Home > Ticino e Regioni > Ticino

Storia delle religioni, si adegua la legge

07.03.2018 - aggiornato: 07.03.2018 - 18:30

Il Governo ha licenziato il messaggio che propone una modifica dell’art. 23 della Legge della scuola allo scopo di introdurre in IV media un corso obbligatorio.

© Foto Crinari

Nella sua seduta odierna il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio che propone una modifica dell’art. 23 della Legge della scuola del 1° febbraio 1990 (Lsc) allo scopo di introdurre in IV media, a partire dall’anno scolastico 2019/2020, un corso obbligatorio di storia delle religioni in luogo dell’istruzione religiosa facoltativa.

La proposta governativa è stata resa possibile grazie all’accordo raggiunto nel mese di novembre 2017 tra il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS), così autorizzato dal Consiglio di Stato, e le chiese riconosciute. Questo accordo, a lungo auspicato dal Governo e frutto della maturazione del consenso delle chiese attorno a una soluzione condivisa e concordata, ha permesso di superare una situazione di stallo che si trascinava da qualche anno.

La modifica legislativa

La presente proposta, sorretta da un largo consenso tra gli enti direttamente interessati, risulta a parere del Consiglio di Stato equilibrata e adeguata a tener conto delle mutazioni sociali della società ticinese. L’implementazione dell’accordo trovato implica la modifica del titolo del Capitolo VI della Lsc da “Insegnamento religioso” a “Insegnamento religioso e sulle religioni”, nonché una riformulazione dell’art. 23 in 5 capoversi. Il cpv. 1 di questa norma, che tratterà anche in futuro dell’insegnamento religioso, contiene l’elemento centrale dell’accordo, ovvero la rinuncia all’insegnamento religioso confessionale in IV media.

Il nuovo cpv. 2 tratterà invece della nuova disciplina, denominata “storia delle religioni”, la quale viene definita come obbligatoria, quindi insegnata a tutti gli allievi indistintamente, e come ordinaria, quindi gestita e organizzata come tutte le altre discipline obbligatorie della scuola media. Il suo insegnamento è previsto in IV media.

Il nuovo cpv. 3 riprende in sostanza l’attuale cpv. 2 e tratterà dell’iscrizione facoltativa all’insegnamento religioso confessionale, le cui modalità non cambiano.

Il nuovo cpv. 4 raduna gli attuali cpv. 3, 4 e 5 in una sola disposizione e tratterà le principali questioni di natura organizzativa inerenti all’insegnamento religioso confessionale.

Infine, il nuovo cpv. 5 riprende in sostanza l’attuale cpv. 6 in materia di convenzioni tra il Consiglio di Stato e le autorità ecclesiastiche. La modifica legislativa proposta ha un maggior costo preventivabile in fr. 430'000.- annui. Per le 147 sezioni di IV media, infatti, si passerà dalla necessità di coprire 61 ore-lezione settimanali facoltative a dover erogare 147 ore-lezione settimanali obbligatorie.

Obbligatorierà dei corso

L’accordo trovato tra il DECS e le chiese riconosciute prevede il principio secondo cui potranno accedere ai concorsi per l’insegnamento di storia delle religioni tutti i docenti in possesso dei titoli e dei requisiti rilevanti necessari all’insegnamento di questa specifica disciplina a livello di scuola media, senza esclusione di principio dei laureati in teologia, scienze religiose, scienze della religione ed eventualmente altre scienze umane. 

L’obbligatorietà del corso di storia delle religioni implica imprescindibilmente che i requisiti rilevanti per l’insegnamento di questa disciplina tengano debitamente conto della necessità di garantire la neutralità dell’insegnamento, assicurando in particolare che il corso sia effettivamente non confessionale, ossia esente da qualsiasi “filtro interpretativo confessionale” o prospettiva interna a una confessione religiosa particolare. A stabilire nel dettaglio i titoli e i requisiti rilevanti necessari all’insegnamento di storia delle religioni a livello di scuola media sarà un gruppo di lavoro apposito, composto da esperti e aperto anche a rappresentanti delle chiese. 

(Red)
 
 

Ticino

Un Gran Oro al Ticino ai Mondiali del Merlot

Il "Vigna d'Antan" dell'azienda Brivio di Mendrisio è stato giudicato "Miglior vino del concorso". Altre 20 medaglie d'oro sono state …

Ticino

77 nuovi diplomati all'USI

(LE FOTO) La consegna dei diplomi è avvenuta nell'aula magna dell'USI di Lugano. Sono stati consegnati 39 diplomi di Bachelor e 38 di Master.

Ticino

Tre laureati alla SUPSI da... Oscar

(LE FOTO) La famigerata statuetta per i migliori effetti speciali è andata a Blade Runner 2049. Nel team che ha curato la post-produzione del film c'erano tre …

Ticino

Casa dello studente, aperte le iscrizioni

La struttura, in particolare per giovani che scelgono di frequentare una scuola lontana da casa, si trova al Centro Gioventù e Sport di Bellinzona e offre 16 posti. …

Ticino

58 nuovi laureati in Scienze economiche

La consegna dei diplomi è avvenuta oggi pomeriggio, nell'aula magna dell'USI di Lugano a 58 studenti di 9 nazionalità diverse.

Ticino

Monete antiche restituite alla Serbia

Il lotto, sequestrato prima che venisse venduto e confiscato grazie a una procedura del Ministero pubblico ticinese, rappresentano testimonianze storiche e culturali.

Ticino

I Diplomati Master 2018 della SUPSI

La cerimonia si è tenuta al LAC di Lugano, durante la quale è intervenuto anche Daniele Finzi Pasca con un videomessaggio di auguri per i 52 neodiplomati.

Ticino

Dalle aziende ticinesi 60mila franchi a UNICEF

(LE FOTO) Si è tenuta ieri a Lugano la serata di beneficienza organizzata dal Comitato Svizzero per l’UNICEF dal titolo “L’impegno del Ticino per …

Ticino

I primi 16 ispettori ambientali ticinesi

La cerimonia di consegna degli attestati si è tenuta a Contone. Questa nuova formazione permetterà al Cantone di fare un passo avanti nella regolarità dei …

Ticino

Espoprofessioni, premiato un allievo di Cevio

Il concorso "SAMT CUBE" lanciato dalla Scuola d'arti e mestieri di Trevano è stato vinto da Athos Cadei, che si aggiudica una videocamera.

Ticino

La raccolta dei vestiti la fanno i postini

Nel mese di aprile Texaid dà la possibilità di lasciare presso la propria cassetta della posta gli indumenti usati. Gli appositi sacchi saranno poi raccolti dai …

Ticino

(Ri) Abbonati e... vincenti!

Ecco tutti i vincitori del concorso abbinato alla Campagna Abbonamenti del Giornale del Popolo; i premi in palio erano ben 82.

Ticino

Due locomotive storiche in transito

(LE FOTO) I due mezzi, che trainavano diverse carrozze storiche, sono arrivati ad Airolo martedì da Lyss e sono poi ripartiti alla volta di Bodio e poi di Locarno.

Ticino

Una raccolta fondi per Tavolino Magico

L'hanno lanciata Ars Medica e Genolier Foundation, tramite la riscossione di parte dell'incasso (poi da loro raddoppiato) sui menu "Charity" al ristorante …

Ticino

Difficoltà in matematica? Ecco perché

Una ricerca della SUPSI, svolta sugli allievi di quinta elementare, indica che i bambini tendono a effettuare una lettura poco profonda del testo di un problema.

Ticino

Fredda primavera meteorologica

È iniziata il 1. marzo all'insegna della neve. Per la primavera astronomica bisognerà attendere il 20 marzo, quando si verificherà l'equinozio di …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg