Home > Ticino e Regioni > Ticino

Il salario minimo fa subito discutere

08.11.2017 - aggiornato: 08.11.2017 - 18:51

La proposta del Consiglio di Stato (tra i 18.75 e i 19.25 franchi lordi all'ora) non piace né ai Verdi (che ventilano già l'ipotesi di un referendum), né al PS e nemmeno all'MPS.

© Immagine d'archivio

Dopo la comunicazione, da parte del Consiglio di Stato, del contenuto del messaggio inoltrato al Gran Consiglio in merito al progetto di legge che prevede un salario minimo differenziato per settore (tra i 18.75 e i 19.25 franchi all'ora), non si sono fatte attendere le reazioni.

Primi fra tutti a dire la loro sono stati i Verdi del Ticino, che due anni fa avevano lanciato l'iniziativa “Salviamo il lavoro in Ticino”, accettata dal popolo in votazione popolare. "Le cifre pubblicate oggi dal Consiglio di Stato disattendono totalmente lo scopo del salario minimo sociale, ovvero quello di poter permettere ai cittadini e alle cittadine risiedenti su territorio ticinese di poter vivere senza ricorrere agli aiuti sociali", si legge in un comunicato stampa degli ecologisti, che aggiungono che ciò significa che "il Governo non ha proposto una soluzione concreta per arginare il problema della povertà ticinese che ricordiamo essere il cantone con il più alto tasso di povertà della Svizzera".

Stando al movimento, inoltre, "le basi di calcolo prese per definire le cifre sono arbitrarie e non corrispondono a quanto stabilito dalla sentenza del Tribunale federale. Oltre a ciò per valutare il salario differenziato a livello internazionale si calcola una base minima del 60% del salario mediano di categoria e non il 55% come scelto dal Consiglio di Stato". Per tutti questi motivi, i Verdi fanno sapere che valuteranno attentamente e approfondiranno il meccanismo scelto per definire queste cifre e affermano che se non permetteranno ai residenti di vivere dignitosamente con il loro salario sarà referendum.

"Il Governo propone di legalizzare la miseria"

Dal tono ancora più duro la presa di posizione del Movimento per il Socialismo che sostiene che "purtroppo le cose stanno finendo proprio come l’MPS aveva temuto e denunciato fin dall’inizio: la fissazione di un salario minimo a livelli tali che, lungi dal rappresentare uno strumento di lotta contro il dumping salariale, rappresenterà invece un potente strumento di promozione del dumping stesso".

Secondo il movimento, il salario minimo proposto (che si situa tra 3'372 e 3'462 franchi mensili) è di quasi il 30% inferiore al salario mediano (su 13 mensilità) dei lavoratori senza ruoli direttivi (ossia 4'283). "A nessuno sfuggirà che tale salario non potrà che contribuire potentemente a un’ulteriore spinta verso il basso di tutto il sistema salariale, attratto da un salario minimo così basso rispetto ai salari effettivamente versati", conclude il MPS.

"Salario minimo insufficiente"

E ha voluto dire la sua anche il Partito socialista, il quale ritiene che la forchetta definita dalla maggioranza del Consiglio di Stato per l’introduzione del minimo salariale legale, per cui Manuele Bertoli ha espresso il suo disaccordo, non sia sufficiente. "Il salario minimo è una misura di politica sociale volta a combattere la povertà nella misura in cui permette a chi lavora, quindi anche a chi ha figli a carico, di vivere dignitosamente. Un salario minimo nella forchetta proposta costringe invece molte economie domestiche all’aiuto sociale. Le prestazioni sociali sono previste per aiutare chi è in difficoltà, non per sovvenzionare le aziende che elargiscono salari insufficienti!", scrive il PS nel comunicato stampa, nel quale viene sottolineato che quindi la decisione governativa non risponde all'esigenza formulata dal principio dell'iniziativa "Salviamo il lavoro in Ticino".

Nella nota, i socialisti ricordano che la forchetta definita dalla maggioranza del Consiglio di Stato è inferiore ai 20 franchi all’ora e si riferisce alle prestazioni sociali del Cantone per una persona sola, non a quelle per un’economia domestica. "Questa decisione - sottolineato il partito - non è accettabile proprio perché le economie domestiche che dispongono di bassi salari e che hanno dei figli a carico sono esposte in modo particolare alla povertà: senza l’aiuto sociale dello Stato, spesso, non potrebbero vivere dignitosamente".

(Red)

Ticino

Campagna abbonamenti conclusa con successo

Tra tutti coloro che hanno partecipato al nostro concorso saranno sorteggiati a breve i fortunati vincitori dei premi in palio. La cerimonia di premiazione si terrà in …

Ticino

La strada "amica" dei bambini

(LE FOTO) In mostra i disegni degli allievi delle elementari e delle medie del Cantone che hanno rappresentato i loro tragitti tra casa, scuola e luoghi di svago.

Ticino

Tante novità nei Corsi per adulti

Pronto il programma primaverile, che sarà distribuito a tutti i fuochi del Ticino e del Moesano mercoledì 10 gennaio. Sono 742 i corsi offerti con 146 nuovi …

Ticino

“Un carnevale divertente per tutti”, vota anche tu!

Si è conclusa la decima edizione del concorso indetto dalla Fondazione Damiano Tamagni, che offre la possibilità di votare sul suo sito. 

Ticino

"Griderei di gioia": Gnesa e la sua Verzasca

È in libreria l’ultimo lavoro di Giuseppe Brenna, dal titolo "La Valle Verzasca di Anna Gnesa e la Lucania di Carlo Levi - La montagna, i suoi …

Ticino

Fioccano medaglie sui macellai ticinesi

19 d'oro, 8 d’argento e 4 di bronzo quelle assegnate agli artigiani salumieri ticinesi nell’ambito del concorso nazionale organizzato durante la fiera MEFA …

Ticino

I nuovi divertenti spot del GdP

(FOTO E VIDEO) Semplici ma d’effetto, gli intermezzi TV ideati da Victor Tognola e Claudio Mésoniat hanno le carte in regola per essere un regalo di Natale per gli …

Ticino

21 nuovi diplomati al Corso di giornalismo

Gli attestati sono stati consegnati questa mattina nella sala del Gran Consiglio a Bellinzona alla presenza del direttore del DECS Manuele Bertoli.

Ticino

"Non fate regali ai criminali!"

L'invito arriva dalla Polizia cantonale che ricorda di prestare attenzione mentre si fanno shopping natalizi, sia nei negozi che nei mercati. E dà alcuni consigli. …

Ticino

Video shock: "Se bevi, non guidi!"

(IL VIDEO) Campagna di prevenzione delle Polizie cantonali romande e ticinese che mostra cosa può accadere mettendosi alla guida dopo aver alzato il gomito.

Ticino

Le letterine di Natale viaggiano con la Posta

A un apposito team è stato affidato lo speciale incarico: fare in modo che le buste giungano a Gesù Bambino e Babbo Natale. Ogni bambino riceverà una …

Ticino

(Ri)Abbonati al GdP e vinci fantastici premi

CONCORSO GDP – Rinnovando o sottoscrivendo un abbonamento per il 2018 ricevi il Giornale del Popolo sin d’ora e inoltre partecipi al nostro concorso.

Ticino

Il caffé arriva col drone

(IL VIDEO) Il caffè ticinese Masaba è stato consegnato per via aerea con il decollo da Savosa. Il test ha dimostrato la fattibilità e rapidità dell …

Ticino

Aeromobile si schianta a Isone... per esercitazione

(LE FOTO) La simulazione è avvenuta nell'ambito delle giornate di formazione con l’obiettivo di migliorare la collaborazione fra enti civili di primo …

Ticino

È online l'orario 2018 delle FFS

Fra le novità in vigore dal 10 dicembre, l'apertura della Stabio-Arcisate percorsa in soli 21 minuti con treni ogni mezz'ora. Ritornano le corse serali della …

Ticino

La Tombola in salsa ticinese

L'idea dell'editore Domioni porta nelle nostre case "la tombola geografica del Canton Ticino". Una versione divertente del classico gioco per conoscere il …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg