyss e sono poi ripartiti alla volta di Bodio e poi di Locarno.

Ticino

Una raccolta fondi per Tavolino Magico

L'hanno lanciata Ars Medica e Genolier Foundation, tramite la riscossione di parte dell'incasso (poi da loro raddoppiato) sui menu "Charity" al ristorante …

Ticino

Difficoltà in matematica? Ecco perché

Una ricerca della SUPSI, svolta sugli allievi di quinta elementare, indica che i bambini tendono a effettuare una lettura poco profonda del testo di un problema.

Ticino

Fredda primavera meteorologica

È iniziata il 1. marzo all'insegna della neve. Per la primavera astronomica bisognerà attendere il 20 marzo, quando si verificherà l'equinozio di …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg