Home > Ticino e Regioni > Ticino

Uffici postali, Governo soddisfatto a metà

14.06.2017 - aggiornato: 14.06.2017 - 17:35

Il Consiglio di Stato afferma che la nuova versione del progetto della Posta accoglie in parte le sue richieste, ma rimane la preoccupazione per il "dopo 2020".

© Archivio

Il Consiglio di Stato fa sapere di aver preso atto con favore della nuova versione del progetto della Posta svizzera per la ridefinizione della propria rete in Ticino, che accoglie almeno parzialmente le richieste formulate dal Governo di garantire fino al 2020 l’apertura di 61 uffici postali nel Cantone, contro gli appena 35 che venivano considerati dalla prima versione. "Questa nuova impostazione rappresenta un miglioramento per quanto riguarda il rispetto delle specificità regionali e limita il pericolo di una carente copertura nelle regioni periferiche del Cantone", viene spiegato.

D'altro canto, da Bellinzona viene riaffermata la preoccupazione per il rischio concreto di uno smantellamento a medio termine della rete postale. Poiché i Comuni rimangono per legge gli interlocutori principali dell’azienda in caso di chiusure, nell’ambito della valutazione di possibili alternative per l’offerta postale, il Governo afferma che "continuerà a impegnarsi politicamente per accrescere il potere contrattuale delle comunità toccate dalle trasformazioni del servizio pubblico".

A questo proposito, il Governo conferma il proprio sostegno all’iniziativa cantonale, presentata lo scorso 11 maggio alla Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati, che chiede di consentire ai cittadini di opporsi alla chiusura di un ufficio postale, attraverso una raccolta di firme, e di fare in modo che la Commissione federale della posta (PostCom) possa esprimere una decisione formale impugnabile, e non solo una semplice raccomandazione come avvenuto finora.

"Lo sviluppo di questo progetto lo vede solo la Posta"

In merito alla decisione comunicata dalla Posta, ha voluto dire la sua anche Transfair: "La Posta usa la parola 'sviluppo', ma quello che noi continuiamo a vedere è uno smantellamento". Il sindacato che rappresenta i lavoratori del servizio pubblico è preoccupato per quel che succederà dopo il 2020, data fin quando vengono ancora garantiti 61 uffici postali. "Il nostro timore è che dopo si ricominci da capo". 

Nel comunicato si legge inoltre che verranno creati fino a 17 nuovi punti di accesso, tra cui gli sportelli automatici My Post 24. Sportelli automatici quindi senza personale. "Magari i nostri giovani - scrive Transfair - potranno entrare in uno di questi sportelli a fare l’apprendistato? Mi sa di no. E le filiali in partenariato non sono la soluzione alternativa: le condizioni di lavoro e salariali non sono garantite o equiparate a quelle del personale postale e il personale non è tutelato".

Per il Sindacato transfair, infine, la Posta si deve impegnare veramente a rispettare la sua responsabilità sociale con le persone toccate da questo smantellamento: "Non sono dei numeri, sono delle persone. Hanno delle necessità, delle esperienze, dei vissuti. Molti hanno lavorato in posta per 30 e più anni. Bisogna smetterla di trattarli come numeri e iniziare a considerarle come persone".

"Ferma opposizione allo smantellamento"

Dal canto suo, il Comitato "Uniti in difesa del servizio postale" (costituito da organizzazioni sindacali, partiti e movimenti politici e associazioni a tutela del servizio pubblico) ritiene che la decisione comunicata dalla Posta è un "nuovo gravissimo attacco al servizio pubblico".

"La situazione - prosegue la nota stampa - è quindi tutt’altro che risolta, il servizio pubblico e i posti di lavoro rimangono fortemente a rischio. Mentre la politica discute su come arginare la manovra della Posta, quest’ultima accelera e continua imperterrita ad annunciare chiusure di uffici postali, disinteressandosi del volere dei cittadini e delle esigenze dei comuni".

Il Comitato fa quindi sapere che sta valutare la possibilità di lanciare un’iniziativa popolare per salvare la Posta Svizzera, "un importante bene comune". 

(Red)

Ticino

Lavorare al caldo, alcune indicazioni

L'Ufficio dell’ispettorato del lavoro richiama al rispetto delle principali misure di prevenzione per la protezione di chi è costretto a svolgere attivit …

Ticino

Noi e gli altri, dialogo sulla migrazione

Durante l'ultima conferenza del ciclo “Le Arti del dialogo”, mercoledì all'USI di Lugano, si cercherà di capire come impostare il nostro …

Ticino

Dal Ticino nuovo professore di Medicina a Ginevra

Guido Garavaglia, già medico aggiunto degli Ospedali regionali di Bellinzona e Valli, di Locarno e di Mendrisio, è stato nominato titolare dall'Uni di …

Ticino

Start-up... partendo dagli investitori

Si tratta di un progetto del Centro Promozione Start-Up USI-SUPSI, che ha già avviato il primo esperimento in questo senso per un sistema di comunicazione …

Ticino

Targhe "TI" particolari all'asta!

Mercoledì 3 maggio si terrà l'ultima asta tradizionale prima del passaggio sul web. Successivamente sarà infatti attivato un nuovo sistema online.

Ticino

La Polizia scientifica si svela

Sabato 20 maggio si terrà un pomeriggio informativo sulle scienze forensi presso la sede di Via Chicherio 20 a Bellinzona.

Ticino

Imparare a fare cinema e non solo

Il CISA compie 25 anni. Intervista al direttore Domenico Lucchini che ci parla del presente e del futuro dell'istituto, con tutte le collaborazioni in corso.

Ticino

Non raccogliete i pulcini "caduti dal nido"

Questo l'appello dell'associazione Ficedula. Sono già nati giovani uccelli di diverse specie, se questi però si trovano a terra non significa siano …

Ticino

Dialoghi tra realtà e finzione

CONFERENZA ANNULLATA: l'appuntamento era per stasera all'USI nell'ambito del ciclo di conferenze “Le Arti del dialogo” tenute da professoresse, in …

Ticino

Un francobollo per Locarno70

Si tratta di un omaggio della Posta per il 70mo del Festival del Film. Lo speciale francobollo sarà prenotabile a partire dal 31 marzo.

Ticino

Patrick Walser nuovo portavoce FFS

Subentrerà a Roberta Trevisan che, dopo un periodo di congedo per maternità, assumerà un’altra funzione all’interno della comunicazione FFS in …

Ticino

50 famiglie d'Oltralpe "scoprono" il Ticino

(LE FOTO) È avvenuto lo scorso fine settimana, in occasione della "Festa della Primavera", organizzata da Ticino Turismo per promuovere il territorio e le …

Ticino

Un'Alleanza contro la depressione

Lanciato un progetto che ha lo scopo di riconoscere tempestivamente il problema e migliorare la presa a carico delle persone che soffrono di questo disturbo.

Ticino

Oltre i selfie, dialogo nella società 2.0

Appuntamento per mercoledì 22 marzo all'USI nell'ambito del ciclo di conferenze “Le Arti del dialogo” tenute da professoresse, in collaborazione con …

Ticino

Torna il Festival delle Lingue

La nona edizione si terrà da lunedì 27 marzo a lunedì 10 aprile nelle quattro regioni del Ticino. L'idioma ospite quest'anno è il portoghese …

Ticino

In treno da Papa Francesco

Sabato il Pontefice sarà a Monza per una visita pastorale. Ecco come iscriversi. Per l'occasione TILO ha previsto un rinforzo di tutti i collegamenti verso Milano e …

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

bellinzon-1.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg